Spider-Man: alla scoperta di Felicia Hardy, la Gatta Nera dei fumetti Marvel

Alleata, criminale, amore impossibile: per Spider-Man, Felicia Hardy è tutto questo e anche di più. Ripercorriamo la storia della Gatta targata Marvel...

Spider-Man: alla scoperta di Felicia Hardy, la Gatta Nera dei fumetti Marvel
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Il nostro viaggio alla scoperta dei protagonisti di Spider-Man, volto a conoscere e approfondire la storia editoriale dei personaggi che comporranno il nuovo videogioco in sviluppo presso Insomniac Games, prosegue con Felicia Hardy. L'avvenente ladra meglio nota come Gatta Nera, infatti, dovrebbe essere uno dei comprimari che popoleranno il parco di missioni secondarie nel tie-in atteso per il prossimo 7 settembre: peraltro, su dichiarazione del team di sviluppo, pare che il primo dei tre DLC single player finora previsti per l'esclusiva Sony veda proprio la bella Felicia come protagonista. Insomma, a modo suo anche Gatta Nera avrà un certo spazio nello Spider-Man di Insomniac Games. Parliamo di un personaggio che popola le avventure dell'Uomo Ragno da svariati decenni, sul filo che viaggia tra il ruolo di "sensuale alleata" e quello di "pericolosa nemica", nei panni della criminale nota come "Black Cat": una ladra abilissima, capace di assoggettare al suo volere una nutrita fetta della malavita di New York. E non solo, considerate delle fugaci implicazioni romantiche tra lei e l'arrampicamuri.

    I primi miagolii

    Felicia Hardy debutta nei fumetti Marvel, neanche a dirlo, sulla testata principale dedicata al nostro eroe: Amazing Spider-Man, per la precisione il numero 194, pubblicato nel luglio del 1979. Gatta Nera fu creata dalla mente di Marv Wolfman e dalle matite di Dave Cockrum, artisti che all'epoca stavano cercando una perfetta antitesi da contrapporre a Spider-Woman, controparte femminile del nostro amichevole arrampicamuri di quartiere. Il personaggio avrebbe quindi debuttato sulla testata ad essa associata: tuttavia, il passaggio dello sceneggiatore Wolfman alla serie principale di Spidey comportò che l'autore "trasferisse" con sé il personaggio. La "nuova" Felicia, rispetto agli sketch originali pensati per Spider-Woman, conservò semplicemente il nome e i superpoteri, dal momento che il design definitivo - quello che vediamo ancora oggi, caratterizzato da lunghi capelli bianchi e costume nero impreziosito da pellicciotti albini- venne cambiato sensibilmente. Su stessa ammissione dello scrittore, l'idea deriva da un cartoon americano intitolato Bad Luck Blackie, incentrato sulla storia di un gatto nero che porta sfortuna a chiunque gli si avvicini. Ed è proprio questa una delle abilità specifiche di Felicia: il suo vero "superpotere", se così può chiamarsi, è quello di manipolare la fortuna altrui, in modo da volgere la situazione a proprio favore.

    Tra le altre capacità di Black Cat ci sono anche un'agilità e dei riflessi eccezionali e, ovviamente, una grande abilità nello scassinare - oltre che eccellenti doti manipolatorie derivati dalla sua bellezza, che la rende una delle principali femme fatale dell'Universo Marvel. Uno status quo che l'ha portata, spesso e volentieri, a intessere (perdonate il gioco di parole...) dei rapporti con Spider-Man, più volte sfociati nel romanticismo: un dualismo, questo, molto simile al legame tra Batman e Catwoman, così come in generale le sembianze e il concept del personaggio sembrano chiaramente derivati da quelli di Selina Kyle della DC Comics.

    Le origini di una ladra

    Esattamente come Peter Parker, Felicia Hardy proviene dal Queens, New York. Le sue origini come supercriminale, un ruolo trasformatosi poi in anti-eroina vista la relazione che viene a crearsi con Spider-Man, fanno capo a due eventi drammatici che hanno caratterizzato la sua gioventù: il primo di questi avviene quando scopre che suo padre, rinchiuso per anni in prigione e creduto innocente dalla figlia, si rivela in realtà colpevole delle malefatte per cui era stato incarcerato, facendo emergere a galla la sua vera natura di abilissimo ladro professionista; il secondo, invece, riguarda il suo fidanzato, Ryan, che la violentò quando era una matricola presso l'Empire State University.

    In particolare, quest'ultimo avvenimento porta la Hardy a viaggiare per addestrarsi in svariate tecniche di combattimento e, affinate le proprie capacità di lotta e acrobazia, decide di tornare a New York e vendicarsi dello stupratore. Rimane delusa, però, quando viene a sapere che Ryan è deceduto in un incidente d'auto, mentre era alla guida completamente ubriaco: senza più scopi o punti di riferimento, la futura Gatta Nera tenta di ripercorrere le orme paterne e diventare una ladra. Il background e le origini di Felicia Hardy non risalgono propriamente alle sue primissime apparizioni negli anni Ottanta, nel corso delle quali il suo passato era ancora avvolto dal mistero, ma sono state approfondite soltanto in tempi più recenti. Era il 2002 e negli USA debuttava una miniserie intitolata Spider-Man/Black Cat: The Evil That Man Do, scritta da Kevin Smith e illustrata da Terry Dodson, serializzata fino al marzo del 2006.

    È in questa storia che Felicia rivela il suo tragico passato, vittima di uno stupro che ha segnato la sua vita e ha rappresentato il trauma indelebile che l'ha spinta a diventare una criminale. Assunta, dunque, l'identità della "Gatta Nera", la donna decide di far evadere suo padre di prigione - il quale, purtroppo, perde la vita proprio poco dopo essere stato liberato dalla figlia. È a questo punto che inizia il controverso rapporto tra Spidey e la ladra: se il primo, invaghitosi di lei, cerca a tutti i costi di cancellare il suo passato criminale, di scovare il buono che si annida nella sua anima e di portarla sulla retta via, la seconda rimane sempre più colpita dall'altruismo del suo controverso avversario, arrivando a fidarsi ciecamente di Peter e a conquistarsi il suo affetto. Eppure, Felicia non riuscirà mai a sperarsi del tutto dalla malavita, destreggiandosi tra crimini contro Spider-Man e azioni altruistiche al suo fianco, quando determinati frangenti hanno richiesto un'improbabile e romantica alleanza tra i due.

    Il Ragno e la Gatta

    Una dicotomia, quella tra il Ragno e la Gatta, destinata a permeare le loro avventure fumettistiche e che, anzi, sarà fondamentale nella nascita dell'unico, vero "superpotere" di Felicia.

    Le azioni criminose di Black Cat l'hanno condotta a scontrarsi con i mafiosi del clan Maggia, ma anche con i colossi della malavita newyorkese come Kingpin o supercriminali quali il Dottor Octopus. Spider-Man gioca un ruolo chiave in ognuna di queste peripezie e, spesso e volentieri, interviene in aiuto della sensuale eroina. Felicia inizia così a sentirsi un peso per Peter (che intanto le rivela non solo i suoi sentimenti ma anche la propria identità), e decide di sottoporsi agli stessi esperimenti che crearono lo Scorpione. Il risultato di ciò, a opera di Wilson Fisk, è lo svilupparsi del potere della "sfortuna" in Felicia , che - esattamente come una delle più antiche credenze popolari legate ai gatti neri - inizia a danneggiare chi le sta intorno.

    Un segreto che sceglie di non condividere con il suo Peter, il quale si allontana da lei una volta scoperta la verità: inizia qui la "seconda vita" di Felicia Hardy come ladra professionista, in cui ruba ai ricchi per aiutare i poveri. La sfortuna, però, continua a colpire il povero Parker, che rimane vittima di curiosi eventi di cui non riesce a spiegarsi la natura. Per questo l'eroe si rivolge al Doctor Strange, il quale con un incantesimo annulla il superpotere di Felicia Hardy, attribuendole tuttavia delle nuove capacità: Gatta Nera si ritrova pertanto con forza e agilità ancora superiori a prima, senza contare la possibilità di utilizzare degli artigli retrattili. Dopo aver inizialmente finto di amare ancora Peter - un sentimento che in fondo, nonostante i mille inganni, continua a covare - sceglie di vendicarsi per essere stata lasciata. Comincia quindi una relazione con lo Straniero, un villain mercenario che si è battuto più volte con Spider-Man, e tenta di togliere di mezzo l'arrampicamuri, ma entrambi vengono sconfitti da Peter . Felicia, a questo punto, decide di partire per Parigi. Un addio più o meno definitivo e importante per la vita sentimentale di Peter, che si era innamorato di Gatta Nera dopo la prematura scomparsa di Gwen Stacy. "Fortuna" ha voluto che, una volta allontanatosi definitivamente dalla ladra, Spidey conosce quello che sarà per sempre il suo più grande amore: Mary Jane Watson. Molto tempo dopo, tornata a New York, la Hardy viene a sapere che Peter ha sposato MJ e prova a vendicarsi nuovamente, iniziando una relazione con Flash Tompson - odiato compagno di Peter nel periodo del liceo, borioso e spaccone, che ha bullizzato il protagonista in più occasioni, salvo poi, in seguito, diventargli amico.

    Da anti-eroe a criminale pura

    Gli ultimi anni sono stati decisamente burrascosi per la Gatta Nera, che da anti-eroina ha finito con l'assumere sempre di più dei connotati da vera e propria villain inclusa nel vasto pantheon dello Spiderverse. Recita inoltre anche una piccola parte nella Civil War fumettistica del 2007 di Mark Millar e Steve McNiven, nella quale si schiera inizialmente dalla parte di Iron Man arruolandosi negli Eroi in Vendita al soldo di Misty Knight - che nutrirà dei forti dubbi sulla lealtà di Felicia . Successivamente la gatta passa dalla parte dei ribelli guidati da Capitan America, quando assiste alla morte di Golia Nero per mano di un clone di Thor. La ritroviamo in Superior Spider-Man, celebre corso narrativo imbastito pochi anni fa da Dan Slott in cui la mente del Dottor Octopus prende il controllo del corpo dell'Uomo Ragno: negli scontri che popolano la serie, Gatta Nera viene brutalmente sconfitta da Superior Spider-Man e, per questo, accresce il suo astio nei confronti dell'arrampicamuri: un odio che esplode totalmente quando tenta per l'ennesima volta di vendicarsi del suo ex amato - il quale torna a controllare il suo corpo scacciandovi la mente di Octopus. Siamo, all'incirca, a ridosso del corso editoriale della Nuovissima Marvel, dopo la collisione degli universi in Secret Wars e con Peter che raccoglie l'eredità lasciatagli da Octopus quando era nel suo corpo, prendendo le redini delle Parker Industries.

    In questo frangente Felicia si scontra con Silk, una nuova eroina con poteri ragneschi che diventerà in seguito la sua principale avversaria proprio nel rilancio All New All Different: oggi Felicia è una boss del crimine che si oppone a svariati altri malavitosi. In particolare, con una Silk infiltratasi nella sua organizzazione su ordine di Mimo, agente dello S.H.I.E.L.D., l'abbiamo vista scontrarsi con la Goblin Nation, una società ispirata al Green Goblin che vive nei sotterranei di New York ed è guidata da Phil Urich. Ricordate questo nome? È stato il quarto personaggio Marvel a raccogliere l'eredità di Norman Osborn vestendo i panni del Folletto Verde. Infine, sappiamo che Gatta Nera si è alleata con Testa di Martello per rapire Miles Morales, il nuovo Spider-Man, dopo aver scoperto che in circolazione c'è un altro e più giovane arrampicamuri. Lo scontro che ne consegue, in cui ha trionfato lo Spidey di colore, potrebbe essere il primo di una rivalità tutta nuova, nella quale cambierebbero gli attori in gioco ma non i simboli. Ragno e Gatta, imprescindibili e indissolubili...

    Che voto dai a: Marvel's Spider-Man

    Media Voto Utenti
    Voti: 383
    8.3
    nd