Esport

Overwatch League: Play of the Week, How I Met Brigitte

La Fase 4 della Overwatch League è appena iniziata e l'introduzione di Brigitte ha provocato un meta shift che ha messo in crisi i team.

speciale Overwatch League: Play of the Week, How I Met Brigitte
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Nella prima settimana del quarto stage dell'Overwatch League, la scena è stata letteralmente dominata dal nuovo personaggio della rosa dello sparatutto Blizzard: Brigitte. Tra le varie ultimate bloccate a Genji, gli arresti di Tracer e le cariche stoppate di Reinhardt, la figlia del burbero Torbjorn ha dato spettacolo nelle arene digitali di Overwatch. L'arrivo di Brigitte ha anche causato un netto cambiamento all'interno del meta della competizione, che ancora non utilizza il nuovo Hanzo già attivo sui server del gioco, ma ha già integrato al suo interno numerosi volti nuovi per poterli mettere al fianco di Brigitte, come i tanti ottimi giocatori di Zarya, come Kalios e Hotba. Vediamo dunque le migliori giocate della settimane, tra chi è riuscito a superare il "problema" Brigitte e chi invece lo ha usato a suo vantaggio!

    LOS ANGELES GLADIATORS VS SAN FRANCISCO SHOCK - BISCHU

    L'Overwatch League ricomincia subito con uno scontro tra due squadre che si sono enormemente rinforzate nel corso del tempo: San Francisco ha aggiunto alla sua rosa giocatori eccellenti come Sinatraa e Architect, mentre i Gladiators vantano un Fissure strappato a Londra già da qualche tempo, e che nel nuovo meta può far risplendere il suo Reinhardt.

    Tra le splendide giocate messe in scena in questa prima partita, bisogna sottolineare l'apporto di Bischu e del suo nuovo personaggio, Brigitte, con cui ha letteralmente dominato l'intero terzo scontro del match. La difesa dei giardini è stata controllata con una certa semplicità dall'ex D.Va del team di Los Angeles, che ha eliminato in rapida sequenza ogni avversario che cercava di entrare in zona di contesa. Bischu ha dimostrato di aver maturato un'immediata maestria con un personaggio pubblicato da poche settimane.

    SEOUL DYNASTY VS LOS ANGELES VALIANTS - MUNCHKIN

    Il secondo match della settimana vede uno scontro ancora più acceso, tra due dei team più forti del torneo. Tra le solite, splendide giocate di Fleta e Agilities, vogliamo premiare la visione di gioco di Munchkin, che permette alla sua squadra di giocarsi l'ultima possibilità nel quinto scontro della partita, grazie alla sua straordinaria capacità di bloccare gli avversari in un punto specifico, e fargli perdere del tempo prezioso per contestare, colpendo alla fine al momento giusto.

    Con Tracer, mentre i suoi compagni ancora dovevano spostare il carico al primo punto, si proietta già in avanti, pressando i curatori avversari e tenendoli costantemente in allerta e sotto pressione, spezzando la possibilità di raggrupparsi. Infine, con un'ultimate ben piazzata, spezza ogni possibilità di recupero per i Valiant.
    Ottimo.

    BOSTON UPRISING VS PHILADELPIA FUSION - CARPE

    "È inusuale ricorrere a Widowmaker in questa mappa", commenta il telecronista, dopo aver visto la scelta di Carpe. Poco dopo, dovrà ricredersi: quando sei Carpe, puoi fare quello che vuoi, con quel personaggio. La freddezza e la visione di gioco di Carpe sono eccezionali, e gli permettono di annullare una combinazione di mosse eccellenti da parte dei Boston Uprising: dalla distanza, colpisce Zarya impegnata a far fruttare la sua ultimate contro il resto dei Fusion, e poco dopo aspetta il momento propizio per eliminare Striker, che tentava di ritornare in zona di controllo. Infine, colpisce la Mercy nemica, disorientata dall'improvvisa parità di forze in campo.
    Pazzesco.

    HOUSTON OUTLAWS VS LONDON SPITFIRE - JAKE

    Il nuovo meta è dominato dagli scudi: Reinhardt, Zarya, Brigitte, un pizzico di Orisa. In una situazione simile, era scontato e ovvio che personaggi come Pharah o Junkrat diventassero ancora più determinanti. Di questa loro ennesima riscoperta ce ne da un assaggio Jake, già il miglior Junkrat del torneo, alle prese con una Pharah che ha letteralmente annientato ogni speranza degli Spitfire a ogni nuovo assalto.

    A ogni carica lanciata dalla Brigitte avversaria, Jake rispondeva con una pioggia di fuoco che ne annullava il potere curativo, e che spesso portava anzi a numerose uccisioni, come nello scontro sui giardini di Torre di Lijiang. Contro una squadra inspiegabilmente prima di qualsiasi personaggio in grado di colpirla direttamente (al di là di Zenyatta, generalmente però intento a seguire lo scontro diretto davanti a lui), Jake ha letteralmente fatto il bello e il cattivo tempo, in questo prima match contro la formazione londinese.
    Opportunista.

    HOUSTON OUTLAWS VS BOSTON UPRISING - LINKZR

    Battendo i precedenti mattatori dell'Overwatch League (anche se sconfitti in finale), Houston si candida a un ruolo di primo piano nel nuovo Stage dell'Overwatch League. Lo fa anche perché la vittoria è arrivata con una certa facilità, dovuta forse anche all'aver saputo immediatamente controllare il nuovo meta, e al voler affidarsi alla nuova accoppiata Zarya/Brigitte per alcune mappe specifiche, che premiano una certa forza sulla breve distanza.

    In tutto questo, è però determinante poter comunque contare sulle abilità dei singoli, che di certo a Houston non mancano. Ne è un esempio Linkzr, che con un posizionamento e un tempismo eccellente riesce ad annullare una delle ultimate più determinanti del gioco, e a tenere sotto scacco l'intera squadra avversaria, permettendo ai suoi compagni di conquistare con estrema facilità uno dei punti più ostici del gioco, il primo obiettivo di Hanamura.
    Onnipresente.

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 257
    8.2
    nd