Esport

PES League: l'Italia in Portogallo con la benedizione di Ettorito97

Venerdì iniziano i primi confronti tra i giocatori volati a Porto per le finali regionali di PES: le speranze degli azzurri e i pronostici di Ettorito97.

speciale PES League: l'Italia in Portogallo con la benedizione di Ettorito97
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • La storia competitiva di PES, lo sappiamo, parla da sempre la lingua italiana grazie alle numerose vittorie internazionali di Ettore Giannuzzi, in arte ETTORITO97. Due volte campione del mondo nella modalità 1v1, nel 2018 ha addirittura bissato il successo di Barcellona conquistando nello stesso giorno anche il titolo iridato nella modalità cooperativa 3v3 con l'altro italiano campione del mondo Luca "IlDistruttore44" Tubelli e lo spagnolo Alex Alguacil, attualmente videogiocatore professionista del FC Barcelona nella eFootball League. La tradizione continua anche nel 2019 con Ettore e Luca già qualificati al mondiale dopo le vittorie di Liverpool nella Regional Final della PES League. E per questo motivo impossibilitati dal regolamento Konami a partecipare o qualificarsi per le imminenti Finals Season 2 di Porto.

    Le eccellenze italiane

    La notizia positiva è che i loro successi hanno iniziato a contagiare l'intera scena competitiva italiana di PES, finalmente conscia della possibilità di eccellere e raggiungere vette inaspettate. Se, fino a un anno fa, i giocatori competitivi nostri connazionali si contavano sulle dita di una mano, compresi i due già citati, oggi sempre più giocatori decidono di intraprendere la strada competitiva delineata da Konami. Per il 2019 la via per il mondiale passa dalle qualifiche di due stagioni: alle Finals partecipano i migliori 16 in 1v1 e i migliori 4 team nella 3v3. I finalisti di ogni Finals Season volano al mondiale di categoria per giocarsi un posto nell'olimpo.

    Alcuni nostri giocatori sono già leggende. È il caso di Emiliano "S-Venom" Spinelli, da sempre tra i top player italiani e nel 2018 si è addirittura aggiudicato il titolo di campione di Germania, dove ormai vive da diverso tempo, qualificandosi proprio per la finale della Season 1 a Liverpool a fine anno: la sua corsa si è fermata solo in finale contro l'altro italiano Ettore Giannuzzi ma non gli ha impedito di ottenere ugualmente la qualificazione ai Worlds 2019. Altra leggenda è Renzo "LoScandalo" Lodeserto, già due volte campione italiano e adesso tornato agli onori della cronaca con il suo ritorno in grande stile nella scena competitiva che conta: sua la qualificazione alle Finals Season 2 di Porto che iniziano il 26 aprile. Nella modalità 1v1 è stato il migliore nelle qualifiche online e inserito pertanto tra i 20 giocatori che in Portogallo si sfideranno per ottenere il pass mondiale. Quattro gironi da cinque con solo i primi due di ogni gruppo che passeranno il turno.

    Renzo sarà impegnato anche nella modalità 3v3 con l'italianissimo team dei Mkers in cui compete in squadra con due giocatori serbi: "KepaPFC1994" e "Roksaczv22". Ma non è l'unico italiano presente a Porto. Anche i Pro2Be, realtà esport emergente che si sta facendo sempre più spazio nella scena italiana e internazionale, saranno presenti con i loro atleti alle finali portoghesi. Salvatore Gagliardo, Giuseppe Spagnolello e Umberto Frusciano hanno staccato a metà marzo il biglietto per la fase delle Regional Finals della Stagione 2 grazie all'ottimo piazzamento ottenuto nel ranking, conquistandosi un posto tra i soli quattro team finalisti su PS4 su oltre 600 partecipanti. A loro favore hanno giocato le 15 vittorie consecutive ottenute nei weekend competitivi e i 130 punti accumulati in 59 gare disputate.

    I pronostici di Ettore Giannuzzi

    Quali siano, però, le reali potenzialità degli italiani in Portogallo lo abbiamo chiesto a un ospite d'eccezione: il già menzionato Ettore Giannuzzi, recentemente incoronato campione dei World Electronic Sport Games in Cina.

    "Personalmente credo che Renzo "LoScandalo" abbia buone possibilità di andare avanti, in particolare nel 3v3. Nella modalità in singolo è sicuramente favorito per il passaggio del turno ma la vittoria la vedo più lontana. Non per demeriti suoi ma perché ci sono giocatori attualmente migliori: penso ad esempio al Alex Alguacil, vice-campione del mondo, e Walid "usmakabyle" Teban, unico giocatore oltre me a vincere due titoli mondiali. "

    Quali sono i tuoi pronostici per la modalità cooperativa?
    "Il principale indiziato per la vittoria finale è il team francese del Monaco che tra le proprie fila può annoverare il già citato Usmakabyle. Secondi potenziali vedo proprio i Mkers con il nostro Renzo e i due giocatori serbi. Difficile, ma non impossibile, il cammino dei Pro2Be. Non tanto per le abilità individuali, indubbiamente presenti in questi talentuosi giocatori, ma per la loro inesperienza, essendo la prima partecipazione a un evento internazionale. Dipenderà tutto da come riusciranno a gestire la pressione e la tenuta mentale: non nascondo che sarebbe bello ritrovarli al mondiale."

    L'attuale format della PES League 2019 è stato modificato rispetto al 2018: ma è realmente il miglior modello possibile che assicura la partecipazione dei migliori al mondiale?

    "Purtroppo devo ammettere di no. Fino al 2018 la PES League prevedeva una serie di tornei a tappe, ovvero un circuito che permetteva di accumulare punti premiando i giocatori con i risultati più costanti e, di conseguenza, i migliori sul lungo periodo. Quest'anno invece hanno introdotto due finali stagionali: meno tornei quindi, ovvero meno possiblità di qualificarsi. Se nel 2018 "sbagliare" un torneo non comprometteva nulla, quest'anno potrebbe essere fatale. Senza dimenticare che alla Season Finals si qualificano i campioni di determinate nazioni che, tuttavia, hanno un livello medio decisamente più basso con scarse, se non infime, possibilità di vittoria. Il precedente format era decisamente più meritocratico e più restrittivo ma assicurava che al mondiale arrivassero realmente i giocatori migliori dell'anno in corso."

    Parlando di mondiale: è già iniziata la preparazione alle World Finals 2019?

    "Non ancora, lo ammetto. Al momento mi sto dedicando anche ad altro, alternando Fortnite e altri giochi al solito PES2019. Anzi, a dire la verità in questo periodo gioco a PES solo per fare da spalla ad Alex Alguacil, mio compagno nei Broken Silence ma ancora alla ricerca della qualificazione mondiale nell'1v1. Le date non sono ancora state rivelate ma intuitivamente, se manterranno lo stesso periodo dell'anno scorso, se ne parlerà in estate. Pertanto ho ancora un mesetto prima di tornare ad allenarmi seriamente: inizierò con due, tre ore al giorno e quattro, cinque partite per riprendere la mano e poi aumentare progressivamente. Ovviamente non ci sarà spazio per altri giochi ma mi dedicherò esclusivamente a PES."

    L'appuntamento con le Season 2 Finals è per venerdì 26 aprile a partire dalle 17:15. Sperando che i nostri azzurri possano incrementare la presenza del tricolore italiano ai prossimi mondiali.

    Che voto dai a: Pro Evolution Soccer 2019

    Media Voto Utenti
    Voti: 50
    7.2
    nd