Esport

Rainbow Six Siege EIC: conclusa la regular season, in quattro vanno in LAN

La regular season del campionato italiano di Rainbow Six Siege targato ESL si è conclusa con grandi match. Ora si pensa alla LAN.

speciale Rainbow Six Siege EIC: conclusa la regular season, in quattro vanno in LAN
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Siamo finalmente giunti alla resa dei conti, proprio poco prima dell'arrivo degli Operatori del G.I.S.: la regular season del campionato italiano di Rainbow Six Siege targato ESL si è ormai conclusa. Martedì sera, infatti, è andato in scena l'ultimo atto di una stagione spettacolare e combattuta sin dai primi istanti. Le otto squadre di Serie A se la sono giocata sino alla fine, mettendoci anima e corpo per raggiungere le fasi finali che, lo ricordiamo, si disputeranno live in LAN. iDomina ed eNd Gaming si sono poste come le mattatrici del campionato sin dalla prima giornata. Un percorso netto ed equilibrato, il loro, che le ha portate proprio all'ultimo appuntamento ad affrontarsi a viso aperto in un big match molto sentito. Gli eNd Gaming, campioni uscenti, sono sembrati quelli più in palla nel corso di tutto il campionato, fermamente determinati a ribadire la propria supremazia, mentre i rivali iDomina si sono trovati ad affrontare il cammino con qualche difficoltà in più. Ad ogni buon conto questa settima e ultima giornata della stagione regolare ha emesso sentenze definitive per tutti i team. Nonostante l'approdo alla fase LAN per iDomina, eNd Gaming, Cyberground Gaming e Ouplayed fosse ormai più che assodata, gli scontri andati in scena martedì sera non sono stati privi di importanza. Oltre all'orgoglio era infatti importante mettere al sicuro (anzi, migliorare) la propria posizione in classifica proprio in vista delle finali, così da beccare l'abbinamento più favorevole. Rimandate senza appello, invece, Hell Gaming (senza alcuna vittoria all'attivo), i due ExAequo (Quantix e Outlaws) e IGP Leviathan.

    Cyberground Gaming vs. Outplayed

    La prima partita trasmessa ha visto contrapposti Cyberground Gaming e Outplayed, due formazioni molto preparate e ben organizzate che hanno saputo tenersi in scia delle due teste di serie. Lo scorso appuntamento abbiamo trovato queste due squadre appaiate a pari punti (12) ma con un map record leggermente diverso. Gli Outplayed, infatti, si trovavano in quarta posizione per via di una sola mappa persa (8-6) contro il percorso leggermente migliore dei CGG (8-5). Il match, dunque, era di fondamentale importanza per entrambi i team. Non stupisce che la partita sia stata molto combattuta (a parte il primo scontro che ci aveva illusi) e si sia protratta per ben tre diverse location.
    La mappa scelta per il primo confronto è stata Kafé, dove i Cyberground Gaming riescono sempre a dare il meglio. E l'hanno fatto anche in questa occasione, mandando in confusione gli Outplayed e portandosi a casa il primo punto con un parziale netto: 5 a 0 e un Mammi spettacolare, autore di ottime giocate e trascinatore con ben 10 kill.

    Dal secondo agone digitale, però, è cambiato tutto. Su Oregon il match si è finalmente acceso e le due squadre hanno dato vita a uno scontro davvero molto equilibrato. Combattendo punto su punto, gli Outplayed sono rimasti costantemente in partita, prendendo il largo sul 3 a 3. Non sono bastate le eclettiche evoluzioni di Falathar (autore addirittura di 19 kill) per mantenere a galla i Cyberground Gaming che, alla fine, hanno dovuto alzare bandiera bianca concedendo la mappa con un 5 a 3 in favore degli avversari. I migliori, per gli Ouplayed sono stati N3M3SIS e ChiNook.
    La terza mappa, quella che si rivelerà poi decisiva ai fini dell'incontro, ha visto le due formazioni confrontarsi su Chalet. A un primo break degli Outplayed di tre game a zero (che pareva ormai aver chiuso i giochi) hanno risposto con grande determinazione i CGG con un come back straordinario che li ha portati a giocarsi il tutto per tutto a tie break. Alla fine, però, grazie alle prestazioni sopra le righe di Nate e Sloppy, gli Outplayed hanno chiuso il match nuovamente sul 5 a 3. Con questa vittoria gli OP conquistano il terzo posto in classifica alle spalle di iDomina ed eNd Gaming, entrambi impegnati nel successivo scontro diretto.

    eNd Gaming vs. iDomina

    Uno scontro al vertice, quello tra eNd Gaming e iDomina, proprio all'ultima giornata di campionato. Entrambi si sono presentati all'appuntamento più atteso a pari punti (18) e con il medesimo map record (12-1). Lo spettacolo, dunque, non poteva che essere assicurato: in palio infatti c'era il primato solitario in classifica. Le due formazioni, decise a non mollare nulla, hanno iniziato a far faville sin da subito, in Border. Gli iDomina sembravano aver iniziato col piede giusto il match e i primi due game sono stati molto equilibrati (1 a 1). Gli eNd Gaming, però, hanno messo la freccia prendendo il largo dopo il lag e il conseguente rehost che, con tutta probabilità, ha fatto perdere la concentrazione agli iDomina. I campioni uscenti si sono dunque portati a casa la prima mappa in modo netto: 5 a 1.

    In Coastline gli iDomina hanno cercato di reagire vincendo subito il primo game. Gli eNd, ovviamente, non si sono fatti prendere dal panico e, in tranquillità (complici ancora grossi problemi di lag e crash per gli iD) si sono portati sul 3 a 2 prima dell'ennesimo rehost. A dispetto degli sgambetti tecnici gli iD hanno pareggiato i conti portandosi sul 3 a 3. Poi, il buio: gli eNd tornano alla grande inanellando due game consecutivi e chiudendo il match sul 5 a 3.

    Gli altri risultati e la classifica finale

    Come abbiamo detto in apertura, tutti e quattro gli incontri erano di estrema importanza per le otto formazioni. Gli Hell Gaming dovevano assolutamente vincere lo scontro diretto contro gli IGP Leviathan. Un'eventuale vittoria infatti avrebbe non solo smosso la classifica ma probabilmente permesso anche l'accesso alla fase di relegation. Invece, ancora una volta nulla da fare per i poveri Hell Gaming che si sono dovuti arrendere ai Leviathan concedendo entrambe le mappe e venendo così spediti direttamente in serie B. I Leviathan invece sono volati a sei punti, sopravanzando gli ExAequo Quantix e concludendo al sesto posto con 2 vittorie e 5 sconfitte. L'altro match, infine, ha visto confrontarsi proprio le due formazioni ExAequo: Quantix ed Outlaws.

    Gli Outlaws, al netto di alcuni scivoloni importanti che ne hanno gambizzato ogni velleità di classifica, si sono dimostrati una squadra di tutto rispetto. Gli ExAequo Quantix, alla fine, hanno dovuto arrendersi alla formazione "sorella" concedendo entrambe le mappe. Questo ha permesso agli Outlaws di rimanere a metà classifica con un quinto posto più che dignitoso. Ora non ci resta che attendere l'inizio della decisiva fase LAN che decreterà chi tra eNd Gaming, iDomina, Outplayed e Cyberground Gaming sarà la formazione campione d'Italia di Rainbow Six Siege. Appuntamento tra poche settimane,

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 189
    7.7
    nd