MarioMaker2

Super Mario Maker 2: altri cinque livelli dalla difficoltà infernale

Nel mese più caldo dell'anno ecco cinque, nuovi livelli dalla difficoltà infernale fra quelli composti dai creativi più sadici di Super Mario Maker 2.

speciale Super Mario Maker 2: altri cinque livelli dalla difficoltà infernale
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Non c'è periodo peggiore di quello appena dopo Ferragosto per accendere Nintendo Switch, avviare il software di Super Mario Maker 2 e mettere alla prova la propria pazienza con qualche livello dalla difficoltà fuori scala. Eppure, forse suggestionati dal caldo estivo, abbiamo eletto proprio il primo giorno post-festivo per "regalarvi" altri cinque livelli pescati dai gironi infernali più profondi dell'editor di Kyoto, nella puntata conclusiva di una delle rubriche più perverse che le pagine di Everyeye abbiano avuto il (dis)piacere di ospitare recentemente.

    Anche quest'oggi, come le volte scorse, preparatevi dunque a fare incetta delle idee più malate partorite dalla community, creazioni così cattive da far dubitare della moralità di certi individui in giro per il mondo. Il suggerimento, come sempre, è di leggere il nostro speciale per farsi una cultura, ma al tempo stesso di stare ben alla larga da queste mostruosità interattive. In caso contrario: buona agonia a tutti!

    5° posizione: Dispetti dal Sol Levante


    Il livello giapponese al quinto posto di questa classifica non ha titolo né autore - in realtà ce li ha, ma sono scritti in kanji - e in fondo l'incomprensibilità fa pendant con il contenuto della produzione. Lo stage, che nasce sotto il segno di Super Mario World, fa dello sberleffo la sua arma più potente. Eppure, rispetto alle creazioni "trolleggianti" che vi abbiamo presentato nelle precedenti top 5, questa riesce a prendere i giocatori per il naso in maniera persino più subdola.

    ID DEL LIVELLO: 89R-7Y1-V0H

    Il percorso è come sempre costellato di elementi messi apposta per imbestialire il malcapitato di turno, dai Twomp che sbucano a tradimento fino alle frecce che suggeriscono di prendere direzioni che portano dritte verso la morte; ma lo fa riducendo la visuale del povero Mario soltanto a una manciata di coni di luce, laddove tutt'attorno regna il buio incontrastato.

    Come sempre in questi casi, la parola d'ordine alla base della formula è "trial & error" - di quelli irritanti, per altro - e il prerequisito fondamentale per avvicinarsi alla sfida è di possedere una calma pari o superiore a quella di Gandhi. Nel caso, potreste addirittura farvi qualche risata. O forse no.

    4° posizione: Tutto d'un fiato

    Ormai gli stage incentrati sul salto dei pulsanti P sono una costante all'interno dei nostri "elenchi infernali". Il creator inglese Mayrowo è poi un vero esperto in materia: i più attenti fra voi ricorderanno la sua prima composizione appartenente a questa tipologia, che potete tranquillamente recuperare da un nostro speciale sui livelli dalla difficoltà infernale di qualche settimana fa.

    Potete invece guardare a P-Switch Precision, dello stesso autore ma costruito sui pixel di Super Mario Bros. 3, come una sorta di campione di categoria. Non tanto per qualità del level design, quanto piuttosto per la difficoltà della nuova sfida proposta.

    ID DEL LIVELLO: MR6-QBT-W6G

    Ancora una volta Mario è chiamato a balzellare sopra numerosi interruttori bluastri posti sopra superfici fatte interamente col filo spinato, laddove è noto che questi pulsantoni spariscano subito dopo essere schiacciati dall'idraulico.

    La novità di P-Switch Precision sta nel fatto che lo stage non concede un secondo di tregua, negando al giocatore qualsivoglia piattaforma di sosta e bandierina di check point e costringendolo a eseguire i salti in maniera concatenata, senza mai riprender fiato. A ogni minimo errore si è dunque costretti a ritentare daccapo, sia per colpa di uno scatto troppo corto o per mancato tempismo. Vi sentite all'altezza del compito? In caso affermativo, buona fortuna.

    3° posizione: Super Mario alla riscossa

    Chiunque di voi abbia qualche annetto sulle spalle potrebbe ricordare senza troppa fatica uno dei primi tie-in videoludici del celebre cartone animato con protagoniste le quattro Tartarughe Ninja più amate del piccolo schermo. Teenage Mutant Ninja Turtles per NES, classe 1989, è noto, tra le altre cose, per contenere un livello subacqueo, The Water Dam, la cui estrema difficoltà è ancora tristemente impressa nelle menti di molti "non-più-così-giovani" videogiocatori.

    La prova consisteva nel nuotare verso otto bombe e disinnescarle entro e non oltre un tempo di circa due minuti, schivando vari pericoli tra cui un condotto strettissimo le cui mura erano ricoperte di svariate alghe elettrificanti. Un incubo che evidentemente non ha mai smesso di tormentare THOMA$, utente canadese che ha avuto la "bella" idea di usare il tema del primo Super Mario Bros. per comporre TMNT: THE DAM..., riproduzione pedissequa di quel dannato scenario.

    ID DEL LIVELLO: 5FQ-HX8-T1G

    Lo stage dipende da una clear condition molto specifica: bisogna eliminare otto Koopa esplosivi - sormontati cioè da un Bob-omb - entro e non oltre i duecento secondi dallo scadere del cronometro. Il tutto ovviamente sott'acqua, ambiente notoriamente poco affine ai talenti del nostro eroe sturalavandini, in questa circostanza privato di qualsiasi genere di power up. La sfida non crea grossi problemi fino all'arrivo del famigerato passaggio ad alta tensione, qui reso sotto forma di uno slalom tra punte metalliche e lanciafiamme. Un vero e proprio Inferno, per giunta privo di check point lungo il tragitto: le imprecazioni sono garantite.

    2° posizione: PePanga avvelenata

    Se siete degli assidui lettori delle nostre classifiche, il nome di PePanga dovrebbe ormai esservi più che familiare. L'autore d'oltreoceano è senza alcun dubbio il peggior farabutto della community di Super Mario Maker 2: un creator che, forte della sua indiscutibile abilità pad alla mano, si è messo subito a pubblicare una serie di livelli dalle meccaniche di gioco ai limiti dell'assurdo.

    Ve ne abbiamo già proposti diversi, e oggi vogliamo chiudere questo cerchio di nefandezze con Passive PePanga: Food Poisoning, stage notturno anche in questo caso a tema Super Mario Bros. Come sempre, è difficile descrivere anche solo sinteticamente quel che vi aspetta nel livello in questione (che per altro ha un clear rate dello 0,02%: capiteci).

    ID DEL LIVELLO: YR4-470-WYG

    Comunque, stavolta quel sadico di PePanga ha costruito il gameplay attorno al fungo marcio, una delle novità del tool di Mario Maker 2. A chi non sapesse di cosa stiamo parlando basti sapere che si tratta di un fungo 1-Up che, quando cala il buio, diventa velenoso e si mette ad inseguire insistentemente il povero Mario con lo scopo di acchiapparlo e metterlo fuori gioco.

    Ora, pensate a questo fungo molesto all'interno di un level design che muta alla velocità di ogni salto e che non perdona al giocatore il benché minimo errore (anche perché la progressione sottostà a una condizione di vittoria: non subire alcun danno prima della fine). Otterrete Food Poisoning: una produzione da evitare come la peste, oppure da sbirciare per capire cosa significhi essere "una brutta persona".

    1° posizione: Contro le regole

    Peggio di chi compone livelli per il gusto di mortificare l'utenza c'è soltanto chi li crea sfruttando le magagne tecniche dell'opera originale. Costui risponde al nome di dansalvato, creativo americano che con il suo Lethal Ejection - nuovamente in stile Mario Bros. - l'ha fatta davvero grossa.

    Lo stage è per certi versi simile a quelli basati sul parkour fra i P-Switch, ma in questo caso il platforming verte sull'impiego di un glitch che interessa i pulsanti On/Off e la contestuale apparizione dei blocchi rossoblù associati alla meccanica. In pratica l'autore ha scoperto che, premendo una volta in più il tasto di salto appena dopo aver attivato l'interruttore, Mario è in grado di eseguire una sorta di doppio balzo non previsto, aggirando di fatto le norme del gameplay.

    ID DEL LIVELLO: 974-00B-RSG

    Ha quindi messo a punto un percorso che impone di usare questo vile stratagemma a ridosso di alcune superfici aghiformi, per superare le quali è consentita solamente un'azione ulteriore: rimbalzare sui Goombrunelli che il creator ha strategicamente poggiato su alcune piattaforme per salvare l'idraulica da una morte altrimenti già scritta. La sfida è ai limiti dell'impossibile, e nonostante tutto qualche mostro di bravura è addirittura riuscito a portarla a termine. Volete provare?

    Che voto dai a: Super Mario Maker 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 42
    7.4
    nd