Esport

Rainbow Six Siege: una lunga estate all'insegna dell'eSport

La scena eSport dello sparatutto tattico di Ubisoft non si ferma mai: ecco tutti gli appuntamenti di questa calda estate targata Rainbow 6.

Rainbow Six Siege: una lunga estate all'insegna dell'eSport
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • La scena competitiva di Rainbow Six Siege non si ferma mai, come sappiamo, nemmeno la calura estiva ferma gli stoici pro player. Vediamo i principali appuntamenti esport del tactical shooter targato Ubisoft, in attesa di scoprire tutte le novità che il team di sviluppo canadese ci riserverà per la terza stagione dell'Anno. Per la verità, qualche leak l'abbiamo già adocchiato. Sono infatti comparsi online i nomi in codice dei due prossimi operatori: Oda e Thorn. Il primo dovrebbe essere il combattente croato, che vedremo proprio in occasione della terza espansione, la quale verrà presentata sicuramente al prossimo Major, per poi uscire ufficialmente a Settembre.

    Avremo modo di parlarne, ora però concentriamoci sugli appuntamenti che gli appassionati esportivi stanno aspettando con trepidazione. Non possiamo non iniziare con un imperdibile evento che ci riguarda da molto vicino: la Grand Final del PG Nats 2020/21, la stagione più lunga di sempre.

    Domenica, la finalissima del PG Nats 2020/2021

    Questa domenica, finalmente, potremo assistere alla finalissima del campionato italiano, che incoronerà il team dominatore di una lunga stagione esport. Nel corso dei vari split si sono riconfermate al vertice sostanzialmente due formazioni che, ormai, hanno consolidato da tempo il loro ruolo egemonico nel panorama nazionale e si sono proiettate sempre più verso i palcoscenici internazionali.

    I Mkers, anzitutto, che abbiamo potuto vedere in azione anche al mondiale di Rainbow Six Siege di maggio e recentemente qualificatisi per la Challenger League di R6. I Macko Esports, tra le più felici realtà nazionali di questi ultimi due anni. Al loro fianco, altre formazioni in crescita, come gli Hmble, gli OP, i Notorious Legion e soprattutto i Reply Totem.

    Proprio questa agguerritissima squadra interamente francese ha fatto il colpo gobbo infrangendo i sogni di gloria dei Macko nella fase a eliminazione diretta, candidandosi ad avversario ufficiale - e pericolosissimo - dei Mkers nella Grand Final di domenica pomeriggio. La partita che deciderà un'intera stagione verrà trasmessa come di consueto nel canale Twitch di R6 e inizierà alle 17:00. Non dimenticatevi di connettervi un po' prima dell'inizio delle ostilità, perché per la prima volta nella storia del PG Nats ci sarà una cerimonia di premiazione: i PG Nats Awards, che celebreranno i migliori giocatori e team del torneo.

    La EU League, una poltrona per due

    Allarghiamo la visuale e abbracciamo ora il contesto europeo, dove vedremo in azione ai prossimi Challengers anche le squadre italiane, queste ultime come dicevamo sempre più attive sulla scena internazionale.

    Nella EU League agli sgoccioli i destini di due squadre, attualmente, sono appesi a un filo. Meglio, dipendono dall'ultima giornata di campionato. Quattro, in realtà, sono gli slot a disposizione per volare...in Messico. No, non è un meme. Il Major agostano, quest'anno, non solo si giocherà nuovamente offline - nella speranza che si ripeta l'ottima esperienza (in termini di sicurezza) avuta con l'Invitational di Maggio - ma le squadre voleranno in Centro America, per onorare una scena estremamente vivace e in rapidissima ascesa.

    Non è da molto, infatti, che Ubisoft ha deciso di allargare il numero di regioni competitive e tutto sommato sembra che la risposta delle diverse community locali sia piuttosto positiva.Dicevamo: quattro sono gli slot per il Six Major, ma tre sono già occupati dai team che si sono comportati meglio nel corso dello Stage 2: BDS (ormai una garanzia), Team Empire e G2, questi ultimi tornati alle luci della ribalta dopo aver rivoluzionato il proprio roster in favore di una team composition più giovane e in crescita.

    Resta, dunque, un solo posto e due sono le squadre che ancora sperano di volare in Messico: i Na'Vi, attualmente quarti con 15 punti e i Vitality, quinti a 14 punti. L'ultima giornata di campionato è lunedì e, sulla carta, i Vitality godono dei favori del pronostico. Il team francese, infatti, dovrà vedersela con i modesti Secret. Più arduo - sempre sulla carta - il tentativo dei Na'Vi, impegnati con i BDS. Una volta che i giochi saranno fatti, le qualificate raggiungeranno le altre dodici contendenti al Major di metà agosto.

    Cinco...de Major

    Il Major Mexico inizierà il 16 agosto e terminerà il 22, per una settimana di intensissima competizione con il meglio della scena mondiale. Le sedici squadre si contenteranno il prize pool da 500.000 Dollari e i punti per il ranking che darà accesso al Six Invitational 2022. Abbiamo già i nomi di alcune delle qualificate. Come dicevamo, per l'Europa ci saranno di sicuro G2, Empire e BDS.

    Negli States, invece, matematicamente qualificati sono già gli SpaceStation Gaming (orfani di Canadian, in cerca di altri stimoli) e i Team SoloMid (similmente all'Europa, anche in questo caso ci sono due posti e quattro squadre a contenderseli). Per il Giappone si riconfermano i Cyclops Athletes, a rappresentare l'APAC (Sud) invece ci saranno gli australiani Knights.

    Come potete vedere mancano ancora tutti i team della regione LATAM e buona parte dell'APAC (Nord). Dovremmo comunque conoscere molto presto i nomi dei qualificati, dato che in un paio di settimane si concluderanno tutti i tornei in corso.

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 238
    7.6
    nd