Mario Kart Live Home Circuit: un modo tutto nuovo di correre su Switch

La versione in realtà aumentata di Mario Kart sembra la realizzazione di un sogno, ma cosa offre Home Circuit su Nintendo Switch?

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Mario Kart Live: Home Circuit è un episodio sperimentale della saga targata Nintendo, che porta il classico feeling della serie nell'inesplorato territorio della realtà aumentata (recuperate la recensione di Mario Kart Live Home Circuit). L'approccio atipico che fonde il mondo dei giocattoli con quello dei videogiochi risulta comunque semplice ed immediato, grazie soprattutto alla scelta di conservare parecchi elementi familiari all'interno del gameplay. Dalla preparazione del circuito alle regole di ogni singola modalità, passiamo in rassegna quali sono le caratteristiche di rottura con il passato e come sono state integrate all'interno dell'esperienza di Mario Kart.

    Gare in casa

    Per cimentarsi nella creazione di un circuito casalingo sono necessari solo tre elementi: il kart e le quattro porte di cartone, contenuti all'interno del set Mario o Luigi, e il software di gioco scaricabile gratuitamente dal Nintendo eShop. Una volta avviato il gioco su Switch il primo passo da compiere è quello di associare il Kart alla console, tramite la scansione di un QR Code che verrà fornito dal software.

    A questo punto il giocatore sarà già libero di scorrazzare per la propria casa in piena libertà, senza alcuna limitazione di tempo o spazio, un'esplorazione libera fondamentale per iniziare a prendere confidenza con i comandi del kart e anche con alcune manovre avanzate, come l'accelerazione in uscita da una derapata. Costruire il primo tracciato è un'operazione altrettanto semplice che richiede solo due passaggi: prima bisognerà piazzare le quattro porte di cartone in ordine sequenziale all'interno della propria stanza, e una volta deciso il loro posizionamento definitivo, effettuare un giro di prova con le ruote imbrattate di vernice virtuale.

    Una volta ritornati al punto di partenza la scia colorata lasciata al nostro passaggio si trasformerà negli effettivi confini del percorso andando a disegnare così la conformazione del tracciato. Non ci sono limiti di curve o geometrie precise da seguire, l'importante è che i quattro checkpoint siano attraversati in modo sequenziale: da uno stesso posizionamento delle porte ne possono scaturire così infinite piste, rispettando ovviamente i limiti strutturali del gioco.

    La superficie consigliata per la creazione di una gara è quella di 3.5 m x 3 m, e il kart deve rimanere nel range di 5 m dalla console affinché non perda la connessione col software di gioco. Inoltre è preferibile rimanere all'interno di una singola stanza, perché muri e pareti possono interferire con la qualità del segnale e infine, è consigliabile costruire il tracciato su un unico piano senza creare dislivelli artificiali che potrebbero compromettere il corretto funzionamento della telecamera.

    A parte questi necessari limiti, è il gioco stesso a incoraggiare il riutilizzo creativo della propria stanza all'interno della realtà aumentata di Mario Kart Live. Oltre che decorare le piste con la segnaletica di curva presente all'interno del set, nulla vieta di inserire ostacoli aggiuntivi o delimitazioni fisiche del tracciato per impedire l'utilizzo improprio di scorciatoie, soprattutto in multigiocatore. Va notato però che il gioco non salverà in memoria le creazioni degli utenti e ogni nuovo tracciato andrà a sostituire il precedente.

    Il Gran Premio

    L'offerta in giocatore singolo si articola in 3 modalità principali: Gran Premio, Prova a Tempo e Corsa Personalizzata. In Gran Premio il giocatore potrà scegliere tra 9 diversi trofei (se volete approfondire, ecco un video con tutti i Gran Premi di Mario Kart Live Home Circuit). Ognuno di questi sarà composto da tre gare che lo vedranno competere con altri quattro avversari gestiti dalla cpu.

    Come da tradizione, la vittoria finale sarà decretata dal numero complessivo di punti raccolti durante le sfide, ma questa volta ci sono alcune differenze radicali introdotte per adattare il gameplay alle esigenze della realtà aumentata. Innanzitutto non c'è nessuna penalità se si esce fuori dai confini del tracciato, che rimane semplicemente la strada "consigliata" da seguire tra un checkpoint e l'altro. È necessario invece dover attraversare le quattro porte in ordine numerico al fine di completare un giro, ma anche in questo le regole di Home Circuit vengono incontro al giocatore: si può saltare l'attraversamento di massimo una porta senza incorrere in alcun tipo di malus. Ovviamente le gare saranno sempre basate sul percorso tracciato in precedenza dal giocatore, e i set di gare si differenzieranno tra di loro esclusivamente per i temi di ogni sfida. Ogni pista avrà quindi una determinata disposizione dei blocchi strumenti, così come condizioni climatiche specifiche e ostacoli particolari.

    Raccogliendo le monete durante i giri in pista si sbloccheranno elementi di personalizzazione puramente estetici, come diversi costumi per Mario e Luigi, nuovi Kart e anche nuovi effetti sonori per il clacson. Collezionando invece le coppe arrivando sul podio dei trofei, non solo si sbloccheranno nuovi strumenti per la personalizzazione del tracciato e nuove stazioni radio per cambiare in tempo reale la colonna sonora, ma si avrà accesso anche a ulteriori livelli di difficoltà, rappresentati da due velocità aggiuntive: 150cc e 200cc.

    Queste ovviamente renderanno molto più veloce e caotica l'esperienza di gioco, aumentando la potenza della macchina radiocomandata e andando ad incidere sulla durata della batteria.
    In ogni caso, i veterani di Mario Kart, saranno felici di ritrovare la possibilità di affrontare tutti i Gran premi nella loro versione speculare, opzione che andrà a incidere notevolmente sulla longevità del titolo.

    Prove a Tempo, Corse Personalizzate e Multigiocatore

    Con la modalità "Prova a Tempo" si può affinare la propria abilità al volante, prendendo l'ultimo tracciato creato e cercando di migliorare sempre di più la velocità con cui si chiude ogni singolo giro. Per aumentare il livello di sfida è possibile confrontarsi con il proprio "fantasma", un avversario rappresentato da un cronometro che riprodurrà la performance del record da battere.

    Grazie a "Corsa Personalizzata" invece sarà possibile avere il pieno controllo su ogni singolo aspetto della competizione. Il giocatore potrà infatti impostare la classe della gara, il numero di giri complessivi da affrontare, la musica che accompagnerà la sfida e anche il tipo di "ambiente" nel quale si svolgerà la corsa. Questi ultimi, già scoperti nella modalità Gran Premio, rappresentano delle variazioni significative delle condizioni in cui si dovrà guidare il Kart. Si va dalla tempesta di sabbia, che con le sue raffiche di vento renderà ingovernabile lo sterzo, alla scivolosità dell'opzione "Neve", passando anche per soluzioni più stravaganti, come le competizioni "Sott'acqua" o "Retrò".

    Il tutto ovviamente senza dimenticare che sarà possibile anche personalizzare le singole porte, decidendo se dotarle di malus o bonus che potranno influenzare radicalmente l'andamento della competizione ma anche l'esito della gara. Nulla vieterà al giocatore di piazzare delle pianta piranha a guardia del secondo checkpoint,dei Thwomp ai lati del terzo passaggio, o magari premiare la traiettoria virtuosa di una curva dotando la parte interna dell'ultima porta di un blocco strumenti o un boost per la velocità.

    In chiusura non va dimenticata anche l'opzione di poter gareggiare sfidando non solo la cpu ma anche altri utenti. Per quanto riguarda il multigiocatore, sono presenti le stesse dinamiche già affrontate nel Gran Premio, ma va segnalato che Home Circuit propone un multiplayer pensato esclusivamente per partite in locale fino a quattro giocatori. Inoltre ogni utente dovrà disporre del suo kart e di una console Switch, ma i tracciati saranno sempre delimitati dalle quattro porte presentate in dotazione al set: non sarà possibile estendere il numero di checkpoint di un percorso utilizzando le porte degli altri giocatori.

    Mario Kart Live: Home Circuit Riproponendo il cuore di un'esperienza familiare, Mario Kart Live: Home Circuit offre una prospettiva completamente inedita sulla serie e sull'utilizzo della realtà aumentata. Sebbene non si tratti di un seguito ufficiale di Mario kart 8 Deluxe, né di un titolo che punta a sostituirlo, il gioco ha tutte le carte in regola per far sentire “a casa” i fan storici così come attirare tanti nuovi utenti estranei al mondo dei videogiochi. Una volta inquadrata la nuova prospettiva dunque, Home Circuit sarà in grado di divertire e coinvolgere tutti i tipi di giocatori, in un'esperienza che punta molto sulla creatività e sulla voglia di sperimentare.

    Che voto dai a: Mario Kart Live: Home Circuit

    Media Voto Utenti
    Voti: 19
    7.3
    nd