Esport

Manchester Day One: generazioni a confronto nella FUT Champions Cup inglese

Inizia l'appuntamento con il secondo evento calcistico live del circuito ufficiale di EA Sports FIFA. Vediamo come si è svolta la prima giornata di gare.

speciale Manchester Day One: generazioni a confronto nella FUT Champions Cup inglese
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • Ps3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • L'evento di Manchester è finalmente cominciato. I più forti giocatori del mondo di FIFA sono tutti racchiusi nella città britannica, pronti a darsi battaglia a suon di gol per dimostrare la propria supremazia e aggiudicarsi sostanziosi premi, nonché un posto ai prossimi playoff. Con la nostra "telecronaca", noi di Everyeye.it siamo pronti a raccontarvi la grande sfida sin nel minimo dettaglio. Prendete quindi posto sulle tribune: che il torneo abbia inizio!

    I protagonisti della prima giornata? I gol!

    C'è poco da fare: come in ogni manifestazione calcistica che si rispetti, anche a Manchester i protagonisti indiscussi di questa prima giornata sono stati senza dubbio i gol. Arrivati come un temporale estivo, hanno contribuito a rendere ogni partita un vero spettacolo, aumentando, come se fosse necessario, la tensione in campo per i player, costretti a combattere contro l'adrenalina e lo stress per evitare di finire travolti delle continue altalene di emozioni che partite con 10 gol possono facilmente causare.

    Sappiamo ormai che durante i tornei ufficiali EA fornisce una versione del proprio gioco differente sotto molti aspetti, adattata alle esigenze della componente esportiva dell'utenza: l'intero database di carte a disposizione, tempi di pausa notevolmente aumentati, l'impossibilità di saltare i replay dei gol sono solo alcune delle feature appannaggio di questa edizione "esport". L'aspetto più rilevante però riguarda alcune modifiche al gameplay. Osservando un buon numero di match, abbiamo notato una giocabilità diversa da quella che possiamo provare con mano accedendo le nostre console: i tocchi veloci e il cosiddetto "ping pong" tra gli attaccanti sono stati ampiamente sostituiti da un possesso palla lento e ragionato, fatto di dialoghi stretti tra i reparti e numerosi passaggi all'indietro. Per tale motivo, ancora una volta i giocatori hanno dovuto rielaborare le proprie scelte tattiche in funzione di questo nuovo meta, che ha consentito di riportare in auge il vecchio 4-4-2 per favorire una costruzione del gioco più avvolgente.

    Nicolas99FC e DHTekkz vs HugeGorilla e Deto: generazioni a confronto

    Come avevamo pronosticato, fino a questo punto i veterani della competizione non hanno deluso le attese. Gorilla, campionissimo inglese, annovera ben 4 vittorie su 5 partite giocate, qualificandosi così alla fase successiva senza troppe difficoltà. Stesso discorso vale per il tedesco Deto, che è riuscito a primeggiare addirittura in 5 incontri su 5. Ma se pensate che le "nuove leve" abbiano tentennato, vi sbagliate di grosso. Ed ecco allora che i finalisti di Barcellona, Nicolas99fc e Dhtekkz, si sono presentati in campo alzando nuovamente la voce e dimostrando ancora una volta di non temere avversari più navigati di loro. 5-0 per l'argentino, e 4-1 per il ragazzino prodigio padrone di casa, nonché campione in carica.

    Fabio Denuzzo, dopo un inizio preoccupante con due sconfitte, ha finalmente trovato la chiave di volta, adeguando il proprio stile al nuovo gameplay e concludendo la giornata con un buon 3-2. Il giocatore tarantino deve trovare l'ultima vittoria nelle due partite restanti, allo scopo di chiudere il discorso qualificazione alla fase finale. Per le abilità mostrate si tratta certamente di un risultato alla sua portata, nonostante qualche lacuna difensiva che, in vista delle prossime partite, andrebbe assolutamente sistemata: sono infatti 16 i gol segnati dall'attacco dell'italiano, ma ben 22 quelli subiti.
    L'appuntamento prosegue con la giornata di oggi che si preannuncia scoppiettante e ricca di soprese. Sapremo del resto quali campioni saranno riusciti a passare il turno e quali invece torneranno a casa. Ricordiamo che per qualificarsi al tabellone finale servono almeno quattro vittorie tra le sette partite che i player saranno chiamati a giocare. Se siete appassionati di esport e di FIFA, il nostro consiglio è di rimanere sulle pagine di Everyeye.it per rimanere sempre aggiornati sul cammino verso la eWorld Cup di FIFA 18 Ultimate Team!

    Che voto dai a: FIFA 18 Ultimate Team

    Media Voto Utenti
    Voti: 41
    7.2
    nd