Resident Evil Village: cosa sappiamo su combat system, boss e ambientazioni

Analizziamo i recenti rumor sull'ottavo capitolo di Resident Evil per PS5 e Xbox Series X, tra sistema di combattimento e location del nuovo horror Capcom.

Resident Evil Village
Speciale: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Tra le State of Play annunciato ad agosto, le dichiarazioni di Capcom e le indiscrezioni degli insider, pare proprio che nel corso di questo mese rivedremo il buon Ethan Winters, lo sfortunato protagonista di Resident Evil 8 Village. A tal proposito, nei giorni scorsi sono emersi dei rumor incentrati su un presunto evento dedicato al programma Ambassador, che avrebbe chiamato i partecipanti a provare per circa trenta minuti il survival horror di Capcom sotto lo sguardo vigile di Peter Fabiano. Stando alle informazioni divulgate da qualche "beninformato", la demo avrebbe fatto luce su diversi aspetti della produzione, inclusi il ruolo della vecchia signora del trailer, il combat system e perfino una boss fight. Pur non potendo in alcun modo confermare la veridicità di questi dettagli, non nascondiamo di averli trovati piuttosto interessanti e degni d'attenzione, il che ci ha spinto a tornare nel lugubre villaggio europeo per scoprirne i segreti.

    Una "tranquilla" vacanza in Romania

    Capcom si è espressa più volte sul ruolo chiave che il villaggio rivestirà all'interno dell'avventura, arrivando a definirlo come un altro protagonista del gioco. Nel terrificante reveal trailer in cui abbiamo assistito all'uccisione di Mia però è apparsa anche la seconda ambientazione principale: un gigantesco castello dal sapore transilvano. Prima di proseguire, abbiamo ipotizzato una connessione con la Romania non solo perché in molti la ritengono essere il paese in cui è situato il villaggio ma soprattutto perché nel video messaggio dei producer era possibile intravedere il Leu, la moneta corrente rumena. La presunta demo del programma Ambassador tra l'altro non è ambientata nei vicoli del villaggio ricoperto dalla neve, bensì proprio all'interno del castello, che sembrerebbe avere le carte in regola per diventare la "Villa Spencer" dell'ottavo capitolo.

    Sebbene non siano trapelate indiscrezioni sullo stile dell'arredamento o sugli elementi estetici degli interni, sembra che Ethan dovrà esplorare grandi saloni illuminati e stanze immerse nel buio, piene di risorse da raccogliere in appositi elementi distruttibili e, perché no, di documenti legati alla lore o alla trama stessa. Di dettagli sulla tipologia degli enigmi che andremo a risolvere non ne abbiamo, ma la gola profonda ha fatto riferimento alle tipiche chiavi da raccogliere per raggiungere aree altrimenti inaccessibili.

    Nel corso del playtest, infatti, lo sfortunato protagonista ha trovato la chiave per aprire un massiccio portone al pianterreno, che l'ha condotto dritto tra le grinfie di Olga, una delle streghe viste nel reveal trailer. Tra non molto parleremo nel dettaglio di questa temibile nemica, ma al momento vorremmo spostarci su un'altra figura piuttosto intrigante. Visti i tanti punti di contatto tra Village e il mai dimenticato Resident Evil 4, in sede d'anteprima avevamo ipotizzato che il misterioso individuo col cappello fosse nient'altri che il "mercante" dell'ottavo capitolo ma a quanto pare ci sbagliavamo.

    Sempre secondo i rumor, le nostre teorie sulla presenza del losco venditore si sono rivelate fondate, semplicemente non è chi credevamo che fosse. Il veloce montaggio del reveal trailer infatti lasciava intravedere il volto raggrinzito della vecchia mercante, che a quanto sembra avrà anche succose informazioni da condividere, al giusto prezzo s'intende. La donna dovrebbe chiamarsi Morgana e offrirebbe munizioni, oggetti curativi, parti di armi e dettagli sul mondo di gioco. Per dirne una, potrebbe svelare a Ethan i segreti del castello, che sarebbero connessi alle atrocità subite da coloro che una volta erano i pacifici abitanti del villaggio. In ogni caso, speriamo vivamente che gli sviluppatori abbiano caratterizzato al meglio la misteriosa anziana che - rispetto al collega del quarto capitolo - potrebbe non essere un semplice personaggio di supporto.

    I nuovi volti dell'orrore

    La gola profonda si è soffermata anche sulle fattezze dell'inventario, che ha definito come un incontro tra il concept di quello visto in Resident Evil 4 e il design dell'UI di Resident Evil 7. Per combattere i numerosi abomini del villaggio il povero Winters si è armato di pistola (forse di quella vista nel messaggio degli sviluppatori), di un fucile a pompa e di un coltello indistruttibile. Detto questo, dovrebbe essere stata introdotta la possibilità di raccogliere asce e altre armi di fortuna, potenti ma soggette a rapida usura. Possiamo quindi aspettarci un arsenale discretamente ampio e variegato, pensato per far fronte a differenti tipologie di nemici.

    Pallidi, con la pelle marcescente e strani tatuaggi su mani e fronte, gli abitanti del villaggio sembrerebbero aver perso la propria umanità, forse a seguito dell'arrivo di una donna facoltosa che si è impossessata del castello abbandonato per i suoi loschi scopi. In grado di comunicare mediante una lingua locale che però è stata definita "distorta", questi sarebbero armati di daghe, spade, asce e addirittura lance.

    Nello specifico, i nemici con la spada avrebbero un attacco speciale capace di decapitare Ethan, il che costringerebbe il giocatore a tener d'occhio i loro movimenti per portarsi a distanza di sicurezza quando necessario. Inoltre, sembra che alcuni avversari indosseranno pezzi d'armatura amovibili a colpi d'arma da fuoco, una trovata questa che potrebbe aumentare la tensione degli scontri. Un'altra temibile minaccia sarebbe rappresentata dai villici disarmati, delle creature più vicine agli zombie in grado di effettuare balzi per mordere il malcapitato o per scaraventarlo al suolo. Siamo proprio curiosi di capire se i poveretti siano finiti sotto il controllo di parassiti simili alle Plagas. Grazie a una seconda ondata di informazioni, gli ormai noti "lupi mannari" sarebbero capaci di muoversi molto velocemente e, di conseguenza, estremamente difficili da colpire ma la parte più interessante delle presunte rivelazioni è quella dedicata alla figura del "Gorilla-Man". Già apparsa nei rumor dei mesi scorsi, tale creatura sarebbe rivestita da pesanti catene e impugnerebbe un'ascia gigante, in grado d'eliminare il protagonista con una manciata di colpi.

    Simile al boia di Resident Evil 5 per stazza e soluzioni offensive, l'energumeno armato d'ascia urlerebbe di dolore in continuazione, quasi come a voler tentare una disperata richiesta d'aiuto sullo stile di Birkin-G. Se in questo caso si parla di un possibile "mini boss", accompagnato peraltro dai mostri pallidi di cui sopra, Olga rientra a pieno titolo tra i nemici principali dell'avventura.

    Appartenente alla congrega di streghe del reveal trailer, sarebbe capace di far abbattere un fitto sciame di insetti sul povero Ethan. Dopo aver aperto il portone situato al pianterreno del castello, questi avrebbe la possibilità di nascondersi alla vista di Olga che, nel caso in cui dovesse scoprirlo, comincerebbe a ridere in modo terrificante per poi farlo inseguire dai suoi insetti. Sventolando un'apposita torcia, Ethan riuscirebbe a scacciare le infide creaturine per aprirsi un varco e colpire la donna, costringendola a svelare la sua vera forma.

    Tramutatasi in una creatura simile a un aracnide, con lunghe zampe da ragno e i resti del suo corpo umano ricoperti da un'orrida secrezione gelatinosa, la strega verrebbe infine sconfitta, dando la possibilità a Ethan di raccogliere un certo oggetto chiave dai suoi resti. Se quanto abbiamo riportato sui nemici dovesse rivelarsi fondato, il cammino del protagonista sarebbe irto di pericoli d'ogni sorta, per la gioia dei patiti del survival horror. Se da un lato siamo rimasti decisamente incuriositi dalle abilità dei nemici "umani" e dalla rapidità dei lupi mannari, speriamo che il "Gorilla-Man" e Olga non finiscano per assomigliare un po' troppo al boia di Resident Evil 5 e alla sfortunata Marguerite Baker che - stando alla descrizione della strega - sembrerebbe averle "prestato" molte delle sue abilità.

    Tra la difficoltà "ingiusta" e il sogno della VR

    Prima di concludere il nostro viaggio in Romania, vogliamo concentrarci su di una serie di dettagli aggiuntivi, perché hanno destato il nostro interesse. In linea con le dichiarazioni di Dusk Golem, il tester del progetto Ambassador ha avuto la sensazione che ci fossero ancora diversi elementi non definitivi, tra voiceover mancanti e asset provvisori. Questa informazione spiegherebbe le oscillazioni qualitative riscontrate nel trailer d'annuncio di Resident Evil 8, la cui presentazione visiva non ha saputo convincerci pienamente.

    A fornire un'ulteriore prova sui primordi cross generazionali della produzione - che al momento sembrerebbe essere diretta solo su PS5 e Xbox Series X - ci ha pensato PS4 Pro, la console sulla quale girava la presunta demo. Val la pena menzionare la possibile introduzione di una difficoltà che Fabiano avrebbe battezzato col nome di "Ingiusta".

    Abbracciando tale sfida, il giocatore dovrebbe far fronte a un numero addirittura triplicato di avversari in alcune aree ma la gola profonda ha voluto precisare di non sapere se il producer stesse scherzando oppure no. La fonte in aggiunta ha fatto riferimento a un nuovo trailer pubblicato in agosto - magari proprio in occasione del rumoreggiato State of Play - dicendo che potrebbe delineare un po' meglio la storia del gioco e mostrare il ritorno di un altro personaggio importante.

    Non sappiamo se si tratti di uno dei buoni oppure no, ma a quanto sembra il filmato dovrebbe contenere un nuovo plot twist, che speriamo possa rivelarsi degno della scena di Chris Redfield. Infine Capcom avrebbe svelato l'esistenza di una versione VR di Resident Evil Village, di cui però si parlerà soltanto quando, testuali parole, "Sony sarà pronta a farlo": che sia un riferimento all'annuncio di PlayStation VR 2 per PS5? Chi vivrà, vedrà.

    Resident Evil Village Forte di un’ottima varietà di nemici e di un pool d’ambientazioni genuinamente interessanti - dal villaggio ricoperto di neve, fino a un tipico castello degli orrori - Resident Evil 8 Village potrebbe riuscire a espandere e migliorare il già ottimo impasto ludico del settimo capitolo, impreziosendo il tutto con un’atmosfera vicina a quella dell’indagine spagnola di Leon Kennedy. Le informazioni sulle mostruosità, sui personaggi e sull’arsenale di Ethan Winters si sono rivelate piuttosto succose e speriamo che possano essere confermate ufficialmente al più presto. Nel frattempo non ci resta che attendere la prossima apparizione ufficiale del survival horror, che con un po’ di fortuna potrebbe essere dietro l’angolo.

    Quanto attendi: Resident Evil Village

    Hype
    Hype totali: 114
    81%
    nd