Esport

Overwatch League: Play of the Week, Play of the Week, l'assenza di Mercy

La dodici franchigie della Overwatch League si lanciano a capofitto nel secondo stage della competizione, ora orfana di Mercy.

speciale Overwatch League: Play of the Week, Play of the Week, l'assenza di Mercy
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Dopo il primo focoso girone d'andata, i team dell'Overwatch League si lanciano nel secondo stage della competizione, chi cercando di migliorare le già ottime prestazioni precedenti, e chi invece sperando di invertire nettamente la tendenza. Questa prima settimana ci ha già offerto scontri al vertice (Seoul vs Los Angeles) e in coda (Dallas vs Shangai): vediamo quanto le squadre dell'Overwatch League hanno saputo sorprenderci, tenendo anche conto del nuovo meta, privo della prima onnipresente Mercy!

    SEOUL DYNASTY VS LOS ANGELES VALIANTS (MAP: TUTTE) - Team Dynasty

    Più volte, in questa rubrica, vi abbiamo raccontato dell'eccezionale qualità del lavoro svolto da Agilities e soci nell'annichilire le squadre avversarie con combinazioni perfette e tempestive. Ma neanche l'eccezionale abilità di Agilities e dei suoi compagni ha potuto arrestare i Seoul Dynasty in quella che è probabilmente la miglior partita che hanno giocato dall'inizio della competizione, sia per il livello degli avversari che avevano di fronte che per la qualità dei singoli mostratain campo.

    Non c'è stata una singola, determinante e vitale giocata, ma un costante flusso di danni, cure e supporto che ha impedito persino a uno dei Genji migliori del torneo di essere decisivo come le altre volte. Eccezionali.

    DALLAS FUEL VS SHANGHAI DRAGONS (MAP: VOLSKAYA) - AKM

    Pazzesco: manca la stella, quel Seagull che è sembrato essere assente per tutta la competizione, e i Dallas fanno gioco di squadra, coesi e compatti. Tra tutti loro, uno dei nomi meno spesi nel corso del torneo, AKM, si dimostra un ottimo dps, capace sia di concentrare il fuoco sui medici avversari, sia di combinare la sua dinamicità nel posizionamento con i movimenti dei compagni.

    Nella difesa di Volskaya, mette a segno un'ottima combo con l'eccellente Custa (Zenyatta), eliminando la quasi totalità del team avversario, in uno dei punti più ostici da difendere dell'intero set di mappe disponibili. Certo, i rivali non erano proprio i più ardui da affrontare, ma questo - per Dallas - potrebbe essere l'inizio della svolta.

    LOS ANGELES GLADIATORS VS SAN FRANCISCO SHOCK (MAP 2: NEPAL) - HYDRATION

    Nel trionfale scontro con i rivali di San Francisco, i Gladiators hanno confermato quanto di buono fatto nelle fasi precedenti del torneo: tra le ottime prestazioni di Surefour e Shaz, come sempre è Hydration a mostrare le giocate più entusiasmanti, capaci di trascinare la folla.

    Tra tutte le azioni, che fossero con Genji o con Junkrat, forse la più bella è quella sul secondo punto del Nepal, in uno spiazzo distante dal centro della mappa, ma in questo caso stranamente pieno di avversari: con tempismo e puntualità, elimina i medici nemici, e tiene impegnato il tank avversario quanto basta per garantire un grande vantaggio alla sua squadra. Grandioso!

    HOUSTON OUTLAWS VS LONDON SPITFIRE (MAP 3: KING'S ROW) - Team

    Una delle squadra più forti del torneo contro i campioni in carica: una partita che prometteva scintille, e che ha messo in scena un vero e proprio inferno. In un match vinto 3 a 2 dai ragazzi di Houston, straordinarie giocate e salvataggi all'ultimo minuto si sono succeduti in un tornado di colpi di scena.

    I campioni in carica cedono il passo a degli Outlaws molto carichi, vogliosi di dimostrare le loro abilità e decisamente "in palla", caparbi e molto ben organizzati. Bravissimi!

    LONDON SPITFIRE VS NEW YORK EXCELSIOR (MAP: TUTTE) - Team

    Cosa può esserci di meglio di Houston vs London? Ma ovviamente New York vs London, la finale dello Stage 1 riproposta in salsa "Pine" per l'occasione. Dopo l'esclusione dell'eccellente McCree nella finale giocata due settimane fa, il team di New York perde 3 a 2 contro Londra dopo una partita tiratissima, con ottime strategie e qualche errore forzato dalla bravura degli avversari.

    Pine dimostra di essere praticamente infallibile col cecchino, ma il suo gioco di squadra e i tatticismi non sembrano essere parte integrante della sua esperienza, come si vede da un'ultimate totalmente sprecata nel primo punto di Hanamura. Nonostante tutto, il match è stato entusiasmante e stupendo da seguire.

    DALLAS FUEL VS LOS ANGELES GLADIATORS (MAP 1: HANAMURA) - AKM

    Nella seconda partita giocata dai Fuel in questa settimana, il team di Dallas conferma le buone impressioni del primo incontro, e ribadisce quanto visto prima: AKM è un giocatore eccezionale (l'unico punto perso da Dallas in questo match non vedeva AKM schierato in campo, forse perché la mappa si prestava poco al suo personaggio di riferimento, Soldato76).

    Tra tutte le multiple uccisioni, forse la prima è la più atipica: senza usare l'ultimate, piazzato alle spalle dei compagni, garantisce l'ultimo colpo contro ogni singolo membro del team avversario, facendo sostanzialmente una sestupla senza alcuna fatica. Dopo, si impossesserà delle zone più elevate delle mappe, fornendo un quantitativo di fuoco difficilmente gestibile per i Gladiators: fenomenale!

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 215
    8.5
    nd