Esport

Overwatch League: Play of the Week, le grandi rimonte

Grandi giocate e incredibili rimonte hanno caratterizzato la terza giornata della terza Fase della Overwatch League. Vediamole tutte!

speciale Overwatch League: Play of the Week, le grandi rimonte
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Le ultime giornate dell'Overwatch League sono state un concentrato di sorprese a non finire: hanno messo in scena, infatti, un'incredibile sequela di rimonte e recuperi clamorosi di squadre destinate, secondo gli analisti, alla sconfitta.
    Inoltre, arrivati oramai a oltre metà campionato, possiamo considerare eclissato l'incontrastato dominio delle squadre coreane, che sembrano aver fatto posto ai coriacei e ben organizzati team statunitensi di Boston e Los Angeles. Purtroppo, Philadelphia non riesce a inscriversi tra le grandi, dato che in questa fase sta rallentando moltissimo rispetto alle aspettative.
    Vediamo ora le migliori giocate di questa splendida settimana!

    Los Angeles Gladiators vs Los Angeles Valiant (Map 1: Anubi) - Agilities

    Il derby losangelino è stato uno dei match più combattuti del torneo: a ogni punto dei Gladiators rispondevano i Valiant, e l'ultimo scontro si è combattuto sul filo del rasoio. Le squadre hanno alcune delle rose più competitive del torneo, e l'hanno dimostrato più volte: tra Hydration, Surefour, Fissure e Soon, i grandi nomi si sprecano. Ma la stella che, anche questa volta, risplende più di tutte, è sempre lui: Agilities.

    Giocatore strepitoso per qualità e quantità, è di certo uno dei più bravi Genji del torneo, e probabilmente mette in campo il miglior Junkrat dell'Overwatch League, dopo Jake. Nello scontro con i Gladiators, salva la sua squadra da una disfatta decisamente pericolosa (i Valiant stavano per perdere il secondo punto di Anubi con ancora quasi 5 minuti da giocare) per le sorti future del match. Con ottimo tempismo e con un focus eccezionale, riesce per l'ennesima volta a eliminare in un solo colpo le cure necessarie al team avversario, permettendo ai suoi compagni di liberare il campo da ingerenze esterne. Straordinario.

    London Spitfire vs Boston Uprising (Map: Tutte) - Boston

    Rimonte su rimonte nello scontro tra gli imbattuti Boston e i fortissimi Spitfire: Boston mantiene il sangue freddo anche in una situazione decisamente critica, e nega a Londra persino l'ingresso in zona playoff, sebbene sia ancora è tutto da decidere.

    La partita è da guardare nella sua interezza perché mostra dall'inizio alla fine i valori tattici e tecnici delle due squadre: una volta prese le misure, Boston annulla sostanzialmente ogni strategia degli Spitfire, e rosicchia punto su punto fino alla rimonta finale. Clamoroso.

    Philadelphia Fusion vs New York Excelsior (Map: Ilio) - Pine

    Anche questa settimana, la solita cantilena: ci sono le tattiche e i movimenti di gruppo, e poi c'è Pine. In uno scontro al cardiopalma, mentre Carpe trascina i Fusion in zona playoff annientando per due scontri su due la squadra più forte al mondo, Pine risolve un punto determinante per New York con una serie di giocate micidiali, grazie alla sua solita mira e al supporto costante dei suoi compagni di squadra.

    Guarda caso, per quel turno, dopo un "due a zero" che non lasciava spazio a interpretazioni, New York non perde neanche un giocatore per tutta la partita, sul primo step di Ilio. Fenomeno.

    Boston Uprising vs Seoul Dynasty (Map 3: Nepal) - Mistakes

    Dopo l'addio forzato di Dreamkazper, Boston sembrava poter subire un contraccolpo. Invece, ha trovato in Mistakes un ottimo sostituto, se non una variabile in più nelle fasi offensive del team, che è tra i più vari e ricchi dell'intero torneo.

    Nel determinante primo scontro in Nepal contro Seoul, Mistakes permette ai compagni di eliminare facilmente l'intero team avversario, colpendolo con una singola ultimate. Tempismo eccellente e focus perfetto.

    London Spitfire vs Los Angeles Valiant (Map: Tutte) - Profit

    Profit ha fatto la partita perfetta. Al di là di qualche umana sbavatura, ha messo in scena un Genji pazzesco, uno spazzino dei danni di squadra eccellente, in grado di infilare eliminazioni su eliminazioni con una facilità disarmante, nonostante l'ampia presenza di counter nemici.

    Sebbene Londra abbia rischiato grosso con il recupero dei Valiant nel terzo e quarto stage del match, Profit è sempre riuscito a ottenere il massimo da tutte le situazioni in cui gli Spitfire si trovavano, dando al team londinese la possibilità di battere per la prima volta in questa fase i Valiant, e provando a tenersi ancora aperto uno spiraglio per i playoff (la loro esclusione sarebbe decisamente inaspettata).

    Horror of the Week

    Come ogni settimana, cerchiamo di rendere "mortali" ai vostri occhi anche questi bravissimi giocatori, in modo da non farvi venire voglia di abbandonare per sempre i server dello sparatutto Blizzard!
    Dallas si prende una piccola pausa dal gioco, non contestando nonostante le sei ultimate a disposizione.

    Florida, troppo interessata alle eliminazioni, compie un'inutile strage degli avversari, dimenticando il carico.

    Gesture si lascia prendere dalla rabbia scimmiesca del suo caro Winston, e non contesta il carico.

    Anche per questa settimana è tutto, restate sintonizzati sulle pagine della sezione eSport di Everyeye.it per gli aggiornamenti sulle gare della Overwatch League in programma il prossimo weekend.

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 257
    8.2
    nd