Marvel's Spider-Man: alla scoperta dei Sinistri Sei

Andiamo a scoprire la storia editoriale di uno dei supergruppi malvagi più importanti dell'Universo Marvel, presente anche in Marvel's Spider-Man.

speciale Marvel's Spider-Man: alla scoperta dei Sinistri Sei
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Il nostro viaggio alla scoperta completa del Ragnoverso, in vista dell'imminente lancio di Marvel's Spider-Man per PS4, è quasi completo. Mancano ancora pochi tasselli per completare il quadro: gran parte di essi (quasi tutti, in realtà) sono stati volti all'approfondimento dei villain che incontreremo durante l'avventura videoludica di Peter Parker, tutti peraltro a comporre un mosaico di storie e avventure ragnesche davvero esteso. Dopo aver passato al vaglio i supercriminali uno per uno, questa volta, ci concentreremo su uno dei supergruppi malvagi più famosi nella storia fumettistica: i Sinistri Sei. Si tratta di una banda composta dai principali avversari dell'Uomo Ragno, di cui una particolare e inedita versione darà del filo da torcere all'arrampicamuri proprio nell'esclusiva Sony di Insomniac Games. E dunque, ecco il penultimo appuntamento volto a scoprire i principali protagonisti dello Spiderverse: largo ai nemici più temibili che ci siano!

    Le origini

    I Sinistri Sei fecero la loro comparsa nel primo Annual di Amazing Spider-Man, nel gennaio del 1964: stanco delle continue sconfitte che, in solitaria, lo avevano visto tristemente protagonista contro l'eroe creato da Stan Lee e Steve Ditko, il Dottor Octopus decise di riunire un gruppo di supercriminali una volta uscito di prigione. Alla chiamata risposero Avvoltoio, Electro, Kraven il Cacciatore, Mysterio e l'Uomo Sabbia, che andarono quindi a comporre la prima e originale formazione dei Sinister Six: tuttavia, si sa che i criminali sono poco propensi a collaborare tra di loro e pensano unicamente al proprio tornaconto, e infatti ciascuno dei membri del gruppo desidera prendersi l'onore di uccidere Spider-Man. Per questo motivo, i Sinistri Sei iniziano ad attaccare il povero Parker individualmente uno dietro l'altro, arrivando anche a rapire zia May e Betty Brant del Daily Bugle: il nostro eroe, però, riesce a sgominarli tutti uno dopo l'altro.
    Dopo questo primo confronto, la vendetta dei Sinistri Sei arriva tra i numero 334 e 339 di Amazing Spider-Man: Doc Ock richiama alle armi alcuni dei suoi vecchi alleati, ai quali si affianca Hobgoblin a causa della morte di Kraven: il piano ordito da Octopus prevede, in realtà, la conquista del mondo una volta che i suoi alleati lo abbiano aiutato a sconfiggere Spidey, il quale dal canto suo riesce a sconfiggere i suoi nemici ancora una volta.

    Ne "La Vendetta dei Sinistri Sei", in Spider-Man #18-23, Electro, Mysterio, Avvoltoio e Hobgoblin decidono di vendicarsi di Octopus per averli utilizzati come mere pedine nel suo piano di conquista mondiale: per farlo sfruttano l'Uomo Sabbia, attaccando la sua famiglia e facendogli credere che sia stato il villain dai tentacoli d'acciaio. Forte di nuove braccia costruite in adamantio, tuttavia, Otto Octavius riesce a eliminare i suoi ex-compagni e per poco non uccide l'Uomo Ragno, prima di essere costretto dai Sinistri Sei (che gli giurano nuovamente fedeltà) a ritirarsi a causa di un'irruzione massiccia delle forze dell'ordine. In seguito a una serie di rapine, inoltre, il gruppo di criminali inizia a entrare in possesso di armi tecnologicamente avanzate: negli anni successivi, forti anche dell'ingresso nella loro formazione di Gog (un mostro proveniente dalla Terra Selvaggia), i Sinister Six affrontano non soltanto Spider-Man, ma anche altri supereroi del calibro dei Fantastici Quattro, di Hulk e di Nova.

    I Sinistri Sette e i Sinistri Dodici

    I Sinistri Sei, nel corso del tempo, hanno modificato spesso e volentieri le loro fila, anche in maniera sostanziale. Nel corso della Saga del Clone, Hobgoblin crea una formazione alternativa chiamata Sinistri Sette, nata per fronteggiare il pericoloso Kaine - ovvero il clone di Peter Parker. Questo gruppo è formato da Beetle, Electro, Mysterio, Scorpia, Shocker e Avvoltoio: Kaine, tuttavia viene infine salvato proprio da Parker prima che i Sinister Seven riescano a ucciderlo.

    In seguito, il gruppo originale torna sotto i riflettori, questa volta guidato dall'Uomo Sabbia e dal secondo Mysterio (il primo muore in seguito a uno scontro con Daredevil): in questa formazione figurano Venom - che qui sostituisce Octopus - Electro, Avvoltoio e il nuovo Kraven. Tuttavia, la presenza del simbionte si ritorce ben presto contro il gruppo, poiché Venom inizia ad attaccarli uno dopo l'altro: per poco, infatti, non uccide l'Uomo Sabbia e ferisce gravemente anche Electro e Kraven.

    Ben presto arrivano i Sinistri Dodici, fondati da Norman Osborn: il buon vecchio Green Goblin, infatti, si mette a capo del supergruppo dopo che la sua identità segreta viene svelata nella serie Marvel Knights Spider-Man. Dal momento, però, che Norman controlla la banda dalla prigione, il ruolo di leader passa nelle mani di Mac Gargan, lo Scorpione: il villain rapisce zia May e ricatta Spider-Man, dicendogli che la lascerà andare soltanto se il vigilante farà uscire Osborn di prigione. Dopo averlo fatto, permettendo ai Sinistri Dodici di completare la formazione, Spidey e la Gatta Nera si alleano per fronteggiarli tutti: Goblin, Avvoltoio, Uomo Sabbia, Electro, Camaleonte, Lizard, Hydro Man, Shocker, Testa di Martello, Boomerang e Tombstone. Una battaglia a dir poco mastodontica, dalla quale l'Uomo Ragno esce vincitore soltanto con l'aiuto di Captain America, Iron Man, Daredevil e i Fantastici Quattro. Lo scontro finale si consuma tra Parker e Osborn, che intanto ha rapito Mary Jane, ma la saga si conclude con il salvataggio della giovane e della povera zia May., nonché con l'arresto dei supercriminali.
    I Sinistri Sei si riuniscono in seguito durante la Civil War: sono composti da Octopus, Grim Reaper, lizard, Shocker Tripster e Avvoltoio.

    Scontro senza fine

    Negli anni seguenti Spider-Man entra a far parte della Fondazione Futuro, nuova formazione dei Fantastici Quattro, orfani della Torcia Umana, creduta morta in seguito alla battaglia contro Annihilus nella Zona Negativa. I Sinistri Sei tornano sotto l'egida di Octopus e questa volta sono Camaleonte, Electro, Mysterio, Rhino e Uomo Sabbia. Con questa formazione, i criminali affrontano la Fondazione Futuro e gli Avengers, scontrandosi con i nostri eroi finanche a bordo di una stazione spaziale per appropriarsi di armi e tecnologie all'avanguardia. Una delle storie "corali" più significative, in cui i Sinistri Sei si riuniscono nuovamente sotto un Octopus che intende conquistare la Terra a suon di attacchi missilistici, è nella serie "Fino alla fine del Mondo", uno degli ultimi archi narrativi prima del ciclo di Superior Spider-Man, in cui proprio Doc Ock prende il controllo del corpo di Peter. L'Uomo Ragno ‘Superiore' dapprima crea un nuovo gruppo composto da Overdrive, Shocker, Speed Deamon, Living Brain e Beetle, ma in seguito cambia il nome del gruppo (accogliendone nuovi membri) ne "I Superiori Sei".
    Nei cicli editoriali più recenti, tra Marvel NOW e Marvel Legacy, sembra che il ruolo dei Sinistri Sei (complice anche il declino di Octopus) sia destinato a rimanere relegato ancora per un po'. Che Marvel's Spider-Man per PS4 spiani la strada al ritorno del supergruppo più letale che Spidey abbia mai affrontato?

    Che voto dai a: Marvel's Spider-Man

    Media Voto Utenti
    Voti: 92
    8.5
    nd