MarioMaker2

Super Mario Maker 2: cinque livelli classici a tema New Super Mario Bros. U

I migliori cinque stage classici basati sulla skin di New Super Mario Bros. U, pescati dall'archivio di livelli dal mondo di Super Mario Maker 2.

speciale Super Mario Maker 2: cinque livelli classici a tema New Super Mario Bros. U
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Il filone "New" è stato un pretesto fondamentale per riportare Mario nel meraviglioso mondo dello scorrimento laterale. L'abbiamo visto qualche mese fa, in un nostro speciale dedicato alla serie di New Super Mario Bros: vestendo l'idraulico di un nuovo abito poligonale, nel 2006 Nintendo reinventò la formula platform che essa stessa aveva plasmato durante gli anni Ottanta e Novanta, sfoderando un 2.5D inedito e attribuendo all'eroe delle abilità fisiche piuttosto molleggiate, molto vicine a quelle già esibite nei capitoli totalmente tridimensionali. Non è un caso che in Super Mario Maker 2 le creazioni più riuscite fra quelle composte con questa specifica skin riguardino sfide fortemente improntate sulle tecniche di doppio -o triplo- salto, come abbiamo avuto modo di evidenziare anche nelle nostre classifiche dei migliori livelli dalla difficoltà infernale.

    Ciò non toglie che anche fra le composizioni di natura più tradizionale si nasconda qualche esperienza molto piacevole, talvolta persino ravvivata da qualche tocco d'artista niente male. Ne abbiamo raccolte cinque nella nostra lista dei migliori livelli classici realizzati con la grafica di New Super Mario Bros, che nell'editor per Switch sfoggia tutte le caratteristiche principali dell'episodio "U", recentemente tornato alla ribalta grazie a un'eccellente versione Deluxe.

    5° posizione: Paradiso dei Funghi

    Esattamente come il suo predecessore, Mario Maker 2 si sta imponendo come software in cui è facile trovare tantissimi livelli fuori di testa, vuoi per le folli idee che portano in grembo, vuoi per una difficoltà spesse volte proibitiva. Ora, immaginate uno stage che punti a un obiettivo diametralmente opposto: quello cioè di stupire con una formula di gioco talmente semplice da creare un senso di assoluta serenità in chi sta impugnando il pad. Visto dall'esterno, Calm and Tranquillity potrebbe addirittura apparire come uno scenario fatto tanto per fare, pressoché inesistente in termini di sfida poiché privo di qualsiasi nemico al suo interno. Eppure, il contributo dell'autore spagnolo Franausi assume una precisa ragion d'essere se considerato nell'ottica di una sorta di esperienza zen, a disposizione di chiunque desideri staccare anche solo per un attimo dai ritmi forsennati imposti dagli standard dei Livelli dal Mondo.

    ID DEL LIVELLO: Q3Y-MJK-1JG

    All'interno di un'ambientazione silvestre, accompagnato da un sottofondo musicale soave, il giocatore è solamente chiamato a scovare le nove monete-chiave che aprono l'accesso alla bandierina, in una specie di caccia al tesoro attraverso le varie zone che compongono il setting. La progressione è estremamente rilassata e rilassante, fra cunicoli ricolmi di dobloni dorati, salti a ridosso di mulinelli d'aria e altri piccoli test a prova di morte. Non commettete l'errore di sottovalutare la piacevolezza di Calm and Tranquillity: tra un rage quit da livello a difficoltà infernale e l'altro, potrebbe diventare un'oasi di pace irrinunciabile.

    4° posizione: Avanzando all'indietro

    Nell'articolo sui livelli classici a tema Super Mario World abbiamo dedicato la prima posizione a uno stage, Do not... look... left, che non rientra propriamente nei canoni del platform Nintendo, ibrido fra tradizione e creatività sui generis che abbiamo comunque deciso di portare alla vostra attenzione. Quest'oggi faremo lo stesso con una produzione che sfrutta un'idea "uguale-inversa" a quella vista nello scorso speciale, realizzata con minore maestria ma comunque piuttosto avvincente nel suo dipanarsi. The Frozen Backwards Only Cave, contributo del creator austriaco Ceave, è una sfida tra le nevi che, come nella stragrande maggioranza dei casi, obbliga Mario ad avanzare verso destra, mantenendo però lo sguardo costantemente rivolto a sinistra.

    ID DEL LIVELLO: LPM-H7F-1VG

    Contravvenire a questa regola - almeno nella prima parte del percorso - significa innescare un pulsante P collocato fuori dall'inquadratura; ciò equivale a morte certa in quanto le piattaforme che separano Mario dall'abisso sono composte di mattoncini che, all'attivarsi del P-Switch, si trasformano istantaneamente in monete. Il trucco per farcela è quello di sfruttare i pendii (una delle grandi novità di Super Mario Maker 2) per prendere velocità e quindi proseguire eseguendo una serie di balzelli all'indietro, così da non decelerare e trovarsi obbligati a girarsi. Corredato da una seconda parte in cui bisogna evitare delle seghe rotanti, The Frozen Backwards Only Cave si configura insomma come uno stage di difficoltà medio-alta, da giocare anche per mettersi alla prova con qualcosa di diverso dal consueto.

    3° posizione: Ascesa alternata

    Non possiamo negarlo: i livelli il cui concept ruota attorno all'uso degli interruttori On/Off ci attraggono parecchio, a patto che gli autori sappiano impiegare la meccanica in modo interessante. Jackson2, con il suo Above the Clouds, è riuscito nell'impresa mescolando le particolari piattaforme alternabili con una delle peculiarità di gioco più rilevanti dei New Super Mario Bros: il wall jump.

    ID DEL LIVELLO: 65G-KXC-PQG

    Davanti a un placido sfondo di nuvolette, l'idraulico baffuto è chiamato a scalare una lunga struttura verticale costruita in larghissima parte con i suddetti blocchetti rossoblù. Non si tratta però di un'architettura dalle forme dritte, che cioè prevede una serie di semplici rimbalzi da un muro a quello immediatamente parallelo. La via tracciata dal creativo statunitense è anzi un continuo intrecciarsi di linee che vanno fatte comparire e scomparire di volta in volta per creare gli spazi utili all'ascesa di Mario in direzione del tubo di fine salita. In tal senso, come accennavamo, è indispensabile un utilizzo corretto dei pulsanti On/Off, ora da colpire con la testa, ora con un bel tonfo a terra, così da guadagnare gradualmente i metri necessari a compiere l'impresa. Above the Clouds è un percorso abbastanza breve ma ben congegnato, tanto da guadagnarsi la medaglia di bronzo all'interno di questa classifica.

    2° posizione: Volo Smack

    The Night the Fish Took Flight, ad opera dell'inglese Farticus, è uno di quegli stage che - come scriviamo spesso - non stenteremmo a immaginare nella campagna di un platform "mariesco" fatto e finito, sfornato direttamente negli uffici di Kyoto. Non gli manca praticamente nulla: una difficoltà nient'affatto sbilanciata, una tematizzazione ben definita, un level design attento e variegato. Ambientato sulla superficie di una delle fortezze volanti di Bowser, lo scenario ha come protagonisti assoluti tutti i principali nemici pesciformi del Regno dei Funghi, qui resi svolazzanti grazie a un paio di alette applicato alle squame.

    ID DEL LIVELLO: F5D-5LP-MQF

    Sia rossi che verdi, sia grandi che piccoli, i Pesci Smack ci vengono sparati addosso in continuazione da una serie di Bill Blaster; non mancano poi all'appello i temibili Pesci Lisca, che tendono a scagliarsi verso il povero Mario a mo' di kamikaze non appena egli incrocia la loro traiettoria. Nella seconda parte della progressione entra inoltre in scena un Red Yoshi, il cui talento di sputare fiammelle regala al giocatore una sorta di breve sezione sparatutto a discapito di un plotone di avversari "pinnato-alati". Insomma: preparatevi a una bella grigliata di pesce.

    1° posizione: Due dimensioni

    Fra i lavori di carattere più conservativo a marchio New Super Mario Bros. U, nessuno vanta un carisma pari a quello di Parallel Universe, stage nato dalla mente del maker inglese GingerEd. Si tratta di una sfida fondata su un'idea piuttosto originale, di respiro quasi enigmistico: per terminare la prova, Mario deve vedersela con un mondo notturno composto da due dimensioni che il protagonista può alternare semplicemente entrando in alcuni tubi di collegamento. Ovviamente non parliamo di grafica bidimensionale, bensì di due scenografie distinte ma perfettamente somiglianti, entrambe realizzate con i medesimi elementi interattivi, fatta eccezione per un'unica, importante differenza.

    ID DEL LIVELLO: NC5-Y8P-DBG

    Se difatti in un piano dimensionale sono presenti alcune strutture in pietra, nell'altro le stesse si tramutano magicamente in file di monete d'oro. Inutile dire che laddove le costruzioni rocciose sostengono il peso dell'avatar in fase di attraversamento, le monetine danno invece modo all'eroe di oltrepassare quelle che, nella dimensione opposta, fungevano da vere e proprie barriere architettoniche. Un po' platform e un po' puzzle, l'offerta di Parallel Universe non rinuncia nemmeno al costume da Mario Elica, che il nostro sturalavandini deve indossare per spiccare il volo e così superare sezioni di gioco piuttosto pericolose, fatte di estesi tratti di veleno liquido. In poche parole: un livello imperdibile.

    Che voto dai a: Super Mario Maker 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 47
    7.6
    nd