Esport

Overwatch League: seconda stagione al debutto, le ambizioni di Blizzard

Tutto pronto per l'inizio della seconda stagione della Overwatch League: prize pool più ricco, otto nuove franchigie e tanto spettacolo.

speciale Overwatch League: seconda stagione al debutto, le ambizioni di Blizzard
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • L'anno scorso la stagione inaugurale della Overwatch League si è imposta come uno degli eventi competitivi da seguire con assiduità e attenzione. Merito del colosso di Irvine che si è mossa molto bene su diversi piani: pubblicità, continuo supporto, marketing e accordi commerciali. Non solo: per cercare di chiudere il più possibile la forbice tra la competizione d'elite e i campionati minori, Blizzard ha rivisto il "Path to Pro" in modo da renderlo un ambiente maggiormente attraente e sostenibile per squadre e aspiranti professionisti.
    Tra l'altro, una modifica al regolamento permetterà anche lo scambio di giocatori tra le varie "Academy" minori delle franchigie e la prima squadra. Il comitato organizzatore ha quindi voluto creare uno scenario inedito, in cui i fan siano maggiormente portati a seguire non solo i loro beniamini ma anche la lega minore dei Contenders.
    Grazie al successo del formato proposto, poi, gli sponsor sono arrivati a frotte. L'ultima, in ordine di tempo, è stata Coca Cola che ha concluso un accordo - pare - di durata triennale che le consentirà di essere la bevanda ufficiale a tutti gli eventi relativi al brand Overwatch (questo include La League, i Contenders, la BlizzCon).

    La sconfinata fan base dello shooter targato Blizzard, poi, si è stretta attorno alle dodici franchigie sostenendo il framework competitivo del titolo e contribuendo a farlo crescere come mai prima d'ora. Il banco di prova definitivo è stata la finalissima di luglio al Barclays Center di New York che ha incoronato campioni i London Spitfire, unica franchigia europea in competizione (di proprietà degli statunitensi Cloud9 ma con un roster totalmente composto da giocatori coreani).
    Ora i migliori giocatori di Overwatch al mondo sono pronti per l'inizio della seconda stagione della Overwatch League che inizierà domani, 14 febbraio. Questa stagione ha in serbo grandi cambiamenti e non poche sorprese per i fan.

    Le venti franchigie, verso il futuro

    Nemmeno il tempo di lasciar posare i coriandoli piovuti sui vincitori della prima stagione che il mercato si è fatto rovente. Non solo: si è iniziato subito a speculare sull'espansione futura della lega, obbiettivo primario dichiarato già mesi prima dal comitato organizzatore, che punta ancora a far diventare la Overwatch League un campionato davvero senza frontiere. Inoltre, la commissione responsabile ha annunciato una modifica anche delle regole relative ai contratti dei giocatori, per dar loro maggior stabilità. Per la stagione 2018, i team potevano solo negoziare contratti di un anno con un'opzione per un altro anno. A partire dalla seconda stagione invece i giocatori e le squadre saranno autorizzati a negoziare contratti fino a tre anni: un massimo di un anno di opzione con uno o due anni garantiti. Ciò dovrebbe dare anche maggiore sicurezza e tranquillità ai giocatori che non dovranno per forza cambiare casa ogni anno.
    La road map è chiara: l'Anno 2 deve servire per espandere ulteriormente la lega attraendo nuovi investimenti e per dare il tempo alle franchigie di costruire le necessarie strutture in cui ospitare team, fan...e gli stessi match di campionato. Già, perché secondo le intenzioni degli organizzatori, dalla stagione 2020-2021 la Overwatch League dovrebbe permettere alle squadre di viaggiare per giocare i classici match "in casa" e "fuori casa", tenendo la Blizzard Arena di Burbank solo per le occasioni importanti.

    Intanto, per la seconda stagione le squadre sono quasi raddoppiate, portando il computo totale da dodici a ben venti franchigie.
    Gli otto nuovi innesti sono stati svelati nel corso dell'inverno: quattro nordamericane, tre cinesi e una europea. Rappresentanti del Nord America sono i Toronto Defiant (roster "full Korea"), i Vancouver Titans, Gli Atlanta Reigns (i giocatori sono di sei nazionalità diverse) e i Washington Justice. Per la Cina, invece, ci sono i Chengdu Hunters (il roster è quasi interamente cinese), gli Hanghzhou Spark e i Guangzhou Charge. L'unica altra formazione europea per quest'anno, invece, sono i Paris Eternal con un roster multinazionale: quattro francesi (tra cui l'esperto "SoOn"), un islandese, un finlandese, un inglese, un polacco, un russo e un portoghese.
    Ricche novità anche per quanto concerne il montepremi della stagione: quest'anno aumentato a $ 5 milioni (1.1 milione andrà al vincitore del campionato), rispetto ai $ 3,5 milioni del 2018. Alla fine di ogni stage, i vincitori guadagneranno ben 200.000 Dollari, mentre i secondi classificati "solo" 100.000.

    Stream e formato

    Il campionato inizierà il 14 febbraio (da noi sarà il 15 all'una di notte), e potrà esser visto sul sito ufficiale della Overwatch League, sul canale Twitch e su MLG.com. Le giornate di campionato si giocheranno dal giovedì alla domenica, con particolare attenzione agli orari del weekend, per favorire il pubblico internazionale.
    Anche quest'anno, la Overwatch League continua la propria collaborazione con ESPN e Disney che si occuperanno di trasmettere le partite sulla TV via cavo negli Stati Uniti. Disney XD trasmetterà tre partite a settimana: la partita finale ogni giovedì e le prime due partite ogni domenica.
    Dato che la Overwatch League ha accolto otto nuove franchigie, il formato del campionato è stato rivisto in modo da permettere a ogni squadra di disputare un totale di ventotto partite nella stagione regolare, contro le 40 partite della scorsa stagione.
    In questo modo, i giocatori potranno avere il giusto tempo per riposare e preparare al meglio ogni match. Ciò dovrebbe alleviare le preoccupazioni legate all'eventuale burnout mentale dei giocatori e darà la possibilità ai team di coltivare il proprio brand e stringere un rapporto più stretto coi tifosi organizzando anche eventi ad hoc nelle città d'origine.
    Ogni vincitore della divisione e le seguenti quattro migliori squadre in classifica (di entrambe le divisioni, Atlantic e Pacific) si qualificheranno per i playoff postseason. Gli ultimi due posti per i playoff verranno assegnati alle squadre che si qualificheranno tramite un torneo play-in che avrà luogo immediatamente dopo la stagione regolare. Ci saranno pause più lunghe per tutta la stagione, incluso un riposo prolungato tra le fasi 2 e 3, per ospitare una specie di All-Star Weekend mid season.

    Le mappe saranno dodici, suddivise come di consueto in Controllo (Busan, Ilio, Nepal), Ibride (Hollywood, Numbani, King's Row), Assalto (Anubi, Industrie Volskaya, Horizon), Scorta (Dorado, Rialto, Route 66).
    Ecco le partite della prima giornata di campionato, per tutti i nottambuli che vorranno guardarsele in diretta. Le due squadre a cui è stato affidato il compito di aprire le danze sono le stesse che si sono giocate la finale della stagione inaugurale: Philadelphia Fusion e London Spitfire. Seguiranno i New York Excelsior contro i Boston Uprising (alle 2:30); Seoul Dynasty contro i Los Angeles Gladiators (alle 4:00) e, infine, chiuderanno la nottata gli Shanghai Dragons che sfideranno i primi debuttanti del torneo, gli Hangzhou Spark (5:30).

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 247
    8.4
    nd