Nintendo Direct settembre 2019: dai giochi SNES su Switch a Overwatch

Pokemon Spada e Scudo, Luigi's Mansion 3, Xenoblade Chronicles Definitive Edition: tutte le novità del Nintendo Direct di inizio settembre.

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di

Con i Direct Nintendo ha ormai raggiunto l'apice della sua strategia comunicativa. Ogni appuntamento è in grado di riservare almeno una sorpresa succulenta, e dopo lo strepitoso E3 e il recente show dedicato agli indie, in cui sono stati annunciati Ori and the Blind Forest, Superhot e Hotline Miami Collection, era chiaro che un nuovo appuntamento incentrato principalmente sui maggiori prodotti in arrivo avrebbe generato grandi aspettative. Ebbene, nella serata appena trascorsa la Casa di Kyoto non ha disatteso le speranze del suo pubblico, e allo scoccare della mezzanotte la community è stata investita da un'ondata di annunci senza tregua. Ripercorriamo quindi insieme l'ultimo Nintendo Direct trasmesso di recente: mettetevi comodi, perché c'è molto di cui parlare.

Heroes never die

L'ultimo Direct si è aperto impetuosamente con Overwatch su Switch, in arrivo il prossimo 15 ottobre. L'hero shooter di Blizzard approda quindi sulla console ibrida, in un'edizione Legendary che comprenderà, oltre ai contenuti già pubblicati sulle altre piattaforme, un abbonamento di tre mesi per il servizio Nintendo Online e una quindicina di modelli per iniziare a battagliare agghindati di tutto punto.

Il prezzo budget di 39,99 euro è certo interessante, ma a incuriosire è soprattutto la strategia di Blizzard che ha finalmente deciso di puntare sulla grande N. L'approdo di un titolo come Overwatch, insomma, è l'ennesima dimostrazione che l'industria si sta avvicinando sempre più alla Casa di Kyoto.

A seguire, è tornato a mostrarsi Luigi's Mansion 3, a cui è stato dedicato un breve (forse troppo...) momento per ribadire la varietà della sua offerta. Nonostante l'avventura sia ambientata in un gargantuesco hotel infestato, il pavido fratello Mario si addentrerà in zone totalmente assurde come le Sale egizie e il Covo dei pirati.

Sarà interessante capire come verranno contestualizzate queste aree inedite all'interno di un gioco che sembra nascondere ancora molte sorprese. Dopo aver mostrato le modalità cooperative, disponibili per otto giocatori su una singola console, Luigi's Mansion 3 si è congedato ricordandoci che ad Halloween dovremo armarci di aspirapolvere per combattere gli spettri.

Subito dopo è stato il turno di un altra mascotte molto amata dai fan Nintendo di lungo corso. Si tratta di Super Kirby Clash, un free-to-start, ossia scaricabile gratuitamente e con alcune funzioni a pagamento, annunciato durante l'appuntamento e reso subito disponibile.

Il titolo dovrebbe comprendere un centinaio di livelli da affrontare insieme a un party di altri tre compagni, ognuno con la propria versione della palletta rosa nata dalla mente di Masahiro Sakurai. Il multiplayer sia online che locale è di certo interessante, ma bisognerà toccare il gioco con mano per comprenderne pregi e difetti. La nostra recensione, a tal proposito, non tarderà ad arrivare.
Prima di passare ai momenti più alti dell'ultimo direct, è bene citare il già noto approdo di Trials of Mana su Switch il 24 aprile del prossimo anno. In attesa di quella data, in ogni caso, l'autunno di Nintendo si fa decisamente ricco, anche grazie all'arrivo del machiavellico Return of the Obra Dinn, purtroppo ancora sprovvisto di un periodo d'uscita ben preciso.

Freak Out

La Casa di Kyoto aveva già anticipato che, oltre a Luigi e i suoi fantasmi, sarebbe apparso anche Pokémon Spada e Scudo. Prima dello spotlight dedicato ai mostri collezionabili, Game Freak ha mostrato una buona porzione della sua nuova IP, ossia Little Town Hero. Inizialmente, il gioco era stato inserito in un Direct risalente a un anno fa col titolo provvisorio "Town", e solo di recente è stato registrato dallo studio un dominio col nome definitivo della produzione.

Little Town Hero sarà dunque un JRPG in cui il protagonista Axe dovrà difendere la sua città dall'arrivo di diverse creature. Ad un classico sistema di combattimento a turni si affianca un particolare elemento: il nostro eroe, infatti, sfrutta le proprie "idee" come armi, e gli sviluppatori affermano che verrà posto un grande accento sul lato strategico degli scontri. Incuriositi da questo lavoro, che sarà arricchito dalle musiche del compositore di Undertale Toby Fox, abbiamo infine scoperto che il titolo verrà pubblicato il 16 ottobre di quest'anno. Pertanto, non mancherà molto per testare con mano la nuova avventura di Game Freak.

È poi giunta una parentesi dedicata ai lottatori aggiuntivi di Super Smash Bros. Ultimate. Dapprima sono stati resi disponibili i già noti Banjo e Kazooie, ma successivamente Nintendo ha toccato il cuore dei più nostalgici con una splendida clip rétro seguita dall'annuncio di Terry Bogard, celebre in Fatal Fury e King of Fighters su NEO-GEO, in arrivo a novembre.

E mentre la community inizia a fantasticare sull'ultimo combattente del DLC, a coronamento del tutto troviamo un logico ma sorprendente comunicato: il brawler su Switch godrà di ulteriori personaggi nel futuro, sintomo che la strategia commerciale adottata ha funzionato egregiamente, e che il roster di Ultimate crescerà a dismisura.

Dopo due rapide clip incentrate sulle peculiarità dell'ormai imminente The Legend of Zelda: Link's Awakening, e su Dragon Quest XI S, che godrà del contenuto gratuito Champion's Pack con oggetti ed equipaggiamenti inediti, ha fatto capolino un ritorno piuttosto interessante per gli amanti del mondo nipponico: si tratta di Tokyo Mirage Sessions #FE Encore, un crossover tra Fire Emblem e Shin Megami Tensei pubblicato su Wii U qualche anno fa, e che verrà riproposto nelle prime settimane del prossimo anno.

Uno dei momenti più alti di questo Direct riguarda una produzione potenzialmente in grado di spaccare il giudizio di pubblico e critica. Nintendo Switch, infatti, vedrà l'arrivo di Deadly Premonition 2: A Blessing in Disguise, mentre il capitolo precedente è già acquistabile sull'eshop con il sottotitolo Origins.

Non è totalmente chiaro se si tratti di un esclusiva temporale o definitiva, ma quel che conta è rivedere l'agente dell'FBI Francis York Morgan, questa volta accompagnato dalla collega Aaliyah Davis. Di Deadly Premonition abbiamo trattato a più riprese, e sebbene il lato tecnico e il gameplay soffrissero di diversi difetti, si tratta di un'avventura oscura dall'enorme qualità narrativa. Riabbracciare la "serie", quindi, non potrebbe renderci più felici, ma attualmente dobbiamo accontentarci di un vago 2020 come periodo di uscita.

Altro approdo su Switch da non sottovalutare, e già disponibile all'acquisto, è quello di Divinity: Original Sin 2 Definitive Edition. Il gioco di Larian rappresenta il Nirvana di qualsiasi appassionato di RPG e condividerà i servizi cloud con Steam. Ciò significa che i progressi potranno essere aggiornati da una piattaforma all'altra, rendendo questa versione succulenta anche per chi ha già affrontato l'avventura.

Comeback

La parentesi dedicata ai grandi ritorni è lungi dall'essere terminata, e la seconda parte del Direct ha visto il buon Pete Hines di Bethesda comunicare che lo storico Doom 64 arriverà su Switch il prossimo 22 novembre.

Prima di continuare sul viale della nostalgia, però, è stata mostrata anche una nuova IP in sviluppo presso Hi-Rez Studios, noto per Smite e Paladins: si tratta di Rogue Company, previsto per il prossimo anno, che ci metterà nei panni dell'omonimo gruppo di mercenari in lotta contro la perfida organizzazione JACKAL. La presentazione, a dire il vero, ci è parsa poco incisiva e chiarificatrice sull'effettiva natura del progetto, che al momento pare un TPS con modalità competitive non sufficientemente ispirato.

Si apre così il momento forse più sottotono del Direct, che tocca il punto più basso con l'altro peso massimo preannunciato apertamente. La clip dedicata a Pokémon Spada e Scudo, infatti, si è concentrata su elementi largamente accessori: come la cura dell'Outfit per l'allenatore, il Pokécampeggio che permetterà di accudire le proprie creature a suon di coccole e un CurryDex che, richiamando vagamente il celebre Cooking Mama, darà la possibilità di realizzare diverse ricette per comporre il proprio libro sul curry.

Come detto, seppur l'esperienza si poggi anche su momenti più "leggeri" e secondari, non ci è parso il modo migliore per comunicare l'importanza dei capitoli del brand. Lo stesso si può dire per i due nuovi pokémon mostrati: il primo Polteageist, è un fantasmino specializzato nell'infestare solo delle teiere antiche, mente Cramorant, un volatile di tipo acquatico, è in grado di lanciare spudoratamente (e letteralmente) pesci contro il muso di qualsiasi avversario. Le due creature, è bene ribadirlo, non ci sono parse le scelte più adatte per rassicurare i fan sulla qualità del design della nuova generazione.

Il Direct, fortunatamente, ha ripreso subito il ritmo appassionante visto in precedenza, grazie al supporto per il servizio Nintendo Switch Online, che vedrà l'arrivo del catalogo SNES: venti titoli saranno disponibili dal 6 settembre per tutti gli abbonati, che potranno godere e riscoprire pietre miliari del calibro di F-Zero, The Legend of Zelda: A Link to the past, Super Mario World e Star Fox, giusto per citarne alcuni (e si tratta della "prima infornata"). In più, è stato reso noto il lancio di una riproduzione del pad SNES compatibile con Switch.

Dopo il focus sul supporto di Tetris 99, che vedrà un nuovo DLC e delle modalità aggiuntive di gioco, ed al termine di una rapida disamina su Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, è stata annunciata una demo di Daemon X Machina, già scaricabile sullo store. I progressi della versione di prova verranno mantenuti nel titolo finale, ed la build contiene anche la facoltà di testare una co-op locale per quattro utenti.

Un direct non sarebbe tale senza qualche sorpresa, ed ecco quindi un nuovo assalto alla nostalgia con Star Wars Jedi Knight II: Jedi Outcast, previsto per il 24 settembre, che ci rimetterà nei panni di Kyle Katarn. A seguire, troviamo Assassin's Creed The Rebel Collection, un pack esclusivo che conterrà Black Flag e Rogue. Infine, in una rapida carrellata, si sono mostrati nuovamente anche Vampyr, Call of Chtulhu e Devil May Cry 2, all'insegna di un catalogo che si fa sempre più vasto e diversificato.

Combo Breaker

Sebbene non sia stato anticipato, era lecito attendersi una comparsa del tanto desiderato Animal Crossing: New Horizons.

Al titolo sono stati concessi diversi minuti del Direct, e in questo modo abbiamo potuto notare una mole contenutistica di attività e accessori davvero ragguardevole: dallo smartphone fornito da Tom Nook, infatti, potremo gestire diverse app ed il crafting. Proprio su quest'ultimo si basa una piacevole reazione a catena che porta a raccogliere materiali per costruire strumenti che aiuteranno a trovare nuove risorse, in un affascinante rapporto di causa-effetto che promette di tenerci impegnati per un numero smodato di ore. Il tutto è calato nel contesto di un'isola deserta da agghindare a proprio piacimento e che, oltre a essere popolata dagli NPC antropomorfi più celebri della serie, potrà anche essere visitata da altri utenti. Nel prossimo Animal Crossing troveranno infatti spazio la co-op a quattro giocatori su una singola console, nonché il supporto fino a otto partecipanti nelle sessioni online. In pratica, New Horizons conferma ancora una volta le sue peculiarità senza disdegnare nuove e interessanti meccaniche per appassionare i suoi fan.

Manca ancora un ultimo tassello per raccontare questo Nintendo Direct, il più prezioso ai fini comunicativi: il giusto finale. Serviva un annuncio in grado di lasciare un senso di beatitudine nella community, e il dessert è stato presto servito. Si tratta, infatti, di Xenoblade Chronicles Definitive Edition, remake del JRPG sviluppato da Monolith Soft per Wii. Il gioco era stato già riportato in vita come esclusiva per il New 3DS, ma probabilmente la strategia non ha raccolto i frutti sperati. Ecco che rivedremo Shulk nel 2020, con una rimasterizzazione che, quantomeno dal trailer diffuso in rete, sembra migliorare notevolmente il comparto tecnico dell'opera originale.

Nintendo Nintendo, dopo un primo periodo di rodaggio per smuovere le terze parti e comunicare con forza la propria identità ai consumatori, sembra non sbagliare più un colpo. Sebbene ai prodotti noti e attesi sia stato dedicato meno spazio di quanto ci si aspettasse, la carrellata di annunci è stata senz’altro gradita. Alcune sorprese, come Deadly Premonition 2, Overwatch e Xenoblade Chronicles saranno capaci di incontrare i gusti di tutti i giocatori. Stupisce in negativo il contenuto mostrato dal prossimo Pokémon, ma si tratta di una sbavatura che non inficia un Direct incalzante e pregno di novità, tra nuovi orizzonti e vecchie glorie.