Splatoon 3 European Championship 2023: a Milano trionfa la Cotoletta

Allo Spazio Filippetti di Milano, Nintendo ha consegnato al team Cotoletta il titolo di miglior squadra italiana di Splatoon 3: adesso l'Europa.

Splatoon 3 European Championship 2023: a Milano trionfa la Cotoletta
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Quella che volgarmente viene definita cotoletta, ovvero una fetta di petto di pollo o una fettina di vitello impanata e poi fritta, solitamente associata alla cucina tipica milanese, non ha in realtà nulla a che vedere con la tradizione culinaria del capoluogo lombardo. A partire dalla carne: la ricetta originale parla infatti di una fetta di lombata di vitello, generalmente con osso, prima a bagno nell'uovo e poi passata nel pangrattato, prima di essere fritta nel burro chiarificato.

    La "nuova" cotoletta milanese

    Origine che in realtà è oggi al centro di una disputa tra Italia, anzi Milano, e Austria. Secondo Wikipedia i milanesi considerano la famosa Wiener Schnitzel una "variante della cotoletta alla milanese portata in patria da Josef Radetzky quando ritornò dalla sua lunga residenza nel Lombardo-Veneto"; mentre per l'Austria "il piatto meneghino sarebbe solo una versione del Wiener Schnitzel che i cittadini di Milano avrebbero imparato a cucinare osservando i cuochi dei reggimenti occupanti". Una disputa che in ogni caso non ha impedito al team Cotoletta, proprio nel cuore di Milano, di diventare il miglior team italiano di Splatoon 3.

    I campioni italiani di Splatoon 3

    L'introduzione, forse più lunga del previsto, era imprescindibile per raccontare la vittoria portata a casa da BennyGT, Kitsu, Dario e Hypnos: questi i nomi dei giocatori che compongono il quartetto che allo Spazio Filippetti di Milano si è imposto sugli Octoinkers laureandosi, nell'evento organizzato da Nintendo, campione italiano. Non solo: il team Cotoletta ha anche così guadagnato la qualificazione agli European Championship 2023 che si giocheranno a Francoforte. Si tratta del primo torneo esports per nazioni che Nintendo ha proposto per il suo titolo Switch Splatoon 3, al quale i Cotoletta rappresenteranno la nazionale azzurra con, si spera, miglior fortuna di quella calcistica.

    Finalmente dal vivo

    A commentare le partite all'evento dal vivo aperto al pubblico, un evento che per la community Nintendo e in particolare di Splatoon, titolo amato in Italia e con oltre 10 milioni di copie vendute nel mondo, c'erano il "nostro" Alessandro Bruni, responsabile Twitch di Everyeye, e Paolo JoePad. Quest'ultimo è senza dubbio una delle più importanti figure di riferimento della scena competitiva e videoludica del videogioco targato Nintendo con un canale Youtube che vanta oltre 100.000 iscritti.

    I due hanno intrattenuto il pubblico presente e quello collegato in remoto in streaming sul canale di Everyeye, che ha "ospitato" digitalmente la fase finale, cercando anche di raccontare a neofiti e profani cosa sia Splatoon 3 e come funzioni la sua scena competitiva. E se ancora avete qualche dubbio, vi ricordiamo che ne abbiamo parlato qualche settimana fa qui.

    Le fasi verso la finale

    Alla fase finale giocata dal vivo si erano qualificate in quattro, inseriti in un tabellone a eliminazione diretta frutto delle qualifiche giocate il 28 agosto online. Da quel tabellone, a cui si erano iscritte oltre 20 squadre da tutta Italia, erano uscite vincitrici del proprio gruppo e del primo turno playoff i Tuzki, gli Octoinkers, i Dissinx e i Cotoletta.

    Di questi quattro i Cotoletta erano già apparsi i più in forma, non avendo perso nemmeno un match nel Group Stage. Anche al primo turno, che di fatto erano i quarti di finale del torneo, erano stati l'unica squadra a non perdere nemmeno un game contro i propri avversari vincendo 3-0 contro gli Smash Squids. Indubbiamente più complesso invece il percorso per Dissinx e Tuzki, vincitori sì ma solo per 3-2 e al quinto game contro gli ESE e i Pizza Formula. Più agevole la vittoria degli Octoinkers per 3-1 contro i Crostini.

    Dominio Cotoletta

    Nette, invece, entrambe le vittorie in semifinale per gli Octoinkers e i Cotoletta, rispettivamente contro Tuzki e Dissinx. Due partite a senso unico, giocate dal vivo davanti al pubblico di Milano e vinte 3-0, che hanno consegnato ai vincitori la possibilità di giocare il titolo italiano e di rappresentare l'Italia ai prossimi European Championship di Francoforte. Con queste premesse la finale sembrava poter regalare grandi emozioni e spettacolo e, almeno in parte, così è stato.

    Non nel punteggio, con la partita terminata 4-0 per i Cotoletta: un finale forse troppo duro e pesante per gli Octoinkers che nel corso della Best of 7 hanno dimostrato più e più volte di poter giocare alla pari con i Cotoletta. Ma un dato statistico racconta ugualmente il dominio dei Cotoletta: nel corso del torneo non hanno perso nemmeno un game.

    Le chiavi del match

    A fare la differenza nelle partite, giocate tutte 4v4, è stata la gestione dei momenti decisivi: gli Octoinkers hanno subito eccessivamente l'intraprendenza nei minuti iniziali dei Cotoletta, giocando soprattutto di rimessa e tentando di trovare spazi di inserimento nei minuti conclusivi dei round e dei game per recuperare terreno colorato.

    Poche volte con successo, purtroppo per loro, con il team avversario che, ogni volta che ha preso vantaggio e controllo di mappa, ha saputo gestire la partita al meglio, evitando il ritorno degli Octoinkers. Dragon, Genyo, Starcube e Proto, il quartetto sconfitto, sono stati puniti nel punteggio finale ma non hanno davvero nulla da recriminare. Rimane anzi, per loro, l'esperienza di aver potuto disputare una lan dal vivo, riunendosi con la community italiana di Splatoon 3, apparsa unita e coesa nell'obiettivo comune di innalzare il livello di interesse per il titolo Nintendo: non solo come videogioco ma anche come titolo competitivo.

    Che voto dai a: Splatoon 3

    Media Voto Utenti
    Voti: 12
    8.3
    nd