Star Wars: i videogiochi più belli di sempre sulle Guerre Stellari

Celebriamo lo Star Wars Day eleggendo i migliori giochi di sempre sull'epopea infinita tra Jedi e Sith: quali sono i migliori?

Star Wars: i migliori giochi
Speciale: Multi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • La Forza scorre potente nella galassia videoludica: un franchise come Star Wars, sin dagli albori della storia del videogioco, ha imposto il proprio dominio multimediale per comporre un "universo espanso". Miriadi di storie volte ad espandere, approfondire o fornire prospettive alternative ben oltre gli eventi della leggendaria saga cinematografica. Viaggi indimenticabili, la cui influenza si è espansa a macchia d'olio più velocemente dei midichlorian nel vasto ed esigente fandom del brand Lucasfilm.

    Nel giorno celebrativo universalmente (ed ufficialmente) riconosciuto come lo Star Wars Day, il 4 maggio ("May the 4th be with you"), vogliamo quindi rendere tributo ad alcune delle più indimenticabili epopee interattive ambientate nella Galassia lontana lontana: abbiamo scelto di eleggere i 5 videogiochi più belli di sempre dedicati alle Guerre Stellari. Reggetevi forte e allacciate le cinture: vi restituiremo più emozioni di una traversata a bordo del Millennium Falcon.

    Jedi Knight II: Jedi Outcast

    Per i tanti videogiocatori appassionati di Jedi e Sith, il nome di Kyle Katarn è semplicemente leggenda. Imperiale, mercenario, ribelle, Jedi. Protagonista indiscusso della serie "Jedi Knight", a cavallo tra gli anni Novanta e i primi Duemila, si è pian piano guadagnato un posto di diritto nell'Olimpo tra i personaggi più importanti dell'universo espanso, tra comparse prestigiose in tanti videogiochi della saga e ruoli di peso in alcuni romanzi del franchise. Da Dark Forces - in cui ha debuttato per la prima volta nell'universo di Guerre Stellari - a Lethal Alliance, senza dimenticare la già citata serie principale che lo vede protagonista.

    Proprio a quest'ultima appartiene uno dei cinque titoli che abbiamo scelto: Jedi Outcast. Sviluppato da Raven Software per PC, curato da Vicarious Visions per la versione Xbox e - di recente - dal team di Aspyr per la release su PS4 e Nintendo Switch, l'avventura vede Katarn alle prese con il Jedi Oscuro Desann e racconta il suo percorso di formazione da mercenario della Nuova Repubblica a Cavaliere Jedi del nuovo Ordine guidato da Luke Skywalker, in una storia ambientata 8 anni dopo "Il ritorno dello Jedi".

    Come nei canoni della serie, Jedi Outcast è un action in terza persona in cui il protagonista ha progressivamente accesso ai principali poteri della Forza: dal momento che all'inizio del gioco Kyle è solo un mercenario, non può usare sin da subito le capacità Jedi, ma le sue abilità latenti cominceranno a palesarsi già dopo le prime missioni della campagna. Jedi Outcast includeva infine anche svariate opzioni multiplayer: il giocatore poteva dar vita ad un proprio avatar e imbarcarsi nei canonici Deathmatch, Rubabandiera e altre modalità!

    Jedi Knight: Jedi Academy

    Sequel diretto di Jedi Outcast, Star Wars Jedi Knight: Jedi Academy vide la luce nel 2003 per PC Windows sotto l'egida di Raven Software. Come accaduto al suo precedessore, le successive versioni del gioco furono curate da altri team di sviluppo: Aspyr per i formati OS X e, di recente, PS4 e Switch, mentre Vicarious Visions realizzò l'edizione Xbox. Furono anni davvero fortunati per il brand allora distribuito da Activision: la serie Jedi Knight, che con Jedi Academy arrivò a toccare eccezionali punte di hack 'n slash e shooting, seppe unire efficacemente un gameplay fedele ai canoni starwarsiani e una narrativa tra le migliori di tutto l'universo espanso.

    In quest'avventura abbiamo un nuovo protagonista, l'apprendista Jedi Jaden Korr: in qualità di studente del leggendario Kyle Katarn, il giovane Korr viene spedito in giro per la Galassia per conto della Nuova Repubblica e di Luke SKywalker in persona. Nei panni dell'eroe, i giocatori dovevano investigare sulle malefatte di un misterioso nuovo Sith intenzionato a resuscitare Marka Ragnos, un antico e potente Signore Oscuro.

    Knights of the Old Republic II: The Sith Lords

    Prima di passare agli onori della cronaca con due saghe ruolistiche destinate ad entrare nel mito - Mass Effect e Dragon Age - il team di BioWare si era fatto apprezzare agli inizi del millennio per uno dei videogiochi più celebri e apprezzati di sempre nella Galassia lontana lontana: Star Wars Knights of the Old Republic. Il periodo dell'antica Repubblica è ancora oggi, d'altronde, il preferito di molti appassionati del franchise di Lucas: un'era della quale non si conoscono ancora tutti i segreti, popolata da antichi maestri Jedi e guerrieri Sith le cui gesta hanno plasmato la mitologia che abbiamo amato sul grande schermo negli ultimi quarant'anni.

    Il sequel di Knights of the Old Republic, intitolato The Sith Lords, è forse il punto videoludico più alto mai raggiunto dal franchise di George Lucas: adopera i principali crismi di un RPG e li adatta alla mitologia starwarsiana, offrendo ai giocatori la possibilità di creare un protagonista da zero, assegnandogli una specifica classe di combattimento (Soldato, Esploratore, Canaglia) e donandogli un corposo sistema di progressione che avanza di pari passo con lo sviluppo della campagna.

    Il protagonista è un Jedi decaduto espulso dall'ordine, in un racconto ambientato 4.000 anni prima de "La minaccia Fantasma". L'eroe ha una sola missione: ristabilire il suo legame con la Forza e dare la caccia si Sith che minacciano la pace della Vecchia Repubblica. Knights of the Old Republic II: The Sith Lords è ancora oggi uno dei più validi esempi nella sterminata produzione videoludica di Lucasarts, e a distanza di oltre 15 anni dalla sua prima release esprime con orgoglio il proprio valore ludico.

    Il potere della Forza

    Nel 2008, invece, LucasArts e THQ adottarono un approccio più simile al filone Jedi Knight, ma ancor più orientato verso l'adventure. Nasceva Star Wars: Il potere della Forza, una delle saghe più controverse (ma anche più affascinanti) della produzione interattiva starwarsiana. Il gioco con protagonista il tenebroso Starkiller ricevette infatti un sequel che non si rivelò all'altezza del predecessore, ma il primo capitolo della dualogia incentrata sull'apprendista segreto di Darth Vader rimane una vera e propria perla tra gli action adventure ambientati durante le Guerre Stellari.

    Con una trama un po' 'what if' e un po' in continuity con la saga principale (ma che in ogni caso rimane esclusa dal nuovo canone della saga), l'avventura ci mette nei panni di un servitore del Lato Oscuro, addestrato da lord Vader per completare la Purga Jedi ed eliminare gli ultimi guardiani della Luce dalla Galassia. La missione di Galen, però, si trasforma ben presto in un cammino di purificazione: dopo aver sconfitto gli ex Maestri Rahm Kota, Kazdan Paratus e Shaak Ti, lo Starkiller inizia ad interrogarsi sul dualismo tra Lato Chiaro e Lato Oscuro, e i suoi pochi affetti inizieranno a fargli cambiare prospettiva sulle azioni dell'Impero fino a portarlo ad unirsi ai primi focolai della Ribellione.

    Ben distribuita tra esplorazione e rocamboleschi combattimenti a suon di spade laser e poteri della Forza, l'avventura di LucasArts può essere considerata un progenitore di Jedi: Fallen Order, la più recente incarnazione videoludica di Star Wars: a partire dal combat system fino al sistema di spostamento tra un pianeta e l'altro grazie all'iconica nave Rogue Shadow, il mondo di gioco si componeva di diverse macro-aree raggiungibili tramite viaggi spaziali a bordo del proprio velivolo.

    Una formula ripresa ed espansa, per proporzioni e ambizioni ludiche, proprio nell'opera di Respawn Entertainment. The Force Unleashed presentava anche un doppio finale, che portava alle estreme conseguenze il dualismo tra lato chiaro e lato oscuro che caratterizzava la produzione.

    Jedi: Fallen Order

    Quello appena trascorso non è stato un bel decennio per i fan di Star Wars sul versante videoludico. The Force Unleashed 2 ha lasciato una ferita aperta, difficilmente risanabile nel fandom della saga, e la gestione del brand da parte di Electronic Arts per svariati anni non è stata delle più brillanti. Archiviata la dolorosa parentesi Battlefront, salvata solo in parte con il secondo capitolo della serie DICE, per un bel po' di tempo EA ha tenuto i fan col fiato sospeso in merito al destino di alcuni progetti in lavorazione.

    Con il promettente Star Wars di Visceral Games sempre più lontano dai radar e la cancellazione di un progetto interessante come Star Wars 1313 ormai sepolto, il reveal di Jedi: Fallen Order è riuscito a portare una ventata d'aria fresca in un momento davvero difficile. Tra preoccupazioni e incertezze iniziali, poi, l'opera del talentuoso team di Respawn Entertainment ce l'ha fatta: Fallen Order ha ridato lustro ai videogiochi ispirati alle gesta di Jedi e Sith, recuperando lo spirito da action adventure che ha fatto le fortune del brand in campo videoludico nell'ultimo ventennio.

    L'avventura di Cal Kestis si è dimostrata divertente, godibile e scenicamente spettacolare, oltre che rispettosa della mitologia originale attraverso alcuni intelligenti rimandi alle serie The Clone Wars e Rebels.

    Senza dubbio il videogioco di Star Wars più rappresentativo dell'attuale generazione, oltre che un punto di ripartenza davvero promettente in vista di un secondo capitolo che, stando ai rumor, sarebbe già in sviluppo per le piattaforme next gen, con Star Wars Jedi Fallen Order 2 in arrivo nel 2022 secondo un report.

    Star Wars Jedi: Fallen Order È un cammino davvero lungo e tortuoso, quello dei videogiochi nella galassia di Star Wars. Un percorso che ha conosciuto fasti inarrivabili e, purtroppo, un decennio difficile come quello appena trascorso, recuperato solo in coda di generazione grazie all'ottimo Jedi: Fallen Order. Nella speranza che la next gen di PS5 e Xbox Series X sappia traghettare il franchise Disney verso orizzonti più ambiziosi, non possiamo che augurare a tutti i lettori di Everyeye.it il miglior Star Wars Day possibile, nel segno della celebrazione dei nostri eroi stellari preferiti. Che la Forza sia con tutti voi!

    Che voto dai a: Star Wars Jedi: Fallen Order

    Media Voto Utenti
    Voti: 133
    7.7
    nd