Esport

Rainbow Six Finals di Atlantic City: ai quarti di finale domina l'Europa

Si stanno tenendo in queste ore le finali della Pro League Season 7 di Rainbow Six Siege: il resoconto della prima giornata in diretta dagli Stati Uniti.

speciale Rainbow Six Finals di Atlantic City: ai quarti di finale domina l'Europa
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Nella splendida location dell'Harrah's Theater di Atlantic City i tifosi europei festeggiano l'ingresso di entrambe le proprie rappresentanti in semifinale. Sia i Penta Sport, campioni europei in carica e vincitori del titolo mondiale di due mesi fa a Montreal, che i Millenium hanno conquistato il passaggio del turno nelle finali della Pro League Season 7 di Rainbow Six Siege. Ad attenderli saranno rispettivamente il Team Rogue e il Team Liquid, rappresentanti dell'America: settentrionale e latina.

    Sorpresa Giappone ma non basta

    I Nora-Rengo erano gli underdog della competizione e tutti ne erano perfettamente consapevoli. Persino i loro avversari, il Team Rogue campione del Nord America tra i cui investitori annovera il DJ e produttore Steve Aoki. Con la tipica sfacciataggine di chi partecipa alle competizioni senza nulla da perdere, i giapponesi hanno messo in seria difficoltà il team nordamericano in tutte e tre le mappe disputate.

    La seconda è stata totalmente a senso unico su Coastline con i Nora-Rengo che hanno chiuso rapidamente 5-1 senza che i Rogue potessero opporre resistenza. Su Consulate e Bank, invece, i padroni di casa hanno dovuto fare gli straordinari per evitare una sconfitta che sarebbe stata clamorosa, già a partire dalla prima mappa in cui i nipponici erano avanti 4-1 prima di subire la rimonta e la seguente sconfitta per 4-6 che sa di beffa. Discorso simile nella terza mappa con i Rogue costretti ai supplementari. Alla fine, però, sono ugualmente i favoriti a vincere e a conquistare la semifinale.

    Squadra che vince non si cambia. O forse sì

    I Penta vincitori di tutto sono arrivati all'evento orfani di Ville "SHA77E" Palola, impossibilitato a partecipare per problemi personali, sostituito da Juhani "Kantoraketti" Toivonen. Un cambio forzato che ha subito mostrato i suoi limiti nella prima mappa su Oregon conquistata dagli Evil Geniuses per 5-3 senza troppe difficoltà con proprio Kantoraketti poco lucido.

    Gli EG, dal canto loro, non hanno fatto complimenti cercando immediatamente di chiudere i conti per ottenere la vendetta sportiva attesa dallo scorso Six Invitational. Forse, però, ci hanno pensato troppo, perdendo troppo presto la bussola con i Penta che crescevano sempre più round dopo round. Dopo il 5-2 su Bank, è arrivato anche il sofferto 5-3 su Border. Più sofferto di quanto non sembri: avanti 4-0, i Penta hanno fatto di tutto per farsi recuperare e dare fiducia ai mai vinti EG. Per loro fortuna non è bastato: Bryan e compagni chiudono la pratica sul 5-3 al termine di un round da infarto.

    Francia batte Brasile 2-1

    I Faze durano una sola mappa: quella centrale su Clubhouse in cui si impongono coraggiosamente all'overtime per 6-5. Il team di brasiliani, campione dell'America Latina, è sempre stato presentato come il super team della regione ma agli eventi internazionali fatica tanto, troppo.

    E i limiti di competere in una regione non al livello delle altre si vedono subito contro i Millenium, squadra francese seconda in Europa ma decisamente superiore: in difesa, in attacco, negli uno contro uno e nelle strategie. I rari momenti in cui si distraggono li pagano carissimi con i Faze bravi ad approfittarne: ma giocare di rimessa non porta spesso alla vittoria. Nemmeno oggi. La squadra francese vince 5-2 su Coastline e 5-3 su consulate: con difficoltà ma senza mai destare davvero preoccupazione.

    È ancora Fnatic vs Team Liquid

    Un "ancora" che ha valore trasversale nel mondo eSport. Dopo essersi incontrati al Mid-Season Invitational di League of Legends nella partita decisiva per il passaggio del turno, nella stessa settimana Fnatic e Team Liquid si incontrano anche su Rainbow Six Siege, ancora in un match diretto per l'eliminazione. Contrariamente alla regionalità di LoL, Europa contro Nord America, su R6 i due storici blasoni rappresentano Australia e Brasile.

    E soprattutto questa volta non c'è partita: i Liquid sono decisamente superiori e a dimostrarlo è l'unica vittoria della giornata per due mappe a zero. Solo la prima è davvero combattuta con i Fnatic che tentano disperatamente di tenersi aggrappati al match su Chalet e costringono gli avversari a giocare fino ai supplementari prima di ottenere la vittoria per 6-5. Su Oregon, invece, i Liquid si impongono fin da subito, concedendo due round solo alla fine per rifiatare prima di spingere definitivamente sul 5-2 e conquistare la semifinale contro i Millenium.

    Alle 17.00 di oggi, ore italiane l'inizio delle semifinali. Se nella parte superiore del tabellone Penta e Rogue, nonostante abbiano affrontato avversari di livello differente, sembrano poter dare vita a una sfida più che equilibrata, lo stesso non si può dire della parte inferiore. I Millenium sembrano avanti rispetto al Team Liquid che ha però dalla sua l'incognita dello stato di forma: troppo debole l'avversario dei quarti per determinarne il vero valore.

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 151
    7.6
    nd