Esport

League of Legends PG Nats: i Fantastici Quattro

La Top 4 del PG Nats Vigorsol Beats vedrà scontrarsi vecchie conoscenze del panorama nazionale, con alcune interessanti aggiunte.

speciale League of Legends PG Nats: i Fantastici Quattro
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Ancora una volta a giocarsi il titolo saranno tre squadre presenti nella Top4 della scorsa stagione, seppure con diversi cambiamenti. Nel Summer Split 2018 furono Team Forge, oggi QLASH Forge, Outplayed e Samsung Morning Stars, arrivata al PG Nationals Vigorsol Beats dopo aver rilevato lo slot, e la squadra, degli Inferno eSports. Chiude il quartetto la vera novità di quest'anno: il Campus Party Sparks, ex 5 Hydra e ultimi in classifica la scorsa estate.
    Artefici di una vera rivoluzione, hanno saputo reagire agli scarsi risultati investendo, promuovendo l'utilizzo di una gaming house e portando nuova linfa alla propria realtà piuttosto che gettare la spugna. Oggi si presentano alle semifinali del PG Nationals da primi della classe e da favoriti per il titolo, grazie a un quintetto che ha dimostrato enormi potenzialità e talento, guidato da coach Cristofaro "Cristo" Di Maggio a cui va buona parte del merito sotto il profilo competitivo.

    Quartetto d'archi

    I Forge arrivano invece alla semifinale come seconda della stagione regolare e qualche passo falso di troppo, ma nulla di preoccupante che non sarà sistemato per il prossimo decisivo match. Morning Stars e Outplayed hanno infine raggiunto le semifinali dopo aver superato rispettivamente iDomina e Cyberground. Se l'esito della prima partita sembrava già indirizzato verso una vittoria targato SMS, nonostante gli iDomina siano stati decisamente più arrembanti del previsto e abbiano strappato almeno un game, ha sorpreso molti, ma non tutti, la vittoria degli OP sui CGG. Dopo una stagione con più alti che bassi, gli Outplayed hanno conquistato ancora una volta almeno la Top4 di una competizione italiana: da quando sono sbarcati sulla scena, gli OP hanno sempre raggiunto la finale di ogni torneo nazionale.

    I numeri e le statistiche raccolte durante la competizione raccontando di quattro squadre molto diverse tra loro. Prima di tutto i Power Ranking descrivono un trend più che crescente nella differenza tra il punteggio più alto e più basso tra queste quattro squadre giornata dopo giornata. Come si evince nel grafico dello "Score Difference" il divario tra la migliore e la peggiore è aumentato sempre più, salvo assottigliarsi alla quinta giornata ma per un periodo brevissimo. Da quel momento in avanti la curva coincide sostanzialmente con il decollo degli Sparks e il campionato altalenante degli Outplayed, mentre Forge e Morning Stars lottavano per il titolo di secondo team.

    Anche i dati sul miglioramento del punteggio rispetto alle aspettative iniziali è sufficientemente chiaro: gli Sparks sono stati il team rivelatosi migliore con un incremento del 94,97%, più alto del 30% rispetto ai Morning Stars, secondi con il 63,26%. Gli Sparks vantano il rapporto più alto, come squadra, tra uccisioni e morti, 1,76; più oro guadagnato al minuto con 1.947, il più alto indice di differenza oro sull'avversario con 264; più uccisioni generali per game, 21,5, secondi per numero di morti con 12,2 dietro ai Forge con 10,1. Peccano invece sui draghi, dietro tutte le altre tre con 1,86 a game, persino dietro gli Outplayed con 1,94. Outplayed che saranno proprio i loro prossimi avversari.

    Preview - SPK vs Outplayed

    Le due squadre sono partite con una sconfitta. Gli SPK si sono però ripresi subito, conquistando 12 vittorie nelle successive 13 partite di cui otto consecutive nelle ultime otto disputate. Scommesse pienamente vinte quelle su giocatori già conosciuti sulla scena italiana ma che facevano ormai fatica a trovare spazio. Librid su tutti: conosciuto come Tsuzume, ha avuto un passato da protagonista con gli iDomina salvo poi vivere un'esperienza poco felice nei MOBA ROG. Insieme a lui ha nuovamente stupito Endz dopo la militanza nei Forge. Maturato, migliorato nelle meccaniche, più ragionato e meno impulsivo. La sicurezza è tanta ma occhio a non trasformarla in supponenza: la chiave sarà riuscire a giocare serenamente e senza troppa pressione. Scontato a dirsi, non sempre facile a farsi.

    Gli Outplayed dalla loro non hanno ormai nulla da perdere. La stagione è ormai salva nonostante l'inizio disastroso ma una volta arrivati alla semifinale potrebbero volere legittimamente di più. Chrisberg, determinante nella vittoria contro i Cyberground, è finalmente tornato al livello che ci aspettavamo esprimesse visto il suo background. L'innesto di Zvene, ex MOBA ROG, è stata una scelta oculata che ha dato solidità alla corsia superiore permettendo a DrMatt di esprimersi al meglio senza vivere nella preoccupazione di guardare costantemente il proprio compagno. Gli Outplayed, da quanto esistono, hanno sempre giocato la finale della competizione: e la vittoria contro i CGG dimostra che la sete di vittorie non è mai finita. L'appetito poi, si sa, vien mangiando.

    Preview - Q4G vs SMS

    Apparentemente più equilibrata appare la sfida tra le due "nuove" realtà esportive: Q4G e SMS. Entrambe sono frutto di fusioni o acquisizioni ed entrambe vantano una gaming house. Percorsi molto simili nel Power Ranking con le loro curve di punteggio che si sono più volte sovrapposte fino a chiudere a un punteggio differente addirittura inferiore a quello iniziale: se alla vigilia distavano poco più di 100 punti, al termine della stagione regolare hanno chiuso a meno di 90.

    I QLASH Forge hanno mostrato durante la stagione partite metodiche, lineari e schematiche che spesso hanno asfissiato gli avversari per la loro applicazione perfetta e non contrastabile. Scommessa vinta quella di Bean, tedesco che dalla sesta giornata in poi ha sostituito definitivamente Guilty nella posizione di botlaner titolare. Tuttavia la scarsa capacità di improvvisare li ha spesso messi in difficoltà, incapaci di reagire a situazioni non previste. Un aspetto che andrà sistemato nel minor tempo possibile ma che non dovrebb essere un problema nel gestire l'aggressività dei Morning Stars.
    Anche negli SMS, nel frattempo, è arrivato un nuovo botlaner, Nash1c, che ha subito mostrato le proprie doti contro gli iDomina. Rapido, letale ma a volte troppo irruento. Una caratteristica tipica del team targato Samsung, allo stesso tempo pro e contro dell'esito delle partite del team.

    Pro perché l'aggressività iniziale, se gestita in modo ottimale, consente di sfruttare a valanga il vantaggio ottenuto, chiudendo le partite nel minor tempo possibile senza mai dare respiro agli avversari: non è quindi una sorpresa che gli SMS vantino la durata media delle partite più bassa del campionato. Pro perché se dovesse fallire il piano strategico del "tutto e subito", sarebbe difficile trovare un'alternativa valida in corsa, come  ha dimostrato il game perso contro gli iDomina ai quarti di finale. Infine, ma non meno importante, l'aggressività immediata è una strategia che funziona prevalentemente nei game secchi: in una Bo5 può diventare facilmente leggibile e contrastabile.

    L'appuntamento con la storia del PG Nationals Vigorsol Beats Summer 2019 è per venerdì e sabato ore 17:00. Si parte il primo giorno con Campus Party Sparks per chiudere il giorno dopo con QLASH Forge vs Samsuns Morning Stars, entrambe Best of 5: sarà necessario vincere tre game per portarsi a casa la vittoria e prenotare un posto per Milano al Teatro Ciak per disputare la finale.

    Che voto dai a: League of Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 114
    7.3
    nd