Super Smash Bros Ultimate: Banjo e Kazooie tornano a casa

Con l'ultimo personaggio del Fighters Pass, Nintendo riporta un vecchio amico su Switch per lottare in Super Smash Bros Ultimate

speciale Super Smash Bros Ultimate: Banjo e Kazooie tornano a casa
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • L'annuncio di Banjo e Kazooie come personaggio DLC all'interno del season pass di Smash Bros Ultimate ha riscontrato il successo che meritava. Si trattava probabilmente di uno dei personaggi più richiesti in assoluto all'interno del Pantheon Nintendo e, come al solito, Sakurai non ha deluso le aspettative dei propri fan. Siamo ormai a metà season pass e finora ogni nuovo ingresso è stato accolto con gioia ed entusiasmo dai giocatori dell'ambizioso crossover. Il prossimo DLC potrebbe cambiare le cose...ma questa è un'altra storia. Per ora passiamo in rassegna le caratteristiche distintive di questa dinamica coppia, la quale, unita, dà forma ad un unico lottatore!

    Nintendo tra tradizione ed innovazione

    L'iconico duo si trova perfettamente a proprio agio su Smash Bros Ultimate. La realizzazione tecnica è impeccabile: fedele alle proprie origini, ma moderna allo stesso tempo. I fan di vecchia data ritroveranno in questo personaggio tutti gli attacchi che lo hanno contraddistinto nel capitolo originale.

    Le interazioni tra i due protagonisti sono ricche di personalità e strapperanno sicuramente più di un sorriso ai giocatori, mentre lo stage incluso nel pacchetto è ricco di ammiccamenti e chicche che i veterani dell'era 64-bit riconosceranno facilmente. Ad impreziosire il tutto, la colonna sonora è stata remixata dallo stesso Grant Kirkhope che ha composto le musiche del capitolo originale. Un vero tributo non solo al capolavoro Rareware, ma alla storia dei platform in generale, con tutto il corollario di bizzarrie ed animazioni "over the top" che hanno caratterizzato l'epoca d'oro del genere. Ma come si comportano Banjo e Kazooie pad alla mano?

    Nato per Smash

    È importante sottolinearlo subito: a livello di gameplay, Banjo-Kazooie è in totale rottura con la politica adoperata da Sakurai nella gestione dei personaggi DLC. I lottatori introdotti fino a questo momento portavano con sé delle meccaniche inedite provenienti dal proprio titolo di appartenenza (Joker con la gestione della Persona e Hero con il menu a comparsa tipico degli RPG a turni).

    Banjo-Kazooie è invece uno Smasher "duro e puro", senza elementi di gameplay particolarmente innovativi e con una gestione di attacchi e movimento che rimanda non solo al roster base, ma proprio alle origini della serie Smash. È un combattente "nato vecchio": buffa coincidenza, se si concettualizza Banjo-Kazooie come personaggio storico Nintendo da contrapporre alla "new school" di contendenti come Joker o Bayonetta. Molti giornalisti ed alcuni giocatori non hanno apprezzato questa caratteristica, ma in realtà si tratta di un elemento di rottura che, voluto o meno, rende più varia l'offerta DLC del picchiaduro Nintendo. Il duo made in Rareware corrisponde perfettamente all'archetipo del "brawler" della serie Smash: gioco neutrale solido con attacchi aerei molto forti, ottima capacità di recupero (fantastica, date alcune recenti scoperte) e proiettili abbastanza validi.

    L'unica vera "gimmick" del personaggio, nonché colonna portante e tratto distintivo del suo gameplay, è la mossa Wonderwing (avanti o indietro + B), che merita una trattazione a parte: un attacco dotato di frame di invincibilità e di un'ottima propulsione orizzontale in grado di causare circa il 27% di danno e di mandare KO un avversario dal 90% di danno in su.

    Nonostante il pessimo recupero, che lascia la coppia di eroi esposta a punizioni importanti, è a tutti gli effetti una mossa perfetta: può essere utilizzata per recuperare quando si viene sbalzati fuori dall'arena o a contrasto quando l'avversario decide di venirci incontro, rendendo inefficaci alcune tecniche di "edge-guarding" (banalmente, restare al bordo della piattaforma di gioco ed evitare che il rivale "rientri").

    L'uso della Wonderwing è tuttavia limitato dal numero di piume d'oro in possesso del giocatore (5 per stock/vita) che non possono essere ricaricate in nessun modo. L'utilizzo di questa mossa deve quindi essere oltremodo parsimonioso, nonostante 5 utilizzi siano più che sufficienti per mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Un'ottima mossa quindi, ma da sfruttare con cautela.

    Un'altra tecnica speciale degna di menzione è giù B, ovvero l'uovo-bomba. Si tratta di proiettile esplosivo estremamente versatile, che può essere utilizzato dando le spalle all'avversario. Dal momento in cui viene azionato, l'uovo-bomba diventa un oggetto di gioco. Può essere infatti raccolto una seconda volta, lanciato contro il bersaglio o usato per farsi esplodere, sacrificando una piccola percentuale di vita in cambio di una propulsione verso l'alto, tecnica fondamentale per recuperare situazioni disperate.

    Il verdetto dei professionisti

    Come già detto, Banjo-Kazooie è un personaggio che cattura perfettamente lo spirito di Smash Bros: è come se fosse nel roster da sempre. Non c'è da sorprendersi quindi se molti giocatori professionisti hanno deciso di includere la magica coppia fin da subito nel proprio roster. Il duo Rareware ha registrato quello che è forse uno dei piazzamenti migliori per un lottatore appena uscito, arrivando secondo allo "Ueno Smash Ultimate #25" di Tokyo ad appena due giorni dal suo esordio.

    Proprio a causa delle meccaniche tradizionali e old school, molti professionisti si sono trovati immediatamente a proprio agio con il nuovo membro del roster. A primo impatto, risulta un combattente estremamente solido e competitivo, che sicuramente regalerà ottimi piazzamenti a chi vorrà investire il giusto tempo per perfezionarlo. A causa del suo gioco semplice e lineare probabilmente non potrà ambire ai piani alti delle tier list, ma resta comunque un'aggiunta che avrà il proprio peso nelle competizioni internazionali di Super Smash Bros Ultimate.

    Super Smash Bros Ultimate Banjo-Kazooie è sicuramente un'ottima aggiunta al roster. Non è un personaggio rivoluzionario, ma chi cerca un gameplay lineare e senza fronzoli si sentirà subito a proprio agio e potrà vincere i suoi primi match a suon di sganassoni e Wonderwing. "L'etica del tributo" di Sakurai non si smentisce neanche questa volta: il pacchetto di stage e musiche accontenterà sicuramente i nostalgici dell'era Nintendo 64, offrendo un fantastico scorcio di un'epoca che fu e che forse non tornerà. Per i nostalgici, vedere in azione Banjo e Kazooie è come risentire un vecchio amico che si era perso di vista per anni. Bentornati a casa!

    Che voto dai a: Super Smash Bros Ultimate

    Media Voto Utenti
    Voti: 132
    8.2
    nd