Svilupparty

Svilupparty 2018, Giorno 1: da Blood Opera Crescendo a Super Cane Magic Zero

La prima giornata dello Svilupparty 2018 mette in mostra titoli come Blood Opera Crescendo, Project Starship X e Eldest Souls...

speciale Svilupparty 2018, Giorno 1: da Blood Opera Crescendo a Super Cane Magic Zero
Articolo a cura di

Spinti da vivo interesse e sincera curiosità, come ogni anno, anche noi di Everyeye.it siamo stati a Bologna per partecipare alla nona edizione dello Svilupparty. Un evento unico, in continua crescita e dalla portata nazionale; un solido riferimento italiano per tutti coloro che vogliono fare dello sviluppo di videogiochi un futuro lavoro o, semplicemente, un sogno da realizzare. Anche quest'anno, infatti, la tre giorni ospita all'interno della Biblioteca Renzo Renzi della prestigiosa Cineteca decine di postazioni dove vengono presentati i progetti dei vari team, che possono godere così di un'importante occasione per essere mostrati, provati e raccontati agli appassionati, agli esponenti della stampa di settore e, soprattutto, agli editori potenzialmente interessati a una futura pubblicazione. L'ultima "festa per celebrare gli sviluppatori italiani" ideata dal veterano del developing made in Italy, Ivan Venturi e promossa dall'associazione omonima e dall'Archivio Videoludico si è svolta nella cornice di un clima fervente, ma anche piacevolmente amichevole e disteso. Durante le nostre prove non sono infatti mancate richieste di consigli e di feedback per migliorare il proprio prodotto, nonché appassionanti chiacchierate. Vorremmo ora raccontarvi i titoli che più ci hanno lasciati positivamente impressionati, con qualcuno di ritorno dalle precedenti edizioni e altri totalmente nuovi. Chissà che il futuro del videogioco italiano non possa cominciare anche da qui.

Blood Opera Crescendo - Kibou Entertainment

Al suo debutto allo Svilupparty, Blood Opera Crescendo è un'avventura grafica 2D dalle forti influenze stilistiche giapponesi che, secondo il game designer Simone Granata, "mirerà a spezzare i limiti del tool RPG Maker MV". In una fittizia cittadina dell'Austria del diciottesimo secolo, l'ex-direttore d'orchestra e ossessionato compositore Heinrich Steiner dovrà far luce sull'identità che si cela dietro ai molti efferati omicidi, che vedono le vittime trasformate in raccapriccianti strumenti musicali persino funzionanti.

Ispirato nelle meccaniche di gioco a serie come Ace Attorney, la componente narrativa ed investigativa rivestirà quindi un ruolo fondamentale: sarà infatti importante avere buona memoria dei dialoghi e degli eventi che avranno luogo durante la storia per ottenere, durante gli interrogatori, informazioni essenziali che ci condurranno sempre più vicini alla verità. Nel corso del nostro test, siamo rimasti piacevolmente colpiti dal tema scelto, dalle atmosfere e dalla cura per il dettaglio grafico. Blood Opera Crescendo è previsto per il 2018 su PC, ma è possibile contattare gli autori sulla loro pagina Facebook per richiedere una demo in lingua italiana del titolo.

Circle of Sumo - Yonder

Dagli stessi creatori dell'apprezzato Red Rope Don't Fall Behind (disponibile su Steam), Circle of Sumo è un divertente party-game con visuale top-down definito come "la quintessenza del multiplayer competitivo": fino a quattro giocatori possono scontrarsi nei panni dei corpulenti lottatori orientali (da scegliere tra una vasta rosa) al fine, ovviamente, di vincere una volta spinti tutti gli avversari all'esterno del dohyo, il tipico ring circolare.

Ma non è tutto: a dispetto dell'enorme stazza, in realtà i lottatori si rivelano più agili del previsto tra cariche a tradimento e schivate improvvise, tecniche che contribuiscono a dare al titolo di Yonder un ritmo immediato e veloce, tutto basato sui riflessi, meritevole anche di creare situazioni genuinamente spassose. In mezzo ad una chiacchierata, il game designer Giuseppe Mancini ci ha parlato dell'intenzione di rendere le meccaniche principali di Circle of Sumo la base per una futura collezione di minigiochi: durante la nostra prova, infatti, abbiamo avuto modo di testarne uno basato sul calcio, rimanendone positivamente stupiti. In attesa dell'uscita su PC e Switch, è possibile scaricare la demo di Circle of Sumo sulla pagina ufficiale di Itch.io.

Project Starship X - Panda Indie Studio

Ospitato da un intrigante cabinato arcade proprio all'ingresso della biblioteca, è stato impossibile non notare subito Project Starship X. Un promettente shoot 'em up, dal fascino old-school, che secondo il suo unico autore Matteo Gonano punterà a rendere meno ripetitive e frustranti le dinamiche degli spietati bullet hell: nonostante la presenza delle ondate di proiettili e una certa difficoltà connaturata al genere siano assicurate, la sfida non ci è mai risultata frustrante grazie ad un'attenta gestione procedurale della difficoltà. Indovinatissima anche l'estetica scelta, merito di uno schizzato stile anni '90 che richiama gli artifici visivi del vecchio tubo catodico, con esplosioni di impatto ed effetti coloratissimi.

È stato anche possibile scegliere tra quattro personaggi (dai nomi fantastici come Garret Zeppola o Swag Cthulhu), ognuno adatto ad un diverso stile di gioco, da uno più potente a quello maggiormente difensivo. Ad aggiungere un certo grado di profondità ad una formula altrimenti piuttosto consolidata ci pensa la Manovra X, una tecnica offensiva e difensiva al tempo stesso, da utilizzare con saggezza per sbarazzarsi dei nemici e superare gli ostacoli. Un po' come nel secondo capitolo di Metal Slug, la "X" del titolo sta ad indicare un sostanziale miglioramento: il titolo è infatti un vero e proprio seguito potenziato di Project Starship, uscito nel 2016 su Steam.

Eldest Souls - Fallen Flag Studio

Fortemente devoto alla musa ispiratrice di Dark Souls a partire dal nome, il titolo di debutto dei giovanissimi di Fallen Flag Studio è un action hack 'n' slash in due dimensioni. Il gioco si alterna essenzialmente in due diverse fasi: una più esplorativa dove sarà possibile raccogliere oggetti come potenziamenti ed interagire con i vari personaggi; l'altra basata interamente su impegnativi scontri con enormi boss.

La presentazione è stata decisamente piacevole, soprattutto considerati i soli sei mesi impiegati per la build che abbiamo testato: a colpirci è stato senza dubbio lo stile grafico in pixel art e il design del boss presente, il Guardiano, che si è dimostrato alquanto subdolo anche nei pattern di attacco. Il combat system si è dimostrato inoltre intrigante e sfaccettato: insomma, speriamo che col giusto tempo e tanto impegno Eldest Souls si riveli un titolo meno derivativo di quanto appaia inizialmente.

Super Cane Magic Zero - Studio Evil

In chiusura alla nostra rassegna, c'è naturalmente il frutto della collaborazione tra gli sviluppatori di Studio Evil (Syder Arcade, Relive) e il noto fumettista Sio, nonché il gioco più promettente dell'intera giornata: Super Cane Magic Zero è un action-RPG dotato di uno stile folle e costantemente sopra le righe, già disponibile da diverso tempo su Steam in accesso anticipato ed ora sempre più vicino alla fatidica uscita.

Abbiamo avuto modo di provare entrambe le modalità (campagna e arena PVP) che saranno disponibili nella versione finale del titolo, constatando una maggiore pulizia tecnica e una migliore rifinitura generale rispetto alle build precedenti. Le fasi iniziali della corposa campagna (sono previsti oltre 30 livelli), giocabile in singolo o in co-op fino a quattro giocatori, ci hanno raccontato con un incipit spassosamente demenziale lo scopo del gioco (ritrovare il cane e salvare Internet) e condotto poi all'esplorazione di dungeon generati proceduralmente, pieni di nemici e trappole in cui sarà fondamentale raccogliere oggetti, per poi lanciarli o addirittura mangiarli (facendo molta attenzione a cosa inghiottire) per ottenere bonus (ma anche malus) di vario genere. Essendo imprescindibile la cooperazione ed essendo presente il fuoco amico, vi lasciamo immaginare quali esilaranti dinamiche si sono verificate nel corso della prova. Fortunatamente, non manca poi molto all'uscita ufficiale: Super Cane Magic Zero dovrebbe essere disponibile su PC e tutte le principali console entro il 2018.