Esport

R6 Siege: al via il campionato italiano, tutto quello che dovete sapere

La nuova stagione italica di Rainbow Six Siege sta per partire. Otto formazioni, come di consueto, al via. I Macko pronti a difendere il titolo.

R6 Siege: al via il campionato italiano, tutto quello che dovete sapere
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Qualche giorno fa abbiamo analizzato la scena competitiva europea di Rainbow Six Siege in Europa (potete leggere il nostro speciale sulla EU League di R6 Siege per ulteriori approfondimenti), alla luce delle novità introdotte da Ubisoft Montreal in concomitanza con il debutto dell'Anno 6 del titolo e l'arrivo dell'operatore argentino Flores. Oggi, invece, ci concentriamo sul giardino di casa nostra, come si suol dire: il campionato italiano, o PG Nationals che dir si voglia. Chi sono i protagonisti della nuova stagione, quale il formato? Ve lo spieghiamo noi!

    Il formato

    Il 7 aprile le otto organizzazioni debutteranno ufficialmente nello Spring Split 2021, seconda "parte" della stagione 2020-2021. Al solito, partite di andata e ritorno contribuiranno a plasmare una classifica che permetterà di aver chiare le posizioni dei team dopo la fine del singolo Split.

    Poi, a seconda della prestazione - e della conseguente posizione in classifica di ogni squadra - sarà assegnato un determinato quantitativo di punti. Ad esempio, sono assegnati 120 al primo, 90 al secondo, 70 al terzo e così via. Questi, sommati a quelli guadagnati nella precedente stagione (il Winter Split 2020) daranno origine alla classifica totale da cui emergeranno i team che si sfideranno alla fase finale di metà Luglio.

    L'evento culminante dei PG Nats 2020-2021 vedrà le prime sei squadre classificate accedere a un circuito double bracket, suddiviso tradizionalmente in winner e loser. Inizieranno i quinti e i sesti classificati, con il primo match nel loser bracket. Nel winner bracket invece si giocheranno le due semifinali: prima classificata contro la quarta e la seconda contro la terza.

    Le perdenti cadranno nel loser bracket e potranno giocarsi la loro ultima chance di rimontare. Le due formazioni superstiti di questo insensibile gioco al massacro, infine, si giocheranno la Grand Final. Il vincitore dei Playoff avrà, tra l'altro, la grande occasione di rappresentare l'Italia alla Challenger League, l'anticamera della EU League. Quindi, chi troviamo in questa strana primavera?

    Le otto in corsa, dai campioni alle new entry

    Otto, come di consueto, sono le organizzazioni in corsa per il titolo stagionale e - ovviamente - tutte cullano la speranza di esser tra le magnifiche sei che torneranno a giocare a metà luglio. Chi sono?

    Iniziamo dai Macko Esports, campioni in carica del Winter Split 2020, in grado di strappare una grande prestazione contro gli inossidabili Mkers. L'organizzazione pugliese, relativamente giovane ma tremendamente agguerrita, si è già fatta un nome nell'esport italiano (vincendo tra l'altro anche lo Split di League of Legends, come vi abbiamo raccontato, sempre contro i Mkers) e non solo (la squadra di LoL è attualmente impegnata nei Challenger europei).

    Ora l'org con la "badass attitude" di Antonio Todisco e Alessio Albanese rinnova il proprio impegno nel tactical shooter targato Ubisoft ed è pronta a difendere il titolo di campioni nazionali a tutti i costi. Il roster confermato è di tutto rispetto: l'ungherese Ferenc "SirBoss" Mérész - già nei Penta e G2 - farà squadra con la leggenda del competitivo tricolore Simone "Alation" Gelsi, Michele "j3n4" Strambi, l'irlandese Keenan "Keenan" Dunne e Edoardo "T3B" Treglia (forse tra i migliori talenti in Italia in questo momento). I favoriti.

    I Mkers cercheranno di rispondere con - quasi - lo stesso roster schierato in occasione del Winter Split: a partire dagli inseparabili Aqui e Gemini, per poi continuare con Lollo, Sasha, Scatto. Il team ha salutato Torok, il quale ha lasciato qualche settimana fa, e Sloppy passato ai Notorious Legion. Pronostico? Mkers nuovamente protagonisti. Abbiamo citato i Notorious Legion. La squadra arancio-nero ha stravolto nuovamente il roster, rispetto all'ultimo Split. Ancora francesi - tranne Manuel "Sloppy" Malfer, come dicevamo - ma dei vecchi rimangono solo Otgaz e Kkhz. Alexis "Darkwin" Pujol proviene dai Goskilla, mentre Sami "SurA" Cousin è una new entry. Saranno la sorpresa?

    Gli IGP sono una formazione ormai "storica" per ciò che riguarda il competitivo di Rainbow Six Siege. Si presentano allo Spring Split dopo un discreto Winter e con un roster stravolto. Rimasto solo ATK, la squadra schiererà Falco, Lordy, Pippu, Remix. Troppo presto per dire come se la caveranno i cinque, questa primavera.

    Cyberground Gaming. L'organizzazione palermitana rientra nel PG Nats di Rainbow Six Siege grazie alla defezione dei Goskilla, di cui hanno preso il posto. In realtà l'accordo riguardava anche il roster ma, nonostante il preliminare, l'accordo non si è perfezionato portando le Aquile siciliane a optare per un roster totalmente nuovo, legato alla squadra per due Split. La squadra sarà composta da Marius "Mariushka" Micheli, Raku, Tristan "Helgast7" Veivolo, Goose, Vapoor (ex Outplayed). Anche per i CGG mancano punti di riferimento, riguardo alle loro prestazioni. Non ci resta che vederli in azione.

    Roster interamente straniero per gli Outplayed: si va dal connazionale di SirBoss, l'ungherese csonki, al francese Demoniak, sino allo svedese TreikO e ai due britannici YZN e quick. La curiosità di capire come si comporterà questo roster internazionale c'è tutta.

    Altra realtà italiana che ha puntato su talenti stranieri è Totem eSports, organizzazione esport in piena ascesa, in grado di ritagliarsi un posticino nel PG Nats grazie alla qualificazione agguantata nel Relegation assieme agli Outplayed. La squadra, tutta francese, schiera: DjuZ, Mowwwgli, Easy, Ayzenn, Gamma.

    Ultimi ma non certo per ordine di importanza, gli Hmble. L'organizzazione, presente sulla scena da poco, nel 2020 si è ben comportata salendo dai Relegation per poi attestarsi in quarta posizione nella precedente Regular Season e fermarsi ai quarti di finale delle Winter Finals. Quest'anno ci riprovano con un roster rinnovato. Rimangono cmarcor, wuK e carzi, terzetto italiano che ha accolto tra le proprie fila Nyfuun (francese) e Apexx (britannico). Da tenere d'occhio.

    Dove e quando?

    Veniamo, ora, alle informazioni di servizio se così vogliamo chiamarle. Dove e quando vedere il PG Nats Spring Split 2021 di Rainbow Six Siege? Chi saranno i caster ufficiali? Iniziamo da questi ultimi: confermati al tavolo di commento Filippo "Etrurian" Burresi e Jody "Chinook" Carraro. Invece Mauro "JustRyuk" Barone ha preso la decisione di lasciare dopo due anni. Come di consueto potrete guardare in diretta streaming le partite di campionato sul canale Twitch ufficiale di R6 e sul canale YouTube ufficiale Rainbow Six Italia. L'appuntamento con il debutto ufficiale del campionato, come abbiamo anticipato in apertura, è fissato per il 7 aprile alle 19.00.

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 239
    7.6
    nd