Resident Evil 4 Remake su iPhone 15 Pro Max: che potenza, ma che sforzo!

Provato sullo smartphone top di gamma della Mela, il survival horror Capcom mostra qualche incertezza ma convince comunque.

Resident Evil 4 Remake su iPhone 15 Pro Max: che potenza, ma che sforzo!
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Pc
  • PS4
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Con i nuovi iPhone 15 Pro e Pro Max, Apple ha fatto il suo ingresso nel mondo del gaming tripla A. Già durante il keynote dello scorso autunno, il colosso di Cupertino aveva annunciato l'arrivo nel proprio ecosistema di Resident Evil Village, Resident Evil 4 Remake e Assassin's Creed Mirage. Ora Capcom ci ha dato la possibilità di testare in anteprima Resident Evil 4 su iPhone 15 Pro Max, dopo aver messo alla prova Resident Evil Village su iPhone 15 Pro.

    A differenza dei modelli "lisci", vale a dire iPhone 15 e iPhone 15 Plus, gli iPhone 15 Pro e Pro Max sono dotati del nuovo chipset A17 Pro, che supporta il ray tracing in tempo reale con accelerazione hardware, in grado di offrire prestazioni fino a quattro volte superiori rispetto a quello di tipo software. Durante la conferenza di presentazione, Apple ha anche parlato dell'upscaler MetalFX, che combina le performance della GPU e del Neural Engine per fornire una resa grafica e prestazioni da gaming mai viste sul mercato smartphone. Premesse importanti a parte, la versione mobile del "nuovo" quarto capitolo di Resident Evil ci ha convinto, ma non ancora al 100%.

    Poche opzioni e qualche indecisione

    Spulciando la lista delle Impostazioni, la nostra attenzione è stata immediatamente catturata dalla voce Schermo, dove è possibile scegliere tra le varie opzioni che consentono di personalizzare l'esperienza di gioco a seconda dei propri gusti.

    HDR attivo

    HDR disattivato

    Ad esempio, è possibile ricorrere o meno alla modalità HDR, con differenze importanti in termini di resa finale dell'immagine, di luminosità e di colore. Inoltre è consentito anche attivare o disattivare la distorsione della lente virtuale o il motion blur. Rispetto a quelle presenti in Resident Evil Village, però, le impostazioni appaiono molto limitate, un fatto questo che potrebbe scontentare coloro che si aspettavano un numero generoso di settaggi.

    Per la nostra prova ci siamo affidati a un controller DualSense di Sony, sebbene sia comunque possibile giocare a Resident Evil anche tramite i comandi a schermo, che però ci sono parsi molto scomodi. Venduto a 69,99 euro, il gioco pesa 17,2 GB su iPhone 15 Pro Max e già questo aspetto ci ha stupito favorevolmente: il taglio di partenza per Pro e Pro Max infatti è pari a 256 GB, una quantità di spazio più che in grado di ospitare il prodotto senza dover rinunciare a qualcosa.

    Se si scarica anche il DLC "Separate Ways", Resident Evil 4 arriva ad occupare 31,41Gb sull'iPhone (qui la nostra recensione di Resident Evil 4 Separate Ways). A proposito di spazio in memoria, c'è la possibilità di caricare i salvataggi su iCloud per averli sempre a disposizione e tenerli al riparo da possibili problemi.

    Attenzione però: anche dopo la prima attivazione, questa procedura deve essere condotta manualmente ogni volta dal momento che la sincronizzazione non è automatica. Ultimato il download, ci siamo tuffati nell'avventura, che però ci ha accolto con alcuni crash dopo il filmato iniziale. Improvvisamente ci siamo ritrovati nella homescreen dello smartphone e abbiamo dovuto riavviare il gioco (per fortuna, con tempi di caricamento non eccessivi) e, solo dopo qualche tentativo, siamo riusciti a cominciarlo senza intoppi. Per fortuna, a seguito di questi inconvenienti non siamo più incappati in problematiche simili, divertendoci anche in sessioni da alcune ore in serenità.

    Riscalda poco e gestisce bene la batteria

    La qualità delle superfici non è eccelsa, e purtroppo il discorso si estende al frame rate: siamo lontani da quanto visto su Village per iPhone 15 Pro e ovviamente dalla controparte console (qui trovate la nostra recensione di Resident Evil 4 Remake), soprattutto durante le fasi di gioco vere e proprie.

    Le oscillazioni si fanno più evidenti in specifici frangenti, quando si effettuano uccisioni silenziose, ma anche nel caso in cui si riceva una notifica da determinate app: nel nostro caso è accaduto con Whatsapp e Instagram, sintomo di come il SoC del nostro iPhone 15 Pro Max sia sfruttato quasi al massimo dal gioco. Di rado siamo venuti a contatto anche con ulteriori intoppi. Per dirne una, con il coltello abbiamo rotto un barile che invece di andare in frantumi è sparito nel nulla. Se i filmati hanno mostrato poche incertezze, le sequenze in-game ci hanno lasciato ulteriori dubbi in materia di input lag durante le fasi di fuoco e compromessi grafici di varia natura (si pensi ai contorni molto sgranati della luce della torcia). Probabilmente le oscillazioni della presentazione visiva sono dovute a una impostazione molto aggressiva dell'upscaler di Apple, che con una bassa risoluzione di rendering fatica a ricostruire le informazioni mancanti, restituendo un'immagine non sempre precisa.

    Passando da un ambiente all'altro non sono mancati i cedimenti in fatto di streaming degli asset, si pensi alle porte o alle pareti delle stanze. In compenso, usare armi e coltello è sempre appagante, proprio come su console, al netto delle ovvie limitazioni legate alla dimensione dello schermo. Impressionanti i tempi di caricamento: in queste circostanze la qualità della memoria e l'A17 Bionic mostrano tutti i muscoli offrendo risultati sorprendenti. Dopo una dipartita prematura bastano pochi secondi per ritrovarsi nuovamente al centro dell'azione. Questo risultato non era scontato e ci ha stupito piacevolmente.

    Menzione speciale anche per il comparto audio: con cuffie o meno (abbiamo utilizzato degli auricolari AirPods Pro 2), la sensazione d'immersività è stata spaventosa sotto tutti i punti di vista. Abbiamo messo alla prova l'iPhone 15 Pro Max anche con la modalità mercenari di Resident Evil 4 Remake, che comporta la presenza di molti nemici a schermo in contemporanea. Anche durante le battaglie più intense non abbiamo registrato grosse indecisioni, al di là di alcuni sporadici cali di framerate. Per quanto riguarda l'interfaccia grafica, i tocchi involontari sullo schermo di iPhone 15 Pro Max innescano la comparsa a schermo dell'UI che riproduce i tasti del DualSense e, sebbene sia possibile impostarne la scomparsa dopo un secondo, in alcuni casi potrebbe risultare fastidiosa e invasiva. Sul fronte dei consumi e della gestione del calore, dopo un'ora di gioco con controller collegato via Bluetooth, l'iPhone 15 Pro Max si è riscaldato a un livello che possiamo definire medio, senza costringerci a metterlo in pausa. In termini di batteria invece l'autonomia è scesa di poco più del 13-15%, una percentuale che però vi invitiamo a prendere con le pinze in quanto potrebbe variare da smartphone a smartphone.

    Nel nostro caso avevamo anche installato da pochi giorni iOS 17.2 e Apple ha più volte sottolineato che nei giorni successivi agli aggiornamenti i dati relativi all'autonomia potrebbero non essere accurati, dal momento che i device sono soliti effettuare operazioni in background che implicano un maggiore utilizzo della batteria. Se però i livelli dovessero mantenersi questi, allora saremmo davanti a un buon risultato.

    Tirando le somme su questo nostro incontro ravvicinato con Resident Evil 4 su iPhone 15 Pro Max, la nostra prova ci ha soddisfatto solo a metà. Il gioco è ovviamente quello che gli appassionati hanno apprezzato su console e questa trasposizione su iPhone lo ripropone in piena regola: restano però da sistemare alcune incertezze che speriamo verranno risolte in tempo per l'ennesimo debutto di Leon.

    Resident Evil 4 Remake Resident Evil 4 su iPhone permette di vestire i panni di Leon anche sugli smartphone Apple, in un porting che convince dal punto di vista del consumo energetico, del comparto audio e dell’esperienza di shooting, ma che palesa qualche incertezza in termini di caricamento delle texture e framerate. La strada tracciata da Apple con l’A17 Bionic è interessante e siamo sicuri che il lavoro di Capcom spingerà altri sviluppatori a portare i loro titoli su iPhone 15 Pro e Pro Max che, nonostante le dimensioni dei display, possono diventare degli ottimi compagni per gli amanti del gaming su mobile.

    Che voto dai a: Resident Evil 4 Remake

    Media Voto Utenti
    Voti: 91
    7.9
    nd