Play Has No Limits: gli easter egg e gli indizi dello spot di PlayStation 5

Abbiamo analizzato lo spot Play Has No Limits per scovare tutti gli indizi disseminati nel corso della folle partita scacchi a tema PlayStation 5.

PlayStation 5: Play Has No Limits
Speciale: PlayStation 5
Articolo a cura di

Al netto di un ritmo altalenante, il PlayStation Showcase 2021 ci ha regalato diversi momenti di alto livello, dal primo sguardo al gameplay di God of War Ragnarok (leggete qui la nostra anteprima di God of War Ragnarok), fino agli annunci di Spider-Man 2 e Wolverine, i nuovi giochi del Marvel Universe targati Insomniac Games. Con tutta questa carne al fuoco, è stato facile dimenticarsi dello spot "Play Has No Limits" di PS5, utilizzato da Sony per aprire l'appuntamento in modo spettacolare. In realtà, la folle partita a scacchi al centro del filmato era piena zeppa di easter egg e citazioni legate alle grandi IP PlayStation e, più in generale, a diversi titoli e serie multipiattaforma di spicco.

In altre parole il video potrebbe averci dato diversi indizi su quel che sarà il futuro del gaming su PS5, il che ci ha spinto ad analizzarlo con estrema attenzione per scovare tutti i possibili riferimenti nascosti. Tra certezze assolute e semplici supposizioni, accompagnateci in questa "indagine", perché ciò che scoprirete potrebbe sorprendervi.

Una partita a scacchi "differente"

Il filmato si apre con delle inquadrature panoramiche di una grande metropoli, su cui si ergono due file di grattacieli. Una delle due è il dominio dell'individuo che d'ora in avanti definiremo come "Re Bianco", mentre l'altra appartiene al suo temibile avversario, il "Re Nero". Sembra quasi che la città stessa sia una grande scacchiera, pronta a ospitare il match definitivo tra i suoi due sovrani. La modalità della partita a scacchi tra bene e male non ha potuto che farci venire in mente i giovani Eraqus e Xehanort, che in un flashback di Kingdom Hearts III - il terzo capitolo della famosa serie di Square Enix e Disney - si sfidavano a scacchi nello sfarzoso salone di un palazzo fluttuante di Scala ad Caelum.

Che questo sia un riferimento al futuro delle avventure di Sora, Pippo e Paperino? Non ne siamo certi ma ci piace pensarlo. Tornando a noi, il Re Bianco muove il pedone, ed ecco che una giovane con un orecchino a forma di pedone comincia spostarsi per la città. Al minuto 0:21 è possibile osservare due simboli sul muro dietro di lei, a partire dalla fiamma blu più in basso. Questa avrebbe tutta l'aria di essere la fiamma sulla key art di Hogwarts Legacy, l'atteso action gdr ambientato nell'universo di Harry Potter in uscita nel 2022 (volete saperne di più? Ecco la nostra anteprima di Hogwarts Legacy).

La figura di sopra invece rappresenta un misterioso individuo in penombra: qui le nostre sono mere ipotesi ma potrebbe esserci la possibilità che si tratti di una raffigurazione del "karma positivo" tipica di Infamous, action open world supereroistico che ha fatto la fortuna di Sucker Punch nell'era PS3 e PS4. I rumor su di un possibile nuovo capitolo della serie circolano ormai da qualche tempo, quindi la nostra teoria potrebbe avere un suo senso.

Al minuto 0:24 il Re Nero si prepara a fare la sua mossa, in una grande sala decorata con un immenso quadro raffigurante Kratos e Atreus di God of War Ragnarok. Ora sappiamo che il secondo capitolo del nuovo filone andrà a concludere il viaggio norreno dei due guerrieri, quindi - vista l'importanza assolutamente cruciale della produzione - non ci stupisce che Sony abbia deciso di dedicarle uno spazio così importante. Intanto la giovane pedina nera insegue l'avversaria, che al minuto 0:27 supera velocemente un muro raffigurante gli stemmi del clan Mishima di Tekken, il celebre picchiaduro di cui nel prossimo futuro dovremmo vedere annunciata l'ottava iterazione.

La pedina bianca continua la sua fuga sui tetti, finché allo 0:34 - e cioè mentre salta giù dal palazzo - non si vedono diverse cose interessanti. In primo luogo, c'è un enorme pannello che raffigura Nathan Drake e Chloe Frazer, che come da conferma ritroveremo nella Uncharted: Legacy of Thieves Collection per PS5 e PC. La remaster contenente il quarto capitolo e il gioco standalone chiamato L'Eredità Perduta potrebbe non essere l'ultimo Uncharted di sempre, visto che la serie action/adventure di Naughty Dog ha milioni di appassionati in tutto il mondo (la recensione di Uncharted l'Eredità Perduta è a portata di click). Ma adesso è presto per dire di più. Sul muro del fabbricato poco distante invece troviamo diversi manifesti, con uno raffigurante la versione cartoon di Aloy - che sarà la protagonista dell'atteso Horizon Forbidden West - e un altro che ritrae una donna, probabilmente ricercata.

La terza serie di poster strappati e non colorati potrebbe mostrare i personaggi di Dragon Quest Slime mentre il semaforo della scena proietta sullo schermo uno dei celebri anelli dorati di Sonic the Hedgehog, il porcospino blu più famoso di sempre.La folle corsa si sposta nelle gallerie della metropolitana, con la pedina bianca che supera un tornello pieno di sticker al minuto 0:36.

Date le dimensioni ridotte delle immagini in questione, anche in questo caso dobbiamo azzardare un'ipotesi: in basso a destra è visibile quello che potrebbe essere uno dei draghi superiori delle avventure di Spyro, disegnato peraltro con lo stile della remaster nota come Reignited Trilogy, mentre in alto a sinistra potremmo star vedendo uno scenario virtuale alla Astro's Playroom, il riuscitissimo platform preinstallato in tutte le PS5. Francamente non vogliamo spingerci in teorie troppo ardite con gli altri sticker, anche perché d'ora in avanti vi daremo degli spunti a dir poco succulenti.

Nel vivo dell'azione... e delle citazioni

Arrivata in una stazione centrale ampia e maledettamente affollata, la Pedina Bianca scende uno scalone mentre su un ampio tabellone appare una scritta a scorrimento al minuto 0:39, che reca "Valistea 06:16". Su questo indizio/reveal abbiamo pochi dubbi, sia perché Valistea è il nome della terra che ospiterà gli eventi di Final Fantasy XVI, sia perché l'orario di partenza è evidentemente una data: il 16 giugno 2022 (non dimenticate di leggere la nostra anteprima di Final Fantasy 16).

Non ci stupiremmo se la suddetta fosse proprio la data d'uscita del gioco in esclusiva temporale PlayStation 5. Tornando a noi, la Pedina Nera perde di vista l'avversaria ma in compenso allo 0:40 è possibile vedere i famosissimi fantasmini di Pac-Man, la leggendaria icona del gaming che a questo punto potrebbe avere un futuro sulle console di Sony. Visto il fallimento della sua sottoposta, il Re Nero è furioso e batte con forza un pugno sul tavolo. Il Re Bianco invece accenna un ghigno di soddisfazione e schiera il suo alfiere, che di fatto è una decappottabile bianca piena di sgherri.

Dopo aver caricato la Pedina Bianca, l'auto sfreccia a tutta velocità per la città ma viene raggiunta dai cavalli del Re Nero: parliamo di un gruppo di agguerriti motociclisti intenzionati a mandare fuori strada il veicolo. La scena ci ha fatto venire subito in mente GTA e infatti allo scoccare del primo minuto - quando la Regina Nera appare in tutta la sua malvagità - le telecamere di sorveglianza mostrano l'inseguimento con visuale top-down, quasi a voler rievocare il passato della serie.

Che questo sia un rimando alle versioni remaster di Grand Theft Auto III, Vice City e San Andreas annunciate ufficialmente qualche giorno fa? (qui trovate la nostra anteprima di GTA Trilogy). Facendo un piccolo passo indietro, al minuto 0:58 dell'inseguimento è possibile vedere l'insegna del locale "Bright Falls", che è la località montana in cui hanno luogo gli eventi di Alan Wake, tornato di recente in edizione rimasterizzata. Sempre nei medesimi fotogrammi è possibile scovare il logo di Sly Cooper, la famosa saga del ladro procione partorita dai ragazzi di Sucker Punch. Anche in questo caso, pare proprio che la serie di avventure platform conoscerà l'arrivo di un quinto capitolo per PS5, sebbene al momento il nome del team che potrebbe occuparsene sia avvolto nel mistero.

Al minuto 1:02, mentre l'inseguimento raggiunge il suo climax, è possibile vedere due graffiti molto interessanti. Il primo è un granchio, che potremmo tranquillamente connettere a Death Stranding Director's Cut, mentre il secondo è il logo di Final Fantasy 7 Remake. In entrambi i casi, non sono tanto le versioni PS5 a interessarci, quanto la possibilità di assistere all'annuncio dei rispettivi sequel nel prossimo futuro. D'altra parte secondo Norman Reedus le trattative tra Sony e Kojima Productions per lo sviluppo del seguito di Death Stranding starebbero già avvenendo, quindi non stiamo parlando di aria fritta.

Tornando alla partita a scacchi, mentre la Regina Nera scaraventa gli scacchi per aria, furiosa per il fallimento dei cavalli, il Re Bianco schiera la sua regina, il cui elicottero è diretto verso uno dei grattacieli del Re Nero.
Al minuto 1.13 - durante la panoramica dei grattacieli - è possibile vedere dei particolari simboli capeggiare sull'ultimo palazzo a sinistra. Parliamo dei medesimi simboli dei guantoni di Ryu, l'impavido lottatore di Street Fighter, che in futuro dovrebbe tornare con un'iterazione next-gen.

Mentre l'elicottero si avvicina alla roccaforte nemica, ecco apparire altri due sticker di spicco al minuto 1.15. Si tratta dei mitici frutti Wumpa di Crash Bandicoot, con uno dei due che dovrebbe rappresentare il simbolo di Wumpa League, un nuovo gioco che sarebbe in sviluppo press Toys For Bob. I dettagli sulla natura del progetto sono assai pochi ma a questo punto non dovrebbe mancare molto per saperne di più.

Quando la Regina Bianca atterra sul grattacielo al minuto 1.18, segnaliamo l'insegna del Candy Bar, uno dei locali della caotica isola Blackreef di Deathloop, il particolare action adventure dai creatori di Dishonored (eccovi la nostra recensione di Deathloop).

L'inganno del Re Bianco e il gran finale

La sovrana dai capelli blu fa partire l'allarme antincendio e getta nel caos la tesoreria del Re Nero, che nel frattempo schiera le sue "torri". In questo caso si tratta di veicoli blindati che trasportano delle unità di forze speciali al servizio del sovrano. I combattenti fanno irruzione nel grattacielo - quasi come fossero usciti da Rainbow Six Siege - e ci regalano altre due citazioni non da poco al minuto 1:33.

Tra le decorazioni poste sulle pareti dell'atrio del grattacielo infatti ci sono il piccolo teschio di Helldivers, lo sparatutto a scorrimento incentrato sull'umanità di un futuro lontano, e il simbolo degli Illuminados, la celebre setta che Leon Kennedy si ritrovava a combattere durante gli eventi di Resident Evil 4. Che i responsabili del remake di Resident Evil 2 si stiano occupando del rifacimento del quarto capitolo è cosa (quasi) certa ma resta da capire quando assisteremo effettivamente al suo annuncio. Per quanto concerne Helldivers, sono diversi gli appassionati desiderosi di giocare al suo sequel, il che potrebbe aver spinto Sony ad accontentarli.

L'unità speciale del Re Nero intanto raggiunge la Regina Bianca, che - con le mani alzate e lo sguardo fintamente triste - è seduta a una scrivania che ospita il modellino di un caccia (minuto 1:39). È assai probabile che questo sia legato alla longeva serie di Ace Combat, che con il solidissimo Skies Unknown ha fatto la felicità dei patiti del volo nel 2019: è forse arrivata l'ora dell'ottavo capitolo? Intanto l'espressione "sconfitta" della Regina Bianca si tramuta in un sorriso di vittoria, che - tra il trucco e il colore dei capelli della donna - ci ha ricordato molto da vicino Harley Quinn.

In altre parole, la sovrana stessa potrebbe essere un gigantesco omaggio al Suicide Squad di Rocksteady, grazie al quale vestiremo i panni di alcuni dei più temuti villain del DC Universe nel 2022. Mentre il Re Nero crede di aver ormai trionfato sull'avversario, il Re Bianco sorride, perché il suo rivale ha abboccato alla trappola. Intanto la Regina Nera scende dalla sua Mercedes Vision GT, posta a celebrare la prossima uscita di Gran Turismo 7, per andare a prendere in custodia la sua folle controparte.

L'esercito del Re Nero è in festa, distratto dalla caduta della potente nemica, ed è in questo momento che il Re Bianco passa al contrattacco: a 1:57 vediamo la Pedina Bianca intrufolarsi nel grattacielo principale del Re Nero, con un fare "stealth" che potrebbe strizzare l'occhio a Metal Gear Solid e, nello specifico, al rumoreggiato remake di Bluepoint Games. La nostra teoria si rafforza tirando in ballo un'altra storica IP di Konami, che Sony potrebbe aver omaggiato in questa stessa scena. Sul bancone della guardia del palazzo infatti si intravede una vecchia radiolina, che ci ha ricordato la famosa radio di Silent Hill 2, l'amatissimo survival horror sviluppato dal Team Silent.

Neanche a dirlo, anche il ritorno di Silent Hill è da tempo al centro di incessanti voci di corridoio, che lo spot di PlayStation potrebbe aver reso ancor più concrete. Intanto la Pedina Bianca raggiunge la sala del trono nero e il sovrano, in un misto di delusione e incredulità, le consegna la corona. La Pedina Bianca torna in piazza a festeggiare coi suoi compagni d'arme, che al minuto 2:21 urlano di gioia dinanzi alla statua di Aloy, l'eroina di Horizon Forbidden West (fermatevi qualche minuto a leggere la nostra anteprima di Horizon Forbidden West).

La rivoluzione si è compiuta e i giocatori hanno vinto. Come avrete potuto notare dall'impostazione narrativa del video, il titolo dello spot non è scelto a caso: d'altronde, quando l'utente si spinge oltre le convenzioni e i limiti imposti dalle regole ludiche può dimostrare che il gioco non ha limiti. Un concetto che rappresenta la stessa filosofia d'approccio adottata da Sony con le sue opere.