Blizzcon 2017

Overwatch: scopriamo Moira, il nuovo eroe di Supporto

Nel corso del panel What's Next dedicato a Overwatch, il lead designer Geoff Goodman ci ha permesso di conoscere più da vicino Moira.

Overwatch: scopriamo Moira, il nuovo eroe di Supporto
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Geoff Goodman, lead designer di Overwatch, è salito sul palco della BlizzCon 2017 subito dopo l'intervento del game director Jeff Kaplan che nel corso della cerimonia d'apertura ci ha deliziati con alcuni annunci bomba relativi all'hero shooter made in Blizzard.
    Geoff, assieme ad alcuni ospiti ha animato il panel "What's Next" di Overwatch, parlando del design della nuova eroina, della nuova mappa "BlizzardWorld" e delle skin a tema Blizzard che arriveranno nel corso dei prossimi aggiornamenti. Tra queste abbiamo potuto ammirare Roadhog nei panni del Macellaio, Tornbjorn nei panni di Magni Barbabronzea, Widowmaker - non poteva esser altrimenti - nei panni dell'indimenticata Ghost Nova. Durante la lunga chiacchierata, c'è stata occasione di approfondire un po' di più le origini e la storia che si cela dietro il volto affilato della nuova arrivata in casa Overwatch.

    Scienziata. Genetista, per la precisione

    Moira, anzitutto, è una scienziata. Questa non rappresenta esattamente una novità per Overwatch, visto che il titolo può vantare un buon numero di eroi legati in un modo o nell'altro all'ambito scientifico. La nuova eroina, però, non fa parte di quel gruppo di scienziati interessati al progresso.
    È una genetista e il suo scopo principale è scoprire il modo in cui poter sfruttare, imbrigliare e modificare l'immenso potere della "natura umana"; una ricerca che ovviamente passa attraverso la manipolazione dei corpi a livello cellulare e del DNA. Molti consideravano il suo lavoro pericoloso e affetto da una totale mancanza di etica. Moira venne persino accusata di avere le stesse, spregiudicate aspirazioni scientifiche che alcuni ritenevano la causa della Crisi degli Omnic.

    Contattata dall'organizzazione segreta Blackwatch, entrò a far parte del gruppo e poté continuare il proprio lavoro sostanzialmente indisturbata assieme a Reyes, Genji e McRee. Dopo lo scioglimento della squadra Overwatch, Moira fu costretta a cercare finanziamenti alternativi per le sue ricerche. Venne così invitata a entrare nel collettivo scientifico che aveva fondato la città di Oasi. Non trascorse molto tempo prima che Talon la reclutasse per servirseneaiutandola, in cambio, nei suoi esperimenti non esattamente conformi alla morale. Doomfist sembra esser stato il suo mentore. Un maestro, certo, ma anche (forse)
    una cavia su cui eseguire ogni esperimento legato al potenziamento artificiale del corpo umano.

    Abilità OP?

    In occasione del panel dedicato a Overwatch, sono state approfondite anche le meccaniche e le abilità che sosterranno la nuova eroina di supporto. Moira, probabilmente l'avrete notato dal trailer d'annuncio, condivide con Zenyatta il concept legato alla dualità tra "cura" e "danno" Le abilità biotiche di Moira le permettono dunque di fornire cure o infliggere danni in ogni situazione. Biomanipolazione è un'abilità a corto raggio: con il grilletto sinistro, Moira impiega l'energia biotica per curare gli alleati di fronte a lei. La mano destra, al contrario, spara un raggio a lunga gittata che intacca la salute dei nemici, curando Moira e rigenerando la sua energia biotica. Il sistema di puntamento ricorda molto da vicino quello utilizzato per Symmetra: una volta agganciato il bersaglio il flusso lo seguirà.I Globi Biotici, invece, funzionano un po' come quelli in "dotazione" a Zenyatta, ma in questo caso non è necessario possedere la medesima abilità nella mira. I globi (che possono curare più alleati nello stesso momento e danneggiare gli avversari) di Moira infatti rimbalzano sulle pareti e ciò potrebbe rendere abbastanza inutile ogni tentativo di evitarli. Da quanto è stato mostrato, questa abilità si presenta estremamente devastante in luoghi angusti che consentono ai globi di rimbalzare più volte, trasformandosi in una trappola mortale per gli avversari.
    Inoltre, Moira può usare l'abilità Dissolvenza per teletrasportarsi, più o meno come avviene con Reyes. In questo modo sfugge dai nemici o restare maggiormente vicina agli alleati che necessitano cure e supporto. Come se non bastasse, Moira possiede una Ultimate che potrebbe diventare sin troppo dominante nel futuro meta. Quando Coalescenza (il nome della sua Ultimate) è carica, Moira mette in campo tutta la sua potenza: lanciando la sua Ultimane può salvare dalla morte più compagni e, contemporaneamente portare un ingente quantitativo di danni ai nemici.

    Oltre a questo, Moira pare anche resistere sin troppo bene ai colpi avversari mentre la Ultimate è attiva, rendendola leggermente OP, almeno da quanto abbiamo potuto ammirare. Ora non ci resta che attendere il suo arrivo nel PTR per capire quale sarà la direzione intrapresa da Blizzard per questo eroe dopo i recenti, assai discussi aggiustamenti che hanno colpito gli altri eroi di supporto (e, in particolare, la "povera" Mercy).

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 259
    8.2
    nd