Esport

Splatoon 2: inizia il cammino verso il World Championship 2019

Il sipario sul World Championship 2018 di Splatoon 2 è calato da un po' ma la via verso il mondiale del prossimo anno è già aperta, anche in Italia.

speciale Splatoon 2: inizia il cammino verso il World Championship 2019
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Poche settimane fa, all'interno della splendida cornice dell'E3 di Los Angeles è andato in scena lo Splatoon 2 World Championship 2018, evento culminante della stagione competitiva dello "splattatutto" targato Nintendo. Abbiamo visto come la casa di Kyoto abbia finalmente manifestato apertamente l'intenzione di dedicare risorse e mezzi al framework del gaming competitivo. Già l'anno scorso i segnali si erano manifestati, con la prima edizione della coppa del mondo di Splatoon 2. In quell'occasione, però, l'atmosfera era ancora "dimessa", quasi fosse la prova generale di ciò che ci avrebbe atteso l'anno successivo. Il 2018 è stato, per così dire, la consacrazione del nuovo corso intrapreso da Nintendo. Intendiamoci, come abbiamo già espresso qualche tempo addietro, la strada che la grande N deve percorrere è ancora molto lunga per riuscire a ritagliarsi il proprio spazio nel panorama competitivo ma i segnali sono assolutamente incoraggianti.
    Segnali giunti, appunto, in occasione dell'E3 allorquando, presso l'evocativo Belasco Theatre nel cuore di Los Angeles, Nintendo ha messo in piedi addirittura due tornei. Uno, dedicato all'attesissimo nuovo capitolo per Nintendo Switch del brawler più famoso al mondo: Super Smash Bros. Ultimate. L'altro, invece, proprio dedicato ai coloratissimi fiumi d'inchiostro del peculiare shooter targato Nintendo.

    La - lunga - scalata verso il successo

    Nel corso della due giorni che ha accompagnato il Direct quattro team, campioni provenienti da ognuna delle regioni in cui è suddiviso l'ecosistema competitivo di Splatoon 2, si sono dati battaglia per sollevare il scintillante trofeo e strappare il titolo di dominatori assoluti. Backsquids, GG Boyz, Yeah Nah, e Set To Destroy X hanno tutti dato il là a un agonismo vivace, esplosivo e davvero molto divertente da guardare. Alla fine, però, a prevalere sui campioni europei in carica Backsquids, sono stati i nipponici GG Boyz, autentici mattatori dell'intero torneo, nonché già campioni in patria, in cui la scena competitiva di Splatoon 2 è tra le più agguerrite e difficili al mondo.

    Ora, spenti i riflettori e calato il sipario della competizione mondiale per il 2018, il campionato è già pronto a risorgere dalle proprie ceneri per la nuova edizione che culminerà, ovviamente, nel 2019. In questo lasco di tempo si svolgeranno molti eventi dedicati al colorato shooter Nintendo, molti dei quali saranno validi per ottenere la qualificazione al campionato regionale prima e, poi, all'ambitissima fase finale, sempre a Los Angeles.
    In Europa, territorio che ci riguarda da vicino, è iniziato lo Splatoon 2 European Championship 2018-2019. Le migliori squadre europee si stanno preparando allo scontro. Le loro armi sono già piene di inchiostro e si daranno battaglia per scalare l'imponente "piramide a gradoni" che rappresenta la via verso il mondiale e che inizia con il campionato nazionale. Dodici sono i territori europei inseriti nel circuito competitivo di Splatoon 2, tra cui ovviamente figura anche il nostro Bel Paese. Va detto che non abbiamo maturato una grande tradizione ma le cose potrebbero volgere al meglio proprio quest'anno.

    Il torneo nazionale

    Grazie alla collaborazione tra la piattaforma ESL e Nintendo ha preso il via il campionato italiano ufficiale, denominato Go4Splatoon2 Italy. Il torneo, presenta il consueto format che caratterizza la maggior parte delle competizioni organizzate da ESL, ovvero turni settimanali (ogni domenica) con finali mensili che mettono in palio premi in hardware Nintendo. La competizione nazionale dovrebbe terminare a febbraio 2019.
    I requisiti per poter partecipare al torneo sono pochi e semplici, ovvero avere cittadinanza italiana ed essere iscritti al portale di ESL. Non esiste restrizione sull'età se non quella relativa al PEGI del gioco. Ovviamente è necessario creare o affiliarsi a un team esistente, anch'esso registrato su ESL, che può essere composto da minimo 4 giocatori a un massimo di 8. Potete iscrivervi quando volete; dovete però tener presente che la competizione è già iniziata e alcuni team hanno racimolato un più che discreto vantaggio. Attualmente i team iscritti sono dieci e i primi tre hanno accumulato un po' di punti. I primi in classifica, i FireInk, hanno 130 punti, circa dieci lunghezze in più sui secondi, i Jusenkyo. Chiudono il podio, infine, i PainTShock con 110, tallonati a cinque punti dai Re-Polp Fiction Vol. 2.

    Non di solo campionato nazionale, però, vive Splatoon 2. Martedì 10 luglio infatti andrà in scena la finale della Ink League di Mischia Mollusca, primo torneo italiano organizzato dal gruppo Splatoon 2 Italia. Le quattro squadre classificate si sfideranno per un premio ambito: l'accesso all'Italian Koshien, primo torneo live di Mischia Mollusca di Splatoon 2 in Italia che si svolgerà sabato 21 luglio a Roma nella cornice del Vigamus. La Ink League verrà trasmessa alle ore 21:00 sul canale Twitch di Everyeye.it. Vi aspettiamo numerosi.

    Che voto dai a: Splatoon 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 107
    8.2
    nd