Esport

Rainbow Six PG Nats: inizia il Winter Split del campionato italiano di R6

Torna il campionato italiano dedicato al tactical shooter di Ubisoft: il PG Nats. Ecco tutti i dettagli sulla nuova stagione e sulle otto squadre!

Rainbow Six PG Nats: inizia il Winter Split del campionato italiano di R6
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Sono passate diverse settimane dalla fine dell'intensa stagione ‘20-'21 del PG Nats. Nuovi team si sono affacciati sulla scena competitiva nazionale di Rainbow Six e tutto è ormai pronto per l'inizio di una grande stagione esport che ci accompagnerà nei freddi mesi autunnali e invernali. Cosa c'è di meglio se non una copertina morbida, una cioccolata calda con panna e praline, e tanto, tanto Rainbow Six? Gioite, perché la nuova stagione debutta proprio domani pomeriggio. Con l'inizio di questa edizione, la competizione riservata ai migliori team della Penisola subirà una ristrutturazione rispetto al passato. Anzitutto sotto il profilo del design. Stando a quanto pubblicato da Ubisoft e PG Esports, le grafiche avranno un tocco più fresco a livello visivo. Il formato, invece, rimane sostanzialmente lo stesso: il Winter Split 2021 sarà composto da un girone d'andata e ritorno, seguito poi dai Playoff e dalla Finalissima che decreterà il team vincitore dell'edizione invernale del campionato italiano.

    Dove eravamo rimasti?

    Ci siamo salutati, lo scorso luglio, con la vittoria dei Mkers su degli splendidi Outplayed. Per la formazione romana, il 2021 è un anno da incorniciare. Dopo aver concesso il Winter Split ‘20-'21 ai rivali Macko, i ragazzi dei Mkers non si sono più fermati, partecipando a maggio al mondiale di Rainbow Six Siege (ricordiamo, prima squadra italiana a farcela), il Six Invitational, arrivando persino a battere i campioni del mondo uscenti ( vi ricordate gli SpaceStation Gaming di Canadian ora passato ai DarkZero).

    Non solo: i Mkers sono recentemente riusciti a qualificarsi alla European Challengers League, ovvero l'anticamera della "Serie A" di R6, la EU League. Ad affiancare la squadra capitolina in Europa ci saranno i Reply Totem Esports, anche loro qualificati. Del campionato europeo e delle sue novità parleremo più approfonditamente nel corso di un prossimo speciale.

    Ad ogni modo tornando alla scena competitiva nazionale, dopo qualche settimana di stacco per lasciar giustamente spazio all'evento internazionale più importante dopo l'Invitational (il Major Mexico di Rainbow Six Siege), il campionato è partito con il consueto Promotion/Relegation tournament, il quale come sapete definisce le squadre che potranno accedere al PG Nats. La settimana scorsa Cyberground Gaming e IGP hanno lottato strenuamente per poter rimanere al vertice; sforzi che ai Cyberground non sono bastati, sconfitti proprio dagli IGP che così mantengono il loro slot per la stagione entrante.

    La vera sorpresa dell'evento sono stati gli Axolotl, veri e propri debuttanti sul tactical shooter targato Ubisoft, dopo aver ben figurato nel PG Nats di League of Legends.

    Campionato italiano ma poca Italia

    Le otto squadre che parteciperanno alla stagione invernale sono ormai definite. A stupire, quest'anno, è il fatto che il campionato italiano...è sempre meno italiano. Intendiamoci: l'interesse di giocatori internazionali è un sintomo della crescita della nostra realtà; d'altro canto, però, la mancanza di giocatori italiani può essere anche visto come un campanello d'allarme per il futuro dei giovani aspiranti player dello Stivale.

    Delle otto formazioni ammesse al campionato, solo due - le più vincenti - sono interamente composte da giocatori italiani: Mkers e Macko (che hanno appena annunciato l'entrata nel roster del leggendario Sloppy dopo la sua uscita dai Notorious Legion).

    Una nazione pesantemente rappresentata è, invece, la Francia. Sono ben tre i team interamente transalpini: IGP, Axolotl, Reply Totem Esports. le ultime tre squadre sono invece dei patchwork di giocatori provenienti da diverse scene esport. Gli Hmble hanno due player italiani, due britannici e un russo (Namea, che aveva già militato negli Outplayed un paio d'anni fa). I Nubbles (ovvero il rebrand degli ex - già citati - Notorious Legion) hanno lasciato il vecchio roster per assumere la quasi totalità dei Chaos Esports. Infine, anche gli Outplayed si affidano a un roster internazionale: tre britannici, un russo e un francese.

    Il programma

    La Regular Season durerà per ben sei settimane e, come abbiamo detto, inizierà domani, 21 settembre. L'intera stagione verrà streammata live sui canali Youtube e Twitch ufficiali di Rainbow6IT. I caster che ci accompagneranno lungo tutto il campionato saranno Rakki, Etrurian, Chinook e LordChanka, affiancati e supportati da IlSolitoMute e IlBuonPulse. Anche per quest'anno tornerà la collaborazione di Ubisoft e PG Nats con gli sponsor tecnici Intel e Predator Gaming, che saranno partner della manifestazione.

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 237
    7.6
    nd