Monster Hunter Rise: nuovi annunci e collaborazioni dal Tokyo Game Show

Monster Hunter Rise è stato indubbiamente uno dei protagonisti del Tokyo Game Show 2021: ecco le novità annunciate da Capcom.

Monster Hunter Rise: nuovi annunci e collaborazioni dal Tokyo Game Show
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Switch
  • Avendo goduto di un supporto post-lancio considerevole, che nell'arco di soli sessanta giorni circa dall'esordio nei negozi ha infatti spinto la bellezza di nove mostri extra a unirsi al già ricco bestiario di base (per tutti i dettagli consultate il nostro speciale su Monster Hunter Rise 2.0), negli ultimi mesi la più recente e a nostro avviso riuscita incarnazione del franchise di Capcom ha dovuto rallentare, anche per lasciare campo libero al "gemello" Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin (a proposito, qui trovate la recensione di Monster Hunter Stories 2) e ai suoi numerosi aggiornamenti. Tuttavia, tra simpatiche collaborazioni proposte a cadenza mensile e la versione per PC in uscita il prossimo 12 gennaio, senza dimenticare la massiccia espansione che verrà lanciata nell'estate del 2022, la stagione della caccia si direbbe ancora ben lontana dal concludersi. Abbiamo quindi raccolto tutte le più recenti novità su Monster Hunter Rise e Monster Hunter Rise: Sunbreak e ve ne proponiamo di seguito un resoconto completo!

    Fate largo a Sir Arthur!

    In seguito all'avvenuta pubblicazione dei due grossi aggiornamenti lanciati nei mesi di aprile e maggio (avete già letto il nostro speciale su Monster Hunter Rise 3.0?), Rise ha continuato a deliziare i Cacciatori ancora attivi con una gradevole serie di collaborazioni, le quali hanno di volta in volta permesso di forgiare degli stili armatura basati su licenze famose come Mega Man, Street Fighter e Okami.

    In occasione del Tokyo Game Show 2021, la software house nipponica ha annunciato che questo trend continuerà anche nell'immediato futuro, tant'è che a partire dal prossimo 28 ottobre i giocatori saranno liberi di cimentarsi in un nuovo evento che consentirà loro di allungare le mani su uno stile armatura basato su Athur, il buffo protagonista di Ghosts ‘n Goblins: Resurrection. Una volta completata l'apposita quest e raccolti i materiali richiesti dal fabbro, i Cacciatori potranno quindi assumere l'aspetto del cavaliere e indossarne l'iconica armatura, che stando a quanto mostrato godrà persino di un gesto personalizzato. Dopo essersi calati nei panni di Sir Arthur, i Cacciatori non lanceranno più dei pugnali, bensì delle lance vere e proprie, imitando a tutti gli effetti quanto accade in Ghosts ‘n Goblins (qualora non conosciate ancora il gioco correte a leggere la recensione di Ghosts ‘n Goblins: Resurrection).

    Il Director Yasunori Ichinose ha inoltre aggiunto che l'utilizzo dello stile armatura di Arthur innescherà una breve cutscene al termine di ciascuna missione, e che durante l'esecuzione delle stesse sarà possibile udire delle musiche tratte da Ghosts ‘n Goblins: Resurrection. Nel complesso si tratta di un'idea piuttosto sfiziosa, che ricordiamo non influenzerà in alcun modo il gameplay del titolo, ma solo l'aspetto del personaggio controllato.

    Sempre durante il TGS è stato poi svelato che Monster Hunter Rise si unirà ai festeggiamenti per il 30° anniversario di Sonic the Hedgehog, ma purtroppo Capcom non ha voluto rivelare in cosa si tradurrà l'inaspettata collaborazione con SEGA. Lo sviluppatore si è infatti limitato a precisare che l'evento sarà disponibile a partire dal mese di novembre, mentre i dettagli sul suo contenuto verranno rivelati nelle prossime settimane. Basandoci sui contenuti delle precedenti collaborazioni, il nostro sospetto è che l'evento possa sbloccare uno stile armatura col quale trasformare i propri Felyne nel leggendario Sonic, esattamente come avvenuto in Monster Hunter 4 Ultimate nel lontano 2015.

    Sebbene Capcom abbia specificato che le suddette collaborazioni saranno le ultime, Monster Hunter Rise non cesserà di arricchirsi di nuovi contenuti, tant'è che già a partire da ottobre verranno pubblicati dei nuovi eventi a cadenza regolare. Ryozo Tsujimoto ha dichiarato che ciascuno di essi fornirà ai giocatori dei premi speciali e necessari per forgiare armi e armature, ma non è del tutto chiaro se le sue parole anticipino l'arrivo di qualche nuovo set. Quel che è certo che nelle prossime settimane assisteremo all'avvento di nuovi DLC a pagamento con cui personalizzare voci e capigliature dei Cacciatori, senza dimenticare un nuovo pacchetto di sticker.

    Un primo assaggio della versione Steam

    Per la gioia dei Cacciatori ancora sprovvisti di Nintendo Switch, nel corso del Tokyo Game Show è stato comunicato che l'attesissima versione PC di Monster Hunter Rise farà capolino sulla piattaforma di Valve il 12 gennaio 2022. Come prevedibile questa includerà sin dal principio tutti i contenuti cui gli utenti Switch hanno avuto accesso nel corso dei mesi, ma ad aver attirato la nostra attenzione è la sensazionale risoluzione in 4K, che già durante il trailer ci ha permesso di ammirare il Magnamalo in tutta la sua spaventosa bellezza.

    Laddove i limiti tecnici di Nintendo Switch impedivano a Rise di offrire un livello di dettaglio paragonabile a quello di MH World e Iceborne, la versione PC vanterà invece delle texture ricche di particolari, grazie alle quali sarà ad esempio possibile ammirare i carapaci e le singole scaglie dei mostri ingaggiati in battaglia. Per quanto granitici, va poi segnalato che sulla macchina ibrida della Casa di Kyoto MH Rise girava soltanto a 30 fps, mentre a questo giro Capcom ha promesso che l'edizione attesa su Steam godrà di un "frame rate elevato". Senza nulla togliere al già confermato supporto per mouse e tastiera, in questo caso la proverbiale ciliegina sulla torta è rappresentata dall'inclusione della chat vocale, indispensabile per poter comunicare in tempo reale coi compagni e purtroppo assente nell'edizione per Nintendo Switch.

    Aggiunte significative, queste, che riteniamo ripagheranno abbondantemente la lunga attesa cui sono stati costretti i PC gamer, affidando alle loro avide mani un prodotto di qualità nettamente superiore.

    I curiosi e gli scettici potranno verificare coi loro occhi i risultati degli sforzi compiuti dai ragazzi di Capcom, in quanto il 13 ottobre verrà diffusa in rete una demo della versione PC che a quanto pare includerà un breve tutorial sulle meccaniche di base e sulla Cavalcatura Wyvern. La versione di prova non dovrebbe presentare limiti di utilizzo e oltretutto comprenderà tutte le 14 tipologie di armi offerte da Monster Hunter Rise, con le quali sarà possibile sfidare il Gran Izuchi, il Mizutsune e il feroce Magnamalo. Un'occasione davvero ghiotta per familiarizzare col prodotto e prepararsi all'apertura della prossima stagione della caccia su PC.

    L'ombra del Malzeno

    Annunciato in apertura al Nintendo Direct del 24 settembre 2021, Monster Hunter Rise: Sunbreak è il nome dell'espansione che durante la prossima estate introdurrà nel blockbuster di Capcom il tanto bramato Master Rank (quello che i veterani della serie conoscono come G Rank). Come di certo sapranno i fan storici dell'hunting game, in passato tutti gli episodi del brand erano soliti ricevere una riedizione che, circa un anno dopo il lancio della versione originale, offriva agli utenti una pletora di contenuti inediti: un trend amato e odiato che si è però interrotto in via definitiva con l'avvento di Iceborne, ossia l'espansione che i possessori di MH World hanno potuto acquistare singolarmente, senza la necessità di ricomprare il gioco base.

    Allo stesso modo è stato sottolineato che Sunbreak verrà proposto come DLC sugli store digitali e necessiterà di una copia - fisica o digitale - di MH Rise per poter essere fruito.

    A tal proposito, il Director di Monster Hunter Rise: Sunbreak, Yoshitake Suzuki, ha spiegato che la campagna dell'espansione potrà essere affrontata dopo aver sconfitto il boss finale di MH Rise. Una volta abbattuta la temibile Narwa, il nostro avatar si lascerà infatti alle spalle l'accogliente Villaggio di Kamura per stabilirsi in un'altra regione e dare la caccia alla nuova minaccia di turno, che tutta probabilità si rivelerà il terrificante Malzeno.

    Questo inedito Drago Anziano dall'aria minacciosa sarà infatti il mostro principale dell'espansione, ma purtroppo Suzuki-san ha rimandato a data da destinarsi i primi dettagli sulla creatura. Sul conto della belva dotata di un'apertura alare sorprendente sappiamo soltanto che, al pari del Magnamalo, si ciberà di altri mostri, non a caso nel trailer di annuncio di Sunbreak abbiamo assistito alla raccapricciante fine di un esemplare di Rathalos caduto tra le sue abominevoli fauci.

    Seguendo l'esempio di Iceborne e delle varie edizioni "Ultimate" dei vecchi Monster Hunter, Sunbreak porterà in dote una carrellata di mostri assenti nella versione di base di Rise, sia inediti che ripescati dalle passate generazioni dell'hunting game. Direttamente da Monster Hunter 2 e Generations farà quindi ritorno lo Shogun Ceanataur, un Carapaceon caratterizzato da un rigido carapace azzurro e dalla testa a forma di coltello. Estremamente aggressivo e dotato di artigli retrattili, come al solito il mostro potrà sferrare attacchi dalla portata alquanto ampia e all'occorrenza sarà in grado di sparare dei getti d'acqua pressurizzata che siamo certi daranno parecchi grattacapi a coloro che lo affronteranno per la prima volta.

    Monster Hunter Rise Dopo aver dedicato l’intera stagione estiva a Monster Hunter Stories 2: Wings of Ruin e ai suoi numerosi Title Update (gli ultimi dei quali verranno pubblicati nel mese di ottobre), Capcom è finalmente tornata a parlare della sua belva più feroce, annunciando sia la data di lancio della versione PC che l’arrivo di un’inevitabile espansione. Eppure non possiamo dichiararci pienamente soddisfatti della “roadmap” preparata dalla software house, poiché in cuor nostro nutrivamo la sincera speranza di poterci cimentare con qualche mostro aggiuntivo già a partire dall’autunno o comunque entro l’inverno. Tuttavia, tenendo presente il delicato periodo storico in cui ci troviamo, è possibile che la software house abbia preferito concentrare le proprie forze nel completamento della versione PC, così da evitare ulteriori ritardi. In attesa dell’espansione che vedrà la luce nell’estate 2022, dovremo quindi accontentarci delle collaborazioni e delle missioni evento che, a partire dalle prossime settimane, permetteranno ai Cacciatori di cimentarsi in nuove sfide e tornare a casa con premi esclusivi.

    Che voto dai a: Monster Hunter Rise

    Media Voto Utenti
    Voti: 55
    8.7
    nd