Super Nintendo Mini: i grandi esclusi

Da Killer Instict a Teenage Mutant Ninja Turtles Turtles in Time: i grandi esclusi che non hanno trovato spazio nella memoria interna di SNES Mini...

Super Nintendo Mini: i grandi esclusi
Articolo a cura di

Da qualche giorno non si fa che parlare del Super Nintendo Classic Mini. Lo si fa con amore, con curiosità e con occhio critico. L'attenzione che questa macchina ha attirato su di sé è a dir poco incredibile, segno di quanto interesse ci sia ancora oggi per i prodotti di qualità. Da quando è stata annunciata la console, però, c'è una cosa di cui non si è mai smesso di parlare con un pizzico di amarezza: la selezione dei giochi. I 21 titoli presenti nella console sono quasi tutti di ottimo livello e la presenza di perle come EarthBound e Star Fox 2 ha aiutato i fan a ingoiare un boccone amarissimo come l'assenza di alcuni pesi massimi. D'altra parte stiamo parlando di una console con un parco titoli monumentale, nel quale si nascondono giochi storici invecchiati in modo eccellente. Pur apprezzando i 21 titoli originariamente approvati da Nintendo, siamo qui per ricordarne altrettanti che meriterebbero di essere (ri)scoperti da chiunque si stia godendo le gioie del Super Nintendo Classic Mini.

Wario-san: una vita nell'odio

Ci sono scelte della selezione originale del Super Nintendo Classic Mini che lasciano di sasso. Se da una parte capiamo l'inserimento di un solo capitolo di Mega Man X e di Donkey Kong Country (usando più slot si sarebbe persa la possibilità di celebrare altre saghe altrettanto valide), dall'altra è davvero difficile digerire la presenza di Kirby Super Star e di Kirby's Dream Course, soprattutto a discapito di gioielli come ActRaiser e Chrono Trigger.

Ma diciamoci la verità. Considerando la quantità di pietre miliari nel catalogo del Super Nintendo, era davvero impossibile accontentare tutti. Immaginiamo con un sorriso il momento in cui, la soleggiata mattina in cui Nintendo approvò il progetto del Super Nintendo Classic Mini, il glaciale Tatsumi Kimishima sorrise al dipendente più problematico dell'azienda (che per comodità chiameremo Wario-san) e gli affidò il compito di scegliere i 21 giochi da mettere nel pacchetto.
È quasi certo, infatti, che si sia trattata di una punizione al limite del mobbing. Perché cimentandosi in una simile impresa era inevitabile attirare l'odio delle persone, soprattutto nell'epoca di internet e dei social network. Dopo quella fatidica riunione, la vita di Wario-san è stata stravolta. Ogni momento delle sue giornate è stato dedicato alla revisione del monumentale catalogo del Super Nintendo, tenendo traccia delle uscite occidentali e di eventuali desideri dei fan. Ormai schiavo degli snack al wasabi (l'unica cosa in grado di attenuare il senso di inadeguatezza), Wario-san ha fatto tutto sommato un buon lavoro, ma non possiamo fare a meno di odiarlo per aver scelto Street Fighter II Turbo: Hyper Fighting al posto del ben più amato Super Street Fighter II.

L'Olimpo degli esclusi

Quali sono, quindi, i 21 giochi che non avrebbero sfigurato all'interno di quella deliziosa scatoletta di plastica chiamata Super Nintendo Mini? Scopriamoli insieme.

ActRaiser
Axelay
Chrono Trigger
Cybernator
Demon's Crest
Earthworm Jim
Hagane
Illusion of Gaia
International Superstar Soccer Deluxe
Killer Instinct
Legend of the Mystical Ninja
NBA Jam
Pocky & Rocky 2
Batman Returns
Sexy Parodius
Super Bomberman
Super Tennis
Pilotwings
Teenage Mutant Ninja Turtles: Turtles in Time
The Magical Quest Starring Mickey Mouse
Zombies Ate My Neighbors

OK, siamo consapevoli di aver appena indossato i panni di Wario-san. Vedendo questa lista, molti di voi saranno saltati in piedi urlando: "Ma che #@&@, non hanno messo *gioco a piacere*!!!". Come vedete, è esattamente come abbiamo scritto qualche riga più su. A prescindere da chi farà la selezione, la pioggia di insulti è assicurata. E noi siamo stati fortunati, perché abbiamo potuto escludere i 21 titoli della selezione ufficiale! Nel nostro elenco abbiamo inserito alcuni nomi storici che tutti dovrebbero recuperare, cercando di mantenere un equilibrio tra single player, multiplayer e tra i vari generi ludici. Una scatoletta carica d'amore come il Super Nintendo Classic Mini dovrebbe essere in grado di far passare ogni genere di prurito ai giocatori che ne impugnano i levigati joypad.

Ecco quindi che tra i GDR abbiamo inserito Chrono Trigger e Illusion of Gaia. The Magical Quest Starring Mickey Mouse tiene alta la bandiera dei platform, mentre a Turtles in Time tocca rappresentare i picchiaduro a scorrimento (avremmo inserito Final Fight, ma su Super Nintendo era orfano di Guy o di Cody, a seconda della versione). Per il multiplayer ci siamo affidati agli immancabili sportivi, ma soprattutto a perle del calibro di Pocky & Rocky 2, Zombies Ate My Neighbors e Super Bomberman. Il resto è il trionfo dell'azione, dei picchiaduro e degli sparatutto.

E se la Virtual Console...

Alla luce del successo delle mini-console Nintendo, nasce spontanea una domanda. E se la casa di Kyoto le trasformasse in vere e proprie Virtual Console? Sarebbe il modo ideale per tramandare l'eredità Nintendo senza doversi necessariamente affidare a internet. Se invece di inserire un numero così contenuto di giochi la compagnia espandesse l'operazione proponendo un centinaio di titoli, tutto assumerebbe una dimensione diversa.

Si potrebbero perfino dotare le mini-console degli stessi chip usati negli Amiibo, permettendo così di scaricare dalla Virtual Console del Nintendo Switch (quando uscirà...) l'intero catalogo già acquistato in versione "fisica". Le possibilità sono moltissime. Il patrimonio ludico e culturale nelle mani della grande N è sconfinato e in questi giorni il mondo intero sta dimostrando di apprezzarlo ancora a distanza di anni. La nostra speranza è che Nintendo scelga di valorizzarlo con un approccio meno rigido del solito, libero dai fastidiosi compartimenti stagni che da sempre caratterizzano il suo modo di fare business.
E voi quali titoli avreste voluto trovare nel Super Nintendo Classic Mini? Condivideteli nei commenti. Elencate 21 giochi non presenti nella selezione originale. Perché, come direbbe Soldato-76, "adesso siamo tutti Wario-san"!