Lies of P: le novità del gameplay, quanto dura e sottotitoli in italiano

Abbiamo intervistato Neowiz, il team di sviluppo di Lies of P, promettente Soulslike ispirato alla fiaba di Pinocchio: ecco cosa abbiamo scoperto!

Lies of P
Anteprima: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • È trascorso ormai qualche tempo dalla nostra ultima anteprima dedicata a Lies of P. Colpiti dalla nostalgia per l'inquietante reinterpretazione soulslike in programma per le avventure di Pinocchio, abbiamo dunque deciso di prendere contatto con Neowiz. Direttamente dalla Corea del Sud, il team di sviluppo dell'Action RPG si è dimostrato più che disponibile a rispondere ai nostri interrogativi. Nel corso di una ricca intervista, gli autori ci hanno dunque aperto le porte della loro cupa Belle Epoque, dove abbiamo trovato ad attenderci scontri brutali, armi personalizzabili e anche una (decisamente) buona notizia. Vi raccontiamo tutto quello che abbiamo scoperto su Lies of P!

    Mentire è umano

    Pubblicato nella primavera del 2021, il primo trailer di Lies of Paveva rapidamente attirato l'interesse degli appassionati di casa FromSoftware. Tra i vicoli bui e il furioso combat system dell'Action RPG, molti avevano in particolare scorto il marchio dell'eredità di Bloodborne. A distanza di oltre un anno, il soulslike di Neowiz ha dimostrato di possedere una propria personalità, supportata da un concept decisamente peculiare.

    Nel ripercorrere le origini del progetto, la software house ci ha raccontato di aver inizialmente volto lo sguardo al mondo delle fiabe con un obiettivo di carattere comunicativo. Nelle intenzioni del team, tale scelta avrebbe infatti contribuito ad attirare l'attenzione del pubblico sul gioco, che a prescindere dall'utilizzo di un titolo inedito come "Lies of P" avrebbe avuto l'opportunità di accendere i riflettori sulle tematiche e la natura dell'esperienza. "Tra le avventure più classiche, - racconta Neowiz - volevamo scegliere una storia molto conosciuta e trasformarla in un videogioco di stampo soulslike. E così siamo arrivati a Pinocchio!".

    Il desiderio di rifarsi a un immaginario estremamente conosciuto, come appunto quello ideato da Collodi, è andato però di pari passo con la volontà di distinguersi all'interno di un genere ormai decisamente affollato. "Nel definire l'ambientazione, - rievoca il team - ci siamo detti che sia il Medioevo sia il lontano futuro erano ormai inflazionati nei videogiochi. Di conseguenza abbiamo deciso di optare per l'epoca moderna del XIX secolo e di fonderla con la Belle Epoque francese". Il risultato, come abbiamo potuto costatare dalle prime immagini di Lies of P è un'esperienza dai toni cupi, nel quale mastro Geppetto sembra celare un segreto inconfessabile.

    Il capovolgimento radicale dell'universo di Pinocchio compiuto dal soulslike non si limita però alla sola ambientazione, ma anche alla morale di fondo dell'opera. Nell'originale, il ligneo personaggio passava attraverso un percorso di formazione duro e accidentato, al termine del quale comprendeva finalmente l'importanza dell'onestà, conquistandosi così il diritto di diventare un bambino vero.

    Al contrario, in Lies of P "le menzogne rappresentano uno strumento cardine dell'avventura principale e contribuiscono a modificarne il finale. Nel corso del viaggio, ogni giocatore dovrà selezionare delle riposte a diversi quesiti. Quando si sceglie una bugia, si viene premiati con dell' "umanità", e l'epilogo cambierà proprio a seconda della quantità di umanità accumulata". Ma non solo. Neowiz ci ha infatti confermato che il sistema di verità/menzogna avrà effetti anche sulle quest e sulle tipologie di nemici che affronteremo in Lies of P. Le nostre scelte, infine, condurranno alla comparsa in-game di "molti elementi sorprendenti", sui quali però non abbiamo convinto il team a sbottonarsi!

    Pinocchio nella Belle Epoque

    Grazie all'ultimo gameplay trailer di Lies of P, è stato possibile dare un primo sguardo a Krat, l'inquietante città in rovina che farà da sfondo alla storia del titolo.

    Una volta popolata da esseri umani, quest'ultima è stata colpita da una non meglio precisata calamità, ed è ora sotto il folle controllo di inquietanti creature meccaniche. "Poiché la storia principale è ambientata a Krat, - ci ha raccontato Neowiz - anche la maggior parte del gameplay si dipanerà al suo interno. Ma ovviamente ci saranno anche altre mappe e ulteriori scenari. Cercheremo di mostrare più lati di Krat: ad esempio, non stiamo realizzando soltanto aree urbane, ma anche contesti naturali unici. I giocatori avranno modo di vivere esperienze diverse e intense". Ma cosa troveremo ad attenderci nel mondo di Lies of P? A quanto pare, molti elementi iconici del capolavoro di Collodi.

    "Stiamo cercando di includere quanti più personaggi ed ambienti tradizionali di Pinocchio, tra cui il Gatto e la Volpe, il Grillo Parlante, i Conigli Neri o Eugenio. - ci spiegano gli autori - Al contempo, nel gioco ci saranno anche svariati personaggi minori tratti dalla storia originale di Pinocchio". Sulla misteriosa figura di Geppetto - neanche a dirlo - Neowiz non ha voluto rivelarci alcun dettaglio ma se non altro abbiamo strappato la conferma che anche numerosi luoghi iconici della fiaba troveranno spazio in Lies of P, ma "in una nostra versione".

    Sul fronte del gameplay, la software house ci ha ribadito la volontà di dare forma a un soulslike in grado di proporre molti degli elementi tipici del genere, come un elevato livello di sfida, un level design che fa ampio uso di shortcut e una narrazione silenziosa. "Abbiamo fatto molte ricerche e analisi con l'obiettivo di comprendere quali elementi rendano entusiasmante un soulslike, e ora ci stiamo impegnando per applicare tutto ciò che abbiamo imparato all'interno di Lies of P": questa è la promessa di Neowiz, che ha poi posto l'accento sulle caratteristiche fondanti del combat system.

    "Ci saranno oltre trenta tipi di armi base, incluse alcune dotate di abilità uniche" e tutte queste potranno essere combinate tra loro. Complessivamente, "sarà possibile creare un centinaio di strumenti di morte, quindi trovare quella giusta per sé sarà fondamentale. A seconda della composizione, le armi avranno movenze e abilità differenti. Le combinazioni, inoltre, conferiranno al giocatore un aspetto che a seconda dei casi potrà risultare bizzarro o carismatico".

    "Anche la possibilità di modificare il braccio sinistro del protagonista avrà una grande importanza in Lies of P, ci ricordano dalla Corea del Sud. Per personalizzare il corpo di Pinocchio, i giocatori avranno il controllo dell"Engine of P", ovvero la struttura interna che regola il funzionamento del nostro alter-ego. Sfruttare questa caratteristica del burattino consentirà all'utenza di creare la propria build: "abbiamo cercato di utilizzare questa feature per generare variazioni nelle strategie di attacco".

    Complessivamente, Lies of P terrà impegnati gli appassionati di souls-like per diverso tempo. "Stiamo mirando alle 30 ore o più di longevità. - ci ha spiegato il team - Di recente, abbiamo realizzato un Focus Group Test per i primi due livelli, e i partecipanti hanno impiegato oltre 5 ore per concluderlo". Una circostanza che non sembra però aver colto troppo di sorpresa Neowiz, che ha sornionamente commentato con un "sembra che il combat system richieda parecchio tempo per essere padroneggiato".

    Aspettando il lancio

    La nostra chiacchierata con il team di sviluppo si è conclusa con alcune domande legate al percorso che precederà il debutto di Lies of P, al momento previsto per un generico 2023. Un'attesa che dunque potrebbe rivelarsi ancora piuttosto lunga ma che Neowiz potrebbe decidere di addolcire con la pubblicazione di una demo del gioco. Purtroppo, ancora non vi sono programmi immutabili su questo fronte: "è nei nostri piani ma non possiamo darlo per certo".

    Nel discutere infine del lavoro svolto sul fronte dell'adattamento, gli autori coreani hanno avuto modo di condividere con noi una buona notizia: "le Avventure di Pinocchio sono prima di tutto una fiaba italiana, e desideriamo rispettarne le origini.

    Di conseguenza, l'inclusione di sottotitoli in italiano rappresentava la cosa giusta da fare ed è stata per noi una scelta naturale". Guardando al futuro, Neowiz ci ha addirittura detto che il Bel Paese potrebbe persino trasformarsi nell'ambientazione perfetta per un'altra opera videoludica: "Il background di Lies of P è ispirato alla Francia ma in futuro speriamo di poter utilizzare gli splendidi panorami italiani per edificare un mondo fantastico". In questo caso, il dovere potrebbe unirsi al piacere, dato che il nostro interlocutore ci ha confessato di aver già avuto modo di trascorre dei momenti indimenticabili in Italia: da allora si ripropone costantemente di trovare l'occasione perfetta per scoprire nuove città della Penisola. Da parte nostra, non possiamo che assicurare agli sviluppatori di Neowiz che sarebbero assolutamente i benvenuti!

    Lies of P Nel ringraziare ulteriormente Neowiz per il tempo che ci ha dedicato, ricordiamo che Lies of P approderà sul mercato videoludico nel corso del prossimo anno. Nel 2023, il cupo ma suggestivo immaginario dipinto dagli autori sudcoreani andrà ad arricchire le librerie di PlayStation 5, Xbox Series X|S e PC, per un'avventura soulslike dal concept decisamente promettente. Nella speranza che il team riesca presto a dar seguito all'intenzione di pubblicare una demo del gioco, non celiamo il nostro desiderio di poter diffondere al più presto menzogne e distruzione nei panni di Pinocchio.

    Quanto attendi: Lies of P

    Hype
    Hype totali: 57
    78%
    nd