Magic Theros Oltre la Morte: le meccaniche di gioco della nuova espansione

Dopo aver approfondito la cosmogonia del Piano di Theros, analizziamo le nuove meccaniche introdotte dal primo set Magic The Gathering del 2020.

speciale Magic Theros Oltre la Morte: le meccaniche di gioco della nuova espansione
Articolo a cura di

Theros Beyond Death, la prima espansione del 2020 di Magic the Gathering, ha finalmente fatto il suo debutto nell'agone digitale di Magic Arena. Lo scorso 16 gennaio il pacchetto è infatti arrivato su PC, mentre tra pochissimi giorni (il prossimo 24 gennaio) sbarcherà nei negozi anche il tanto atteso formato cartaceo. Nel nostro percorso di avvicinamento al set dedicato a Theros abbiamo analizzato in anteprima l'Incantesimo Comunione con le Stelle e approfondito l'affascinante mitologia di questo Piano, con i suoi rimandi alla cultura ellenica, ed ora è arrivato il momento di dare un'occhiata alle interessanti meccaniche di gioco introdotte dal nuovo set.

Essendo Theros un piano fortemente influenzato dai capricci degli dei e dal loro incontenibile potere, non stupisce che l'espansione ponga l'accento non solo su tutto ciò che attiene al "soprannaturale" (quindi divinazioni e incantesimi), ma anche al timore reverenziale che le creature mortali nutrono nei confronti del pantheon. Inoltre, giusto per aggiungere altra carne al fuoco, tornano anche le "Saghe", ovvero carte che racchiudono epiche storie, sviluppate su più capitoli. Le Saghe, per chi si fosse perso il loro debutto in occasione dell'espansione Dominaria, sono assimilabili agli incantesimi solo che - appunto - si sviluppano in più parti (o Capitoli).

Fuga

Nel corso del nostro precedente speciale dedicato a Magic e alla mitologia di Theros abbiamo parlato dei "Ritornati": non morti che sono riusciti a fuggire dall'Oltretomba per tornare a calpestare la terra dei vivi. Mentre, un tempo, gli episodi di ritorno dall'aldilà potevano dirsi rari, in Theros Beyond Death pare si stia verificando un esodo senza precedenti.

A quanto è dato sapere, la colpa è da attribuirsi all'assottigliamento della barriera che separa il mondo dei vivi dal reame di Erebos. Le leggi che regolano il passaggio delle anime tra un regno e l'altro non non sono più così stringenti, ed è su questa "crisi" che si innesta la prima delle nuove meccaniche di gioco: Fuga. La nuova parola chiave presente nelle descrizioni delle carte promette ai defunti esattamente ciò a cui state pensando: un'altra occasione per tornare a vivere.
Per questo il Cimitero riveste così grande importanza in Theros.

Se una carta con l'abilità Fuga si trova nel cimitero, infatti, il giocatore potrà riutilizzarla soddisfacendo determinate condizioni. Per essere sfruttata, l'abilità Fuga richiede quindi il pagamento di un costo alternativo composto da due requisiti ben precisi: uno specifico ammontare di mana e, soprattutto, un numero definito di carte che si dovranno esiliare dal cimitero; una sorta di ulteriore sacrificio per richiamare in gioco la creatura desiderata. L'abilità Fuga entra nell'ordine naturale del turno in cui viene giocata, quindi l'avversario la può neutralizzare (ad esempio con un istantaneo) o rispondere in altri modi.

Quando una magia istantanea o una stregoneria con Fuga si risolve (oppure viene neutralizzata o lascia la pila in altro modo), torna nel Cimitero. La cosa interessante è che le carte con Fuga finite nel Cimitero possono tornare più volte durante la partita, a condizione che il giocatore possieda ovviamente il corretto ammontare di carte da esiliare e mana. Inoltre, diverse creature presentano caratteristiche bonus ogni volta che ritornano in gioco, che rimangono al giocatore una volta che queste sono tornate nel Cimitero. Farle fuggire dall'Ade più volte, quindi, porterà ad accumulare bonus sempre più consistenti.

Saghe

Le Saghe, come vi abbiamo anticipato in apertura, sono incantesimi che narrano storie epiche di eroi e déi. Ogni Saga è suddivisa in un numero di Capitoli predeterminato: di solito sono tre in tutto, ma possono essercene di più lunghe e articolate. Ogni capitolo possiede un determinato effetto e l'incantesimo, una volta concluso il suo ciclo, viene sacrificato. Le Saghe entrano nella board di gioco con un segnalino Sapere e, in ogni fase principale pre-combattimento, un altro di questi deve essere posto su ciascuna Saga controllata dal giocatore.

Ogni volta che una Saga ottiene un segnalino Sapere, l'abilità associata al Capitolo che corrisponde al numero di segnalini (I, II, o III), si innesca. L'abilità del secondo Capitolo, ad esempio, avrà efficacia nel turno successivo all'entrata in scena della Saga, ovvero quando i segnalini Sapere saranno, per l'appunto, due.
Le abilità innescate da ogni Capitolo possono essere ovviamente contrastate dall'avversario, al pari di ogni altra abilità o incantesimo. Una volta che l'ultima abilità Capitolo si è innescata e ha lasciato l'ordine di risoluzione, il giocatore che controlla la Saga la sacrifica.

Costellazione

Theros, come abbiamo più volte ricordato, è un Piano fortemente improntato sulla devozione agli déi, e per questo i suoi abitanti, da sempre, osservano le stelle in cerca del favore delle divinità che governano il loro destino. Nyx, il regno stellato degli dei, viene dunque tenuto in grande considerazione da ogni mortale che abita la terra di Theros e, in termini ludici, il pantheon viene associato alla parola chiave "Costellazione", un'abilità fortemente improntata sul soprannaturale e sull'utilizzo degli Incantesimi.

La parola Costellazione fornisce una sorta di benedizione mistica alle carte che la contengono nella loro descrizione, che determina l'innesco delle abilità bonus ogniqualvolta che il giocatore utilizza un incantesimo. Ogni bonus Costellazione è differente, e può spaziare dall'aumento delle caratteristiche di attacco/difesa di una creatura sino ad altri vantaggi istantanei.

Devozione

Per le divinità di Theros la Devozione dei poveri mortali rappresenta la giusta ricompensa per il loro operato. Ogni dio del pantheon, ovviamente, pretende di essere venerato e temuto da tutti gli esseri viventi, e il favore loro accordato varia a seconda dell'intensità con cui vengono riveriti.

La Devozione, dunque, rappresenta un'altra importante keyword della nuova espansione ed è presente tanto nella descrizione delle creature quanto negli Incantesimi e nelle Stregonerie. La Devozione a un colore, in sostanza, è pari al numero di mana di quel colore dei permanenti che il giocatore possiede sul campo di battaglia. Le abilità associate alla Devozione modificano, in maniera permanente o istantanea, gli effetti e le caratteristiche delle carte che il giocatore controlla. La Devozione può portare ad aumentare la costituzione o dare il via ad altri effetti di potenziamento che si risolvono nel turno del giocatore.

Per calcolare la Devozione a un colore, il giocatore deve considerare i costi di mana di tutti i permanenti controllati, mentre se un effetto si riferisce alla Devozione a due colori, il giocatore deve contare ogni simbolo di mana appartenente a ognuno di quei colori.

In definitiva, le parole chiave che accompagnano l'uscita di Theros Beyond Death ci sono parse estremamente interessanti. In particolare, Devozione, Costellazione e Fuga possono giocare un ruolo molto importante nell'evoluzione del meta post lancio. I "mono Devotion" iniziano a farsi vedere, e alcuni test con i deck "Fuga" e "Control incantesimi" hanno già prodotto discreti risultati.