Super Smash Bros Ultimate incontra Castlevania: arriva Sinfonia di Spiriti

Nintendo lancia uno speciale evento di Super Smash Bros Ultimate dedicato a Castlevania: al via la Sinfonia di Spiriti.

speciale Super Smash Bros Ultimate incontra Castlevania: arriva Sinfonia di Spiriti
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • What is a man? A miserable little pile of secrets.

    Non vi è dubbio alcuno che l'annuncio di Simon e Richter Belmont all'interno del roster di Smash Bros Ultimate sia stato uno dei meglio recepiti dai fan di tutto il mondo: basta una rapida ricerca su YouTube per trovare infinite "reaction" di streamer, giocatori e creatori di contenuti, estasiati davanti alla prospettiva di poter vestire i panni dei due celeberrimi cacciatori di vampiri. Del resto Castelvania è uno dei franchise più riconoscibili della storia del medium videoludico. Non c'è da sorprendersi, quindi, se Nintendo ha deciso di dedicare un evento alla famossissima saga Konami con l'evento "Sinfonia di Spiriti".

    Tra spiriti e sinfonie: Smash Bros e la cultura del tributo

    Smash Bros è da sempre un'operazione culturale ardita: un melting pot di culture, filosofie di game design, epoche e cultura pop. Sakurai-San riesce ad unire mondi tra loro apparentemente lontani quasi in punta di piedi, senza stravolgere (anzi impreziosendo) l'idea originale degli sviluppatori. E lo fa senza il timore di confrontarsi con colossi dell'entertainment videoludico come Street Fighter, Final Fantasy, Metal Gear Solid ed, appunto, Castlevania. Molti fan su Internet hanno ironicamente (ma neanche tanto) fatto notare come "Ken ha un aspetto più bello qui che in Street Fighter V" o "Sakurai ha più rispetto per la serie Castlevania che Konami stessa nell'ultimo periodo".

    Emblematico, a questo proposito, è il caso delle colonne sonore, riproposte integralmente o "aggiornate" con trovate geniali: tra le tracce "a tema" che fanno da sottofondo a questo evento ricordiamo ad esempio una remixata "Dance of Gold" (da Castlevania: Symphony of the Night), resa più interessante da un pesantissimo riff di chitarra che squarcia il lirismo quasi mozartiano dell'introduzione (quest'ultima invece omaggia quasi pedissequamente l'originale). C'è anche il classico dei classici "Vampire Killer", al quale il team di Sakurai-San non ha osato aggiungere nulla, limitandosi ad aggiornare il comparto strumentale. Un'operazione di "restauro e rinnovamento" di cui si sottovaluta l'importanza. Ma passiamo all'evento vero e proprio.

    L'evento

    "Sinfonia di Spiriti" avrà una durata di tre giorni a partire dal 19 Aprile e sarà sulla falsariga degli altri eventi "Spirit Board". Per chi non lo sapesse, questa modalità prevede l'utilizzo di personaggi secondari che, "incastonati" in slot appositi, potenzieranno le caratteristiche del nostro personaggio. Hanno la doppia funzione di "collectibles", oggetti da sbloccare e collezionare con vari "tier" di rarità (dal comune al leggendario), ed aggiunte con effetti concreti sul gameplay. Tuttavia, non saranno utilizzabili nelle partite online, poichè renderebbero il gioco impossibile da bilanciare in ottica competitiva.

    Durante questo evento affronterete personaggi provenienti per lo più dalla serie Castlevania (con alcuni cameo da parte di personaggi come Bayonetta), supportati dai nuovi spiriti. Se riuscirete a sconfiggerli dovrete affrontare un mini-gioco in cui dovrete centrare il personaggio appena battuto, che per l'occasione sarà circondato da uno scudo protettivo. Al termine della sfida, sbloccherete lo spirito che il personaggio stava utilizzando e potrete utilizzarlo da subito, magari per sbloccare gli spiriti successivi. Inoltre, otterrete gettoni bonus da sfruttare liberamente nelle altre modalità. Gli spiriti più rari (Alucard in particolare) rappresenteranno un livello di sfida molto alto anche per giocatori navigati, e proprio per questo motivo l'evento risulta estremamente stimolante.

    Non ci possiamo lamentare neppure della quantità, visto che gli spiriti da sbloccare sono parecchi. Spulciando la lista degli spiriti sbloccabili troviamo personaggi intramontabili (da Trevor e Leon Belmont ad Alucard, passando per Dracula in versione "kid"), nemici iconici come la classica Medusa Head, ed un numero davvero consistente di comparse, personaggi secondari e protagonisti della saga (Shanoa, Jonathan Morris, Gabriel Belmont, Charlotte Aulin, Hector, Juste Belmont, Nathan Graves, Marla Renard, Hugh Baldwin, Reinhardt Scheider, Shaft, e Carmilla). Il tutto dovrebbe essere sufficiente a tenere i giocatori incollati al titolo per un discreto numero di ore: un supporto post-lancio virtuoso e ben ponderato.

    Super Smash Bros Ultimate Smash Bros Ultimate si dimostra ancora una volta una produzione che riesce nel non facile intento di sposare una ricchissima offerta single player, continuamente in divenire, ed una solidissima componente multiplayer competitiva, con continui bilanciamenti al roster. L'evento dedicato a Castlevania è un altro colpo a segno: senza influenzare le dinamiche del gioco competitivo, aggiunge contenuti e ore di gioco per tutti gli utenti, anche per chi volesse inspiegabilmente tenersi lontano dall'online. All'appello manca ancora un netcode più solido, ma per quello dovremo ancora aspettare. Intanto, godiamoci la caccia ai nuovi spiriti, estratti da una delle saghe più amate di sempre. E chissà che pure Konami non si dia una svegliata, imbeccata dal grandissimo lavoro di Sakurai e del suo team.

    Che voto dai a: Super Smash Bros Ultimate

    Media Voto Utenti
    Voti: 132
    8.2
    nd