Super Smash Bros Ultimate: le origini e lo spirito della saga Nintendo

Perché Super Smash Bros. è da sempre così peculiare rispetto a qualunque titolo del suo genere? In attesa di Ultimate, scopriamolo insieme.

Super Smash Bros Ultimate: le origini e lo spirito della saga
Speciale: Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Tutto ebbe inizio all'incirca vent'anni fa con un grezzo prototipo per un gioco di lotta dal nome più generico immaginabile, ovvero Dragon King: The Fighting Game. Correva spedita l'avanguardia del Nintendo 64 e il duo delle meraviglie aveva già slogato parecchie mascelle, quando un giovane Masahiro Sakurai si ritrovò impegnato a testare lo scheletro di un picchiaduro che, a dispetto del suddetto nome in codice, era invece alquanto originale. Al posto del classico duello, c'erano le mischie caotiche fino a quattro lottatori; l'analogico del pad "tricornuto" garantiva inoltre un'agilità nei movimenti quasi da platform, specialmente in aria. Assai distante dai canoni del periodo, il concept sembrava promettente, ma sorse un problema: il carisma di Dragon King era pari a zero, complice un budget non di molto superiore. Occorreva qualcosa di accattivante, capace di stupire ancora una volta il suo pubblico e smuovere le vendite anche oltreoceano.
    Al che, l'improvviso lampo di genio di Mr. Sakurai: con il supporto del mai troppo compianto Satoru Iwata, l'autore scomodò le alte dirigenze affinché a combattere nel suo gioco fossero nientemeno che Mario, Link e le altre maggiori star dell'universo Nintendo in persona. Dopo un'iniziale titubanza legata al raduno di personaggi così eterogenei per stile ed estrazione, il resto è storia. Dai dodici lottatori del capostipite per N64 agli oltre settantaquattro previsti nel nuovo Ultimate, il poderoso successo di Super Smash Bros. si è propagato attraverso quattro diverse generazioni di console, accogliendo sempre più ospiti dai volti illustri e, soprattutto, mantenendo a viva fiamma l'animo degli appassionati col fuoco di una passione che forse non conosce pari.

    Incontro alla rissa totale

    A costo di ripeterci, vogliamo ribadirlo ancora una volta: Super Smash Bros. Ultimate non è - nel modo più categorico - una versione graficamente aggiornata ed espansa nei contenuti del suo predecessore uscito su Wii U ormai quattro anni fa. Il sottotitolo in questione è da intendersi piuttosto come "definitivo", volto insomma a rappresentare quella summa della serie che l'imminente capitolo per Switch desidera essere, forse anche suggerendo la volontà di tracciare un punto fermo da parte del suo instancabile creatore.

    Messo momentaneamente da parte il motivo legato al titolo del gioco, vorremmo tuttavia rivolgerci anche a coloro i quali, tra i possessori di Switch, fossero alla prima esperienza con l'atipico picchiaduro Nintendo. Atipico nei confronti dei fighting game di stampo tradizionale, si intende, poiché in Super Smash Bros. l'obiettivo non è esaurire l'energia dell'avversario, bensì scagliarlo fuori dalla schermata di gioco dopo avergli inflitto una serissima dose di sganascioni. Più danni riceve, più aumenta la percentuale di "rischio" e sarà quindi ancor più facile farlo volare via verso la sconfitta.

    A differenza di Street Fighter o Tekken, la componente offensiva non dipende da lunghe catene di combo, ma da pochi tasti, combinabili con le quattro direzioni per un ampio ventaglio di mosse differenti: uno per gli attacchi base (i più "fisici"), un altro per i colpi speciali (modellati con attenzione sulle caratteristiche del personaggio) e infine quello deputato alle prese. Premendo in sincronia direzione e attacco base sarà possibile poi caricare il devastante Attacco Smash, ideale per catapultare fuori il malcapitato contendente, mentre raccogliere la vagante Sfera Smash permetterà di scatenare una poderosa mossa finale personalizzata per ogni lottatore. Sul lato difensivo, invece, abbiamo il pulsante per lo scudo (e in Ultimate qualcosa è cambiato a riguardo, come vedremo in un'altra occasione), che associato a una direzione permetterà di schivare, anche sul posto o in aria.

    D'altronde, il movimento su larga scala e la gestione degli spazi terreni e aerei, in Super Smash Bros., rivestono un'importanza fondamentale: le multiformi arene possono infatti svilupparsi su più livelli, e non sono rare le occasioni in cui la battaglia si concentrerà ai loro bordi oppure addirittura in zone più remote, magari direttamente agli angoli dello schermo.

    La filosofia dietro la lotta Nintendo

    Dietro l'apparente semplicità di fondo delle sue regole si nasconde però la vera essenza della produzione Nintendo: la volontà universale di celebrare il mondo del videogioco rivolgendosi indiscriminatamente a tutti i suoi appassionati, arricchirli instillando loro la curiosità verso altre esperienze, mondi e personaggi ancora da scoprire. Non una banale "vetrina" per i numerosi brand della Grande N, bensì il più imponente crossover che la storia del medium interattivo abbia mai conosciuto.

    Laddove altri esponenti del genere faticano a trovare un vero equilibrio tra accessibilità e tecnicismo, Super Smash Bros. gode da sempre di una doppia anima ad ogni capitolo sempre più sottile, ideata per venire incontro alle esigenze di ogni tipologia di giocatore: da un lato sa essere disimpegnato e caotico come il più chiassoso dei party game (un fattore che con l'avvento su Switch sarà destinato a moltiplicarsi); dall'altro è animato da una vena di complessità tecnica che ha pochi rivali in termini di dedizione della community e risonanza presso la scena competitiva.

    Anche per Ultimate la parola d'ordine, come sempre insomma, è trasversalità: una virtù che si riflette completamente, come accennato, nell'elevata stratificazione dell'esperienza di gioco, la quale si tradurrà in una vasta gamma di modalità diverse e nella possibilità di personalizzare gli incontri agendo a piacere su decine di variabili differenti. Approfondiremo meglio quest'ultimo aspetto nel prossimo speciale, in attesa che Super Smash Bros. Ultimate faccia il suo debutto a partire dal prossimo 7 dicembre.

    Che voto dai a: Super Smash Bros Ultimate

    Media Voto Utenti
    Voti: 56
    7.8
    nd