Pokemon Sole e Luna TCG: le novità dell'espansione Guardiani Nascenti

Abbiamo approfondito Guardiani Nascenti, seconda espansione del Gioco di Carte Pokémon Sole e Luna, con la campionessa nazionale Martina Canto.

speciale Pokemon Sole e Luna TCG: le novità dell'espansione Guardiani Nascenti
Articolo a cura di
Disponibile per
  • 3DS
  • Milano, 3 maggio 2017 - Invitati negli uffici di Gedis Group per imparare a giocare a Guardiani Nascenti, seconda espansione del Gioco di Carte Collezionabili Pokémon Sole e Luna, ammettiamo candidamente di aver provato quel po' di agitazione che è propria di chi, con un certo tipo di attività, non è mai andato troppo d'accordo. Chi vi scrive, difatti, potrebbe benissimo identificare nei GCC la propria, personalissima "discomfort zone", eredità di quando gli amici tentavano d'iniziarlo alla nobile arte delle Magic, salvo poi a restare irrimediabilmente delusi dalle scarse prestazioni del soggetto in questione. Se invece, alla fine dell'incontro, un po' di soddisfazione si è fatta sentire, è senz'altro merito di due fattori molto importanti. Il primo è che si tratta pur sempre di Pokémon, brand che, per un videogiocatore, non ha certo bisogno di presentazioni né di conferme in quanto a generale qualità dei suoi prodotti, anche quando trasversali alla serie digitale.
    Il secondo è che ad accompagnarci nell'apprendimento della disciplina c'era una trainer d'eccezione. Parliamo di Martina Canto, campionessa italiana 2004 e 2008 del Trading Card Game a tema Pocket Monster, da più di dieci anni partecipante anche alle competizioni mondiali e da quest'anno attiva nell'arbitraggio dei tornei videoludici ufficiali. Un mentore niente male, insomma, che ci ha svelato i trucchi del mestiere nel corso di una sfida durata poco più di un'ora - com'è andata a finire non lo specifichiamo: vorremmo preservare un briciolo di autostima.

    Al di là delle regole di base, ovviamente in continuità con quanto fondato dall'espansione precedente, va detto anzitutto che Guardiani Nascenti - un riferimento ai due guardiani delle isole, Tapu Koko e Tapu Lele - introduce qualche peculiarità che saprà catturare l'interesse sì degli estimatori dei mazzi tematici, ma anche, perché no, di qualche curioso proveniente dai titoli per Nintendo 3DS.
    La più rilevante delle quali è sicuramente l'introduzione, oltre ai Pokémon di settima generazione già presenti nel primo set, di molte creature delle passate stagioni non solo in forma originale, ma anche nelle loro rispettive versioni di Alola, l'ambientazione che fa da sfondo agli accadimenti di Sole e Luna. Se gli allenatori della vecchia guardia ricorderanno senza fatica, per esempio, le fisionomie classiche di Sandshrew e Sandslash, due Pokémon di terra, potrebbero stupirsi di trovare qui i medesimi due ma di tipo ghiaccio, che sono appunto le loro controparti della nuova regione. È però importante specificare che i Pokémon tradizionali non possono in alcun modo trasformarsi nelle loro evoluzioni "aloliane", e ovviamente viceversa. Oltre a questo, l'espansione porta in dote dodici nuovi Pokémon-GX, creature che sono in grado di sferrare un attacco talmente potente da poter essere utilizzato da ogni giocatore una sola vota nel corso della partita.

    Dei Pokémon protagonisti, oltre a Tapu Koko-GX e Tapu Lele-GX, vale certamente la pena citare Lycanroc-GX Forma Notte, rappresentato anche sul packaging delle bustine da dieci carte, e Solgaleo e Lunala, star rispettivamente dei mazzi tematici Acciaio Solare e Luna Segreta. Dopo un tradizionale lancio della monetina, proprio come si confà ai migliori gioco a turni, si sceglie chi inizia e si entra finalmente nel vivo delle regole, che sono tante e sfaccettate ma anche -incredibilmente- apprezzabili a più livelli. Piazzato un Pokémon Base in attacco ed eventualmente fino a cinque altri in panchina, si posizionano altre sei carte coperte nell'area del quadrato denominata Carte Premio, guadagnabili solo mettendo K.O. un Pokémon del party avversario. Al che inizia la partita. La gara è strategicamente molto interessante, fondata com'è su principi che replicano in maniera rispettosa alcune delle meccaniche classiche del videogioco. C'è ovviamente il meccanismo delle Evoluzioni, così come il riuso delle statistiche di forza, debolezza e resistenza dei singoli Pokémon in base al proprio elemento d'appartenenza. In più, rispetto al videogame, subentra la dinamica delle carte Energia, da assegnare in quantità variabile ai mostri in campo per consentir loro di sferrare gli attacchi indicati sotto l'illustrazione. Immancabili anche le condizioni che possono affliggere un Pokémon nel corso della battaglia, quali essere addormentato, avvelenato, bruciato, confuso o paralizzato, che si rimuovono per altro istantaneamente all'eventuale evolversi della creatura. Di fondamentale, in più, accenniamo qui alle cosiddette Carte Allenatore, figure speciali che sottostanno a possibilità d'uso differenti e che elargiscono effetti di diversa efficacia, dalle più portentose - denominate Aiuto - a quelle più comuni - dette Strumento -, fino alle potentissime Carte Stadio, le cui conseguenze interessano entrambi i contendenti e permangono per tutta la partita, a meno che non vengano rimosse dagli effetti di altre carte pescate dal proprio mazzo. Vince chi conquista tutte e sei le Carte Premio poste nel proprio lato del tabellone, chi costringe il rivale a esaurire tutte le carte del suo deck oppure, ovviamente, chi mette a tappeto tutti i Pokémon del team opposto.

    Il Card Game spreme ben bene le meningi e coinvolge fin nella sua forma "materica", ma segnaliamo che chi non potesse proprio fare a meno di una rappresentazione a schermo potrà comunque contare sulla presenza, dentro ciascun pacchetto, di un codice per scontrarsi su terreno mobile. Di Guardiani Nascenti esiste infatti una controparte gratuita - per chi comprerà le bustine - che trasla l'arena di gioco direttamente su tablet, fruibile tanto su dispositivi Android che iOS. Un bel modo per convertirsi alla pratica per gradi, insomma. E chissà che anche per i più restii, con il tempo e il costante allenamento, giocare con le carte dei Pokémon non possa diventare una vera e propria passione.

    Che voto dai a: Pokemon Sole e Luna

    Media Voto Utenti
    Voti: 72
    7.4
    nd