Esport

Rainbow Six Siege PG Nats 2019: otto sotto un tetto

Questa sera debutterà la prima edizione del campionato nazionale di Rainbow Six Siege targato PG Esports. In otto in corsa per il titolo.

speciale Rainbow Six Siege PG Nats 2019: otto sotto un tetto
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • La stagione competitiva 2019 dello shooter targato Ubisoft è in pieno fermento. Si sono concluse da poco le finali della IX Stagione della Pro League che, come sappiamo, hanno regalato per la prima volta al nostro Paese uno spettacolo degno dei migliori palcoscenici internazionali. È però già tempo di ripartire per i giocatori e tutti gli appassionati della squadra Rainbow. Altro giro altra corsa, senza un attimo per tirare il fiato.
    Rainbow Six Siege è, infatti, un titolo in costante evoluzione e giugno sarà proprio un mese ricco di grandi novità, che andranno ad accontentare anche i palati più esigenti. Da un lato Rainbow Six Siege vedrà il debutto dell'Operazione Phantom Sight e dei due nuovi combattenti: lo statunitense Warden e la danese Nokk.
    Dall'altro, tutti gli accaniti fan nostrani potranno godere della prima edizione del PG Nationals, campionato made by PG Esports riservato alle formazioni di casa nostra.
    A fianco di League of Legends, dunque, PG Esports ha deciso di proporre uno dei titoli che attualmente sta godendo, in tutto il mondo, di uno stato di grazia senza precedenti.

    La bomba di mercato

    A contendersi il titolo di campioni nazionali sono in otto: alcune vecchie conoscenze del panorama, diverse novità e interessanti colpi di mercato.
    Partendo proprio dai movimenti di mercato, le sorprese non sono mancate: qualche giorno fa, infatti, è stata sganciata la bomba pre-campionato. Il Team Mkers ha acquisito il roster degli EnD Gaming, ovvero la formazione più vincente di sempre entro i confini nazionali nelle varie edizioni dell'ESL Championship, nonché l'unica a confrontarsi con le grosse realtà europee sin dagli albori della scena competitiva.
    Il roster, rispetto al recente passato, è nuovamente cambiato ma i senatori ci sono tutti e ora Torok, Sloppy, Alation, Blurr e Baka sono pronti a onorare la nuova divisa (che peraltro vanta una grande firma come quella di Armani) portandosi a casa l'ennesimo titolo della loro lunga storia.
    A frenare le ambizioni dei Mkers ci penseranno ovviamente le altre "sette sorelle"
    che hanno risposto alla chiamata di PG.

    Seven Pounds

    Abbiamo già avuto modo di parlare del nuovo roster dei Samsung Morning Stars. L'organizzazione bergamasca, dopo aver già messo radici su alcuni dei più importanti titoli competitivi attualmente in circolazione, si appresta a debuttare sulla scena di Rainbow Six Siege con un roster inedito ed estremamente determinato sotto il profilo della motivazione. Vedremo se i cinque ragazzi della corazzata di Bergamo riusciranno a dimostrare tutto il loro valore e a mantenere quanto promettono.
    Gli Outplayed sono un'altra formazione molto conosciuta del panorama nazionale. Questo grazie principalmente alla loro grande tradizione su League of Legends (l' impegno sul MOBA targato Riot, peraltro, si estenderà anche al torneo ESL Academy League, con il progetto Outplayed Juniores) e alle ottime prestazioni su Clash Royale con il talento DarkBull, vice-campione nazionale.
    Gli OP, quindi, sono un team da tenere assolutamente d'occhio. Soprattutto dopo l'ultima prestazione all'edizione invernale dell'ESL Vodafone Championship. Vero, il roster non è lo stesso e manca Sloppy, confluito nuovamente negli EnD e, per osmosi, nei Mkers. Siamo però sicuri che gli Outplayed sapranno farsi strada verso le posizioni che contano.

    I Notorious Legion sono una realtà relativamente nuova del panorama esport nazionale. L'organizzazione multigaming è nata qualche mese fa dalla partnership stretta tra MT Distribution Group, Virtual Italia e GameTekk. L'organizzazione è già presente su diversi titoli: MotoGP (con l'ex Mkers Ivan Avella); Fortnite; Assetto Corsa; Tekken; Rocket League e, ovviamente, Rainbow Six Siege.
    Ecco i componenti del team: Nathan "Nate" Amatucci (ex Outplayed assieme al compagno N3m3sis), ci sono Marcello "G3ro" Omobono, Mattia "Osho" Federico, Michael "Hunter" Arfanotti, il già citato Cosimo "N3m3sis" de Luna, con Patrick "Brontosauro" Duarte (giocatoresvizzero molto esperto, ex IGP Leviathan) . Tutti giocatori giovanissimi ma esperti e motivati da un'ambizione smisurata: far bene in Italia e affermarsi a livello europeo.
    Tornano in auge gli IGP, pronti a far sentire la loro voce grazie a un roster rinnovato ma impostato su fondamenta solide come Atroci e Neuro.

    Cyberground Gaming ed ExAequo Quantix sono due organizzazioni molto preparate, presenti su Rainbow Six Siege da tempo. Già l'anno scorso, nel campionato targato ESL, si erano rese protagoniste di alcuni match molto interessanti. Addirittura, i Cyberground Gaming riuscirono ad approdare alla fase LAN assieme alle migliori tre del campionato: eNd, Outplayed e iDomina. Quest'anno ExA e Cyberground ci riprovano, rinnovando la loro presenza con nuove formazioni e gran voglia di far bene.
    La vera sorpresa potrebbe essere rappresentata dai Qlash, importante realtà internazionale ormai ben conosciuta ai più grazie ai tornei, alle molte iniziative esport e ai team di Clash Royale, Starcraft, FIFA e Hearthstone. Con Rainbow Six Siege l'organizzazione multigaming si presenta con un roster inedito che vanta alcuni ex componenti degli EMME Gaming. Riusciranno i "Q" ad affermarsi anche con il shooter Ubisoft?

    L'importanza degli sponsor

    PG Esports sembra essersi mossa molto bene sotto il profilo della ricerca di sponsorizzazioni importanti per sostenere la macchina organizzativa. Dallo scorso Spring Split di League of Legends, non senza sorpresa, Vigorsol è diventato il brand sponsor del campionato. Ora, in occasione della frazione estiva, si sono aggiunti addirittura Adidas e Just Eat. Questi ultimi sono due sponsor di un certo peso, che ci fa capire quanto l'esport stia diventando una forza catalizzatrice d'attenzione per molte realtà commerciali che desiderano raggiungere un pubblico giovane e poco incline a esser conquistato dai vecchi territori comunicativi.

    Il programma della prima settimana

    La prima tornata del campionato targato PG si suddivide in due distinti appuntamenti settimanali: il martedì e il mercoledì, sempre alle 19:00.
    La serata inaugurale vede affrontarsi i Notorious Legion e i Morning Stars; gli Outplayed dovranno vedersela coi Cyberground Gaming; i Mkers troveranno invece gli ExA e, infine, gli IGP scenderanno in campo per cercare di trovare la vittoria contro i Qlash.
    Domani si replica: OP contro Mkers; Notorious Legion contro Qlash; Morning Stars contro i Cyberground Gaming e, ultimi ma non ultimi, gli IGP contro gli ExA.

    Che voto dai a: Rainbow Six Siege

    Media Voto Utenti
    Voti: 198
    7.6
    nd