Esport

Overwatch Open Division: ottime prestazioni per i Samsung Morning Stars

Nel weekend appena concluso, i due team dei Samsung Morning Stars hanno continuato a macinare vittorie. Superlativi Linepro, Luft e Thebigone.

Overwatch Open Division: ottime prestazioni per i Samsung Morning Stars
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • La seconda stagione della Overwatch Open Division è ormai entrata nel vivo. I migliori team in circolazione iniziano a emergere e a tenere saldamente le redini della classifica generale, in vista della fondamentale fase di playoff che potrebbe segnare il salto di qualità per molti verso i Contenders. Tra le squadre più in vista in questo momento, i due team dei Samsung Morning Stars (Black e Blue) continuano a rendersi protagonisti di prestazioni ottime, segno di grande dedizione nella fase di allenamento e, soprattutto di una componente comunicativa ormai acquisita e rodata.
    La partita più bella del weekend si è giocata domenica pomeriggio: Samsung Morning Stars Blue contro gli Agumented Authority, in cui milita Midna, un altro nostro connazionale.

    Prima mappa Ilio

    Gli AuA hanno iniziato il match in modo aggressivo. Senza andar troppo per il sottile, sono stati capaci di portarsi rapidamente sul punto di controllo e mantenerlo con tenacia sino a un buon 40%. La reazione dei Morning Stars Blue, però, è stata immediata. I ragazzi del coach Nightslayer hanno sfoderato un gran carattere, con una prima linea indemoniata da cui è emersa una prestazione maiuscola di Linepro con l'ultima arrivata nel roster dell'hero shooter di Blizzard: Brigitte. La figlia di Torbjorn ha trovato immediatamente il proprio spazio in modalità classificata e nell'alveo competitivo di Overwatch, divenendo un ottima alternativa agli altri eroi di supporto.

    La prima frazione, dopo un testa a testa al cardiopalma che ha regalato delle giocate spettacolari su entrambi i fronti, ha visto trionfare per il rotto della cuffia gli Agumented Authority, con un solo punto percentuale di vantaggio sul team di Bergamo.
    Il match è ripartito immediatamente, con le due squadre cariche e pronte a non mollare nemmeno un metro. Per la seconda volta, Midna e Linepro si sono messi in evidenza nei rispettivi ruoli ma lo spettacolo è stato assicurato da tutti i componenti di entrambi i team che hanno saputo prodursi in giocate di alto livello, contendendosi sino all'ultimo punto il controllo del round. Alla fine (e sempre per pochissimo) anche la seconda frazione è stata appannaggio degli Agumented Authority che, così, si sono assicurati il primo punto del match.

    Seconda mappa: El Dorado

    Mappa ostica, quella messicana. Gli Agumented sono stati travolgenti sin dai primi metri mossi in attacco con il loro carico, dettando legge a ogni fight. I checkpoint, nonostante la strenua difesa tentata dai Samsung Morning Stars, infatti, sono stati conquistati inesorabilmente uno dopo l'altro. Con l'inversione dei ruoli, la risposta dei ragazzi di Samsung non si è fatta attendere. Con una velocità pari a quella mostrata dal team avversario nel round precedente, i checkpoint sono caduti sotto i colpi di Luft, Dragoneddy, Najini e Linepro, quest'ultimo ancora una volta sugli scudi. La mappa, in perfetta parità sul 3 a 3, ha reso necessario il ricorso ai tempi supplementari.

    È toccato agli AuA aprire le danze. Questa volta, però, i Morning Stars si sono fatti trovare preparati e compatti. Grazie a un intenso fight e un ottimo posizionamento del team Blue nei pressi del primo checkpoint gli Agumented non sono più riusciti a riprendere possesso del carico, dando così un match point enorme ai ragazzi di Bergamo. Questi ultimi, ringraziando per il regalo, non si sono fatti sfuggire la ghiotta occasione. Con una azione fulminea hanno condotto il carico a destinazione. Uno a uno e palla al centro.

    Terza mappa: Volkskaya

    Il terzo match, nelle fredde lande russe, si è aperto così come si era concluso il precedente: ovvero con una prestazione sublime dei Morning Stars che, in poco più di due minuti, hanno conquistato tutti e due i punti di controllo. Il rush è stato inarrestabile anche grazie alla prestazione sbalorditiva di DNCE (con il suo Zenyatta), Luft e Linepro.

    Gli Agumented hanno risposto immediatamente, seppur con un po' più di fatica. Lo slancio che li ha sospinti nelle prime mappe è sembrato offuscarsi, almeno per un breve momento. Midna e compagni, infatti, all'inizio hanno avuto vita difficile, impiegando qualche minuto in più nella conquista del secondo punto di controllo. Alla fine, però, gli Agumented ce l'hanno fatta aprendo nuovamente la via ai supplementari, dove hanno fatto vedere delle giocate estremamente efficaci, grazie anche alla solidità della prima linea tenuta con esperienza da Midna. I Samsung si sono dovuti arrendere, concedendo la mappa agli avversari.

    Quarta mappa: Numbani

    Il round si è aperto con una comp abbastanza classica per i Samsung che, in attacco, dovevano conquistare il controllo del carico. Dopo qualche colpo di disturbo portato a distanza di sicurezza dalla Pharah di Najini, i tank di Luft e Dragoneddy hanno fatto un'entrata ad effetto scompaginando le fila avversarie senza grande sforzo. Il carico, poi, è stato condotto sino a destinazione quasi in pompa magna dai giocatori di Bergamo i quali sono addirittura riusciti a "salvare" quasi cinque minuti sul timer.

    Al cambio di campo gli Agumented, forse intontiti dalla batosta subita (o a causa della confusione creata dal continuo cambio di composizione della squadra), hanno faticato parecchio a portare avanti il payload. Alla fine, la tenacia ha pagato e gli AuA hanno trascinato - nuovamente e con carattere - il match ai tempi supplementari dove, a spuntarla, sono stati però i Samsung Morning Stars, grazie a una azione corale, coordinata e ottimamente orchestrata. La serie è tornata incredibilmente in parità, per un due a due che ha condotto le squadre alla quinta e ultima mappa.

    Quinta mappa: Numbani

    Il terreno di scontro si è spostato di poco, anche se sono cambiati totalmente gli obiettivi. Gli Agumented hanno provato sin dalle prime scaramucce a prendere possesso del primo punto di controllo ma sono stati inizialmente ricacciati indietro con grande mestiere dai Morning Stars grazie a pick e giocate splendide di Najini (in grado di tarpare le ali alla Pharah avversaria) e di Dragoneddy, inarrestabile con Zarya. Gli AuA, però, non si sono dati per vinti e, dopo un nervoso e tirato testa a testa, si sono portati a casa il primo round grazie a una self destruction del mech della D.Va di Wayfast che ha spazzato via i Morning Stars dal punto di controllo.

    Il secondo round, invece, ha visto l'incredibile dominio totale (un secco 100% a 0) da parte dei ragazzi di Bergamo che hanno riportato, senza nemmeno sudare, la serie in parità. Nel terzo round, invece, ne abbiamo viste di tutti i colori. Thebigone (McRee) e Linepro (Brigitte), assolutamente maestosi, hanno costruito le fondamenta della vittoria definitiva dei Samsung Morning Stars Blue su uno dei team più forti dell'intera Open Division.
    Il team Blue, dunque, con questa combattuta e sofferta vittoria, avanzano nel percorso di avvicinamento ai Playoff con un ottimo ruolino di marcia di sei vittorie su sei all'attivo.

    Gli altri risultati

    Per ciò che concerne gli altri risultati delle ultime due giornate di questa seconda stagione degli Overwatch Open Division, tutti e due i team Samsung continuano sulla loro strada praticamente imbattuti, con sei vittorie su sei match disputati. Da un lato i Blue i quali, dopo la vittoria che abbiamo appena visto, hanno dominato anche contro i Primate con un risultato decisamente meno tirato: 3 a 1.
    I Black capitanati da Sharppp, invece, si sono portati a casa un paio di match abbastanza tranquilli (entrambi per 3 a 0) contro gli OrkGP Red e gli Enemy OW

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 259
    8.2
    nd