MarioMaker2

Super Mario Maker 2: cinque livelli classici a tema Super Mario Bros

I migliori cinque stage classici basati sulla skin del primo Super Mario Bros per NES, pescati dall'archivio di livelli dal mondo di Super Mario Maker 2.

speciale Super Mario Maker 2: cinque livelli classici a tema Super Mario Bros
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Sono trascorse poche settimane dall'arrivo di Super Mario Maker 2 sugli scaffali, eppure la community ha già dimostrato un'enorme curiosità nei confronti del progetto. Per rendersene conto basta entrare in modalità Livelli dal Mondo e poi iniziare a spulciare l'elenco delle circa due milioni di composizioni realizzate finora dai fan, stavolta anche filtrabili secondo criteri ben precisi. È a fronte di questo successo immediato - benché, in fondo, tutt'altro che imprevedibile - che su Everyeye.it nasce un nuovo hub, un luogo esclusivo dedicato al secondo capitolo dell'editor di Nintendo, e in particolar modo a quell'universo di estro e follia che gli appassionati, quotidianamente, stanno tenendo attivo con sfide sempre diverse e variegate.

    È qui che, nel corso dell'estate, ci terremo compagnia a suon di approfondimenti e contenuti speciali, laddove ampio spazio verrà dedicato ad alcune classifiche improntate sulle creazioni nate dal tool del gioiellino Nintendo (a tal proposito, qui potete leggere la nostra di recensione di Super Mario Maker 2). Certo, stilare delle "top" attingendo da un tale, meraviglioso mare magnum d'idee è una missione che rasenta l'impossibile, motivo per cui invitiamo voi lettori a segnalarci nei commenti eventuali perle sfuggite alla nostra indagine, qualora lo vogliate. Oggi cominciamo questo viaggio di scoperta partendo da quelli che secondo noi, ad ora, sono cinque fra i migliori livelli classici creati sfruttando la skin del primo Super Mario Bros. per NES. Badate bene che per "classici" intendiamo stage che non siano troppo lunghi o complicati da portare a termine, abbastanza lineari e piacevoli nel loro incedere ma comunque dotati di un design creativamente stimolante, come d'altronde la filosofia di Mario Maker impone.

    5° posizione: Le origini del mito

    A proposito di classicità, cosa c'è di più conservativo del primo quartetto di scenari del gioco originale? Fra i creatori di Super Mario Maker 2 ce n'è uno, l'americano Bunches, che sembra avere ben chiara l'importanza del lavoro svolto dal buon Shigeru Miyamoto, quello storico World 1 che ha fatto scuola in materia di level design. Non a caso The man, the myth, the Mario! è in realtà uno stage "4 in 1", un tentativo di riprodurre pedissequamente i primi quattro percorsi del capofila in 8-bit attaccati l'un con l'altro senza schermate di caricamento nel mezzo.

    ID DEL LIVELLO: HDW-W24-1RF

    Qui ogni elemento è (pressappoco) come nel videogioco del 1985: i primi blocchi e Goomba disposti su sfondo all'aria aperta, i tubi verdi che conducono al secondo livello sottoterra, e poi il terzo quadro incentrato sulle piattaforme ad albero e i Paratroopa nonché, dulcis in fundo, il primissimo contatto con Bowser dentro una delle sue fortezze, con tanto di mulinelli infuocati e fiamme sputate dall'esterno dell'inquadratura. Insomma, siamo di fronte a un condensato videoludico che è anche un omaggio sincero, amarcord giocabilissimo benché talvolta un po' grezzo sul piano dell'esecuzione (un uso più attento delle mura di confine avrebbe reso il risultato un tantino meno amatoriale).

    4° posizione: Mario Natale

    In queste settimane il caldo non vuole darci tregua, dunque perché non rifugiarsi fra i ghiacci virtuali in compagnia del nostro idraulico preferito? Per una breve vacanza consigliamo All I Want For Xmas Is You, il livello partorito dalla fantasia dell'utente spagnolo Zhai che trasporta Mario fra le magiche terre di un piccolo villaggio natalizio. Lo stage conquista un posto nella nostra lista perché, seppur poco impegnativo e piuttosto corto, poggia su un concept davvero delizioso: giunto nei presso di un paesino illuminato dalle stelle, dove gli abeti si alternano a qualche casetta dal tetto innevato, Mario deve spingersi fra gli scavi di una grotta piena di pericolose (e pericolanti) stalattiti per scovare la chiave necessaria a varcare il traguardo.

    ID del livello: YCR-R4H-LMG

    Di quest'avventura mordi e fuggi colpisce in special modo la cura per i dettagli, dalle scintille di luce che sgorgano di tanto in tanto fino ad alcuni Goomba che, nel caldo dei loro scarponi, svolazzano in un moto infinito, quasi fossero stati contagiati dallo spirito delle feste. Insomma: un classico stage... d'atmosfera!

    3° posizione: Viaggio al centro di Tantatalpa

    È invece a un autore giapponese dallo pseudonimo intraducibile che dobbiamo il prezioso Monty Mole Mine, livello tematico situato in una caverna sotterranea stracolma di blocchetti e nemici. Protagonisti assoluti di questa scampagnata sono i Tantatalpa, che tendono a sbucare da ogni anfratto per mettere costantemente i bastoni fra le ruote al nostro amico sturalavandini. Ce ne sono di tutti i tipi: piccoli, giganti, persino nascosti sotto il terriccio (i cosiddetti Tartatalpa). Sebbene in-game sia difficile rendersene conto, la stessa architettura dello scenario ricalca la silhouette del simpatico insettivoro.

    ID del livello: WXX-W1H-PHG

    Lo stage si porta a termine in meno di due minuti, anche nel caso in cui ci si metta in testa di recuperare le sei monete rosse sparse lungo il cammino. Ciò nonostante, la progressione non lesina di piccole chicche di design. La migliore riguarda una sezione in cui Mario si ritrova a bordo di una macchina scavatrice con la punta formata da alcune lame rotanti, capaci di disintegrare pareti e strutture grazie allo slittamento perpetuo di tre gusci di Koopistrice ribaltati. Piccina ma a dir poco stravagante, Monty Mole Mine è tutto sommato una delle opere più caratteristiche di questo primo lotto di produzioni tradizionali.

    2° posizione: La foresta delle lische volanti

    Lo statunitense Undo Dee ha catturato la nostra attenzione con il suo Famished Fish Forest, stage che, per originalità e qualità progettuale, non faticheremmo a immaginare in mezzo alla campagna di un Super Mario della serie platform ufficiale. Il tutto è ambientato fra i verdi sfondi della giungla del Mushroom Kingdom, località nella quale Mario dovrà vedersela con qualche Torcibruco arrabbiato e, soprattutto, con una serie di tubi che scagliano in verticale, a intervalli regolari, dei pericolosissimi Pesci Lisca. Se nella prima metà dell'avanzamento gli ossuti pesciolini possono essere sfruttati come molle per raggiungere monete e superfici sopraelevate, nella seconda la sfida si complica.

    ID del livello: RJ1-GNH-X6G

    L'acqua inizia a invadere il setting e gli zombie pinnati, finalmente nel loro habitat, hanno finalmente l'occasione di attaccare il nostro eroe dai folti baffi senza il rischio di essere ridotti in frantumi. A tal proposito, la creazione fa un uso sapiente della nuova funzione di Super Mario Maker 2 che consente di regolare il livello delle distese liquide, dando al software l'onere di alzarlo o abbassarlo secondo direttive. Famished Fish Forest si piazza quindi sul podio con un'onorevolissima medaglia d'argento, scalzato solamente da uno stage che, per i motivi che esporremo, rappresenta un autentico gioiellino.

    1° posizione: Un idraulico archeologo

    Il nostro cuore appartiene infatti a Dr. Mario & the Temple of Boom!, a firma dell'utente a stelle e strisce soprannominato AwakeArti. Come il titolo anticipa, il livello cita la seconda avventura cinematografica della saga del "Dottor" Indiana Jones, ossia Il Tempio Maledetto (The Temple of Doom, in lingua originale). Al di là del tributo estetico - il setting copia giustappunto l'interno di un santuario -, è come se l'autore avesse composto la sfida seguendo una sorta di canovaccio narrativo: dalle sabbie del deserto, Mario varca le soglie dell'edificio per poi procedere attraverso stanze ricolme d'insidie. L'avventuriero italo-giapponese deve scappare da un branco di Boo e neutralizzare svariati esemplari di Tartosso. A un certo punto sopraggiunge persino il temibile Sole Malvagio, che assale di continuo il nostro paladino mentre è intento a destreggiarsi fra una serie di piattaforme On/Off.

    ID del livello: 6CC-SRN-Y4G

    Lo stage si chiude con un rush finale in cui Mario Jones, per guadagnare la porta d'uscita, deve eseguire dei rapidi balzi in verticale per non finire schiacciato fra due colonne di Twomp iracondi. Il lavoro di AwakeArti è oltretutto molto curato in fatto di sound design: musiche ed effetti sonori sottolineano ogni situazione in modo efficace, conferendo ulteriore gradevolezza a un prodotto creativo che onora il film da cui è stato tratto in ogni singolo pixel.

    Che voto dai a: Super Mario Maker 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 47
    7.6
    nd