Sword Art Online Fatal Bullet: le novità del DLC Betrayal of Comrades

Il nuovo DLC di Sword Art Online Fatal Bullet ha saputo porre rimedio ad alcune delle più gravi pecche del gioco originale. Vediamo come è andata...

speciale Sword Art Online Fatal Bullet: le novità del DLC Betrayal of Comrades
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • A distanza di oltre due mesi dal rilascio di Ambush of The Imposters, BANDAI NAMCO Entertainment ha recentemente pubblicato Betrayal of Comrades, ovvero la seconda parte di un trittico di contenuti scaricabili a pagamento mirati ad approfondire la non troppo ispirata trama di Sword Art Online: Fatal Bullet, lo sparatutto in terza persona di SAO rilasciato nel mese di febbraio 2018. Temendo che questo secondo DLC potesse rivelarsi tedioso, breve e scadente tanto quanto il primo, siamo tornati nel mondo di Gun Gale Online con le dovute riserve, scoprendo tuttavia un prodotto nettamente migliore del previsto, a cominciare dal profilo narrativo.

    A caccia di impostori

    Cronologicamente collocabile subito dopo i fatti di Ambush of The Imposters, il nuovo DLC di Fatal Bullet vede il nostro avatar e i suoi originali compagni alla ricerca dei cloni di Asuna e Kirito: una serie di unità ArFA-sys apparentemente identiche ai giocatori più abili di GGO ha invero fatto la propria comparsa, gettando nel caos più totale i vari campi di battaglia. Rintracciate le due pericolose copie all'interno della cosiddetta Grotta del Demone, ci siamo dunque addentrati nel nuovo dungeon scoperto all'interno delle Sabbie Solitarie, un labirinto ricco di tesori da raccogliere, potenti nemici da superare e molteplici boss opzionali. Se il dungeon proposto dallo scorso DLC appariva molto lineare e ripetitivo, la Grotta del Demone ha saputo intrattenerci per ben due ore con i suoi segreti e le sfide proposte, le quali includevano ben sei boss fight anche piuttosto impegnative. La ricerca dei cloni ha infatti coinvolto due nuovi personaggi - tratti direttamente dall'anime di Sword Art Online Alternative: Gun Gale Online - e addirittura un villain inedito, che sin dalle prime battute si è dimostrato più subdolo, incisivo e affascinante dei due nemici proposti dal gioco principale. Di conseguenza, come lasciato intendere da alcune battute apparentemente "innocue" del precedente DLC, la crisi delle ArFA-sys replicanti non è che l'inizio di un'operazione ben più ampia e disastrosa, che mira a cancellare una volta per tutte l'intera città di SBC Glocken.

    Focalizzandosi sui soli personaggi originali del più recente videogioco del brand, Betrayal of Comrades ha saputo raccontare un frammento di storia convincente e intrigante, che finalmente poggia le proprie basi sulla complessa e finora intoccata lore di GGO.
    Sebbene la Grotta del Demone possa apparire come l'ennesimo riciclo di texture, il dungeon ha in parte posto rimedio al solito problema che purtroppo affligge la maggior parte dei giochi di SAO ed i loro DLC: un bilanciamento generale parecchio incongruo, che spesso costringe il giocatore a sottoporsi a fastidiose sessioni di grinding. Nonostante i nemici incontrabili all'interno del labirinto siano senz'ombra di dubbio i più potenti finora proposti dal pacchetto, il superamento del dedalo non richiede, stavolta, dei personaggi potenziati all'inverosimile, bensì un pizzico di strategia e una squadra ben amalgamata: non potendo contare nemmeno a questo giro sui principali eroi del brand, come ad esempio la guaritrice Asuna, si è rivelato più che mai opportuno sfruttare la conformità del terreno per accerchiare i nemici, tendere loro degli agguati, e ribaltare situazioni altrimenti pericolose. L'unica vera difficoltà è stata in questo caso rappresentata dai molti boss previsti dalla storyline, come ad esempio gli affascinanti Samurai posti a difesa della zona più profonda dell'intera grotta: certo questi potranno apparire assai fuori luogo all'interno di GGO, ma la fastidiosa tendenza di Fatal Bullet di riciclare continuamente i nemici ci ha invece spinti ad apprezzare la fantasia dello sviluppatore Dimps, che pare intenzionato ad arginare i più grossolani errori compiuti lungo la campagna principale.

    Una porta verso il domani

    Come avvenuto già per Ambush of The Imposters, l'uscita del DLC intitolato Betrayal of Comrades è stato accompagnato da una corposa patch che ha apportato non pochi accorgimenti a Fatal Bullet. Oltre ad aver portato a 200 il level cap dei personaggi, il nuovo update ha infatti ribilanciato buona parte dell'armamentario, incrementando l'efficacia dei fucili da cecchino, delle mitragliatrici e dei fucili a pompa, che troppo spesso non sortivano gli effetti sperati. Soprattutto, la patch ha introdotto una missione che permette di ampliare la stanza dell'avatar attraverso l'apertura di una porta finora sigillata: al suo interno, infatti, il giocatore può ora incontrare i propri compagni di avventura e accettare le loro richieste, che spaziano dal recupero di un determinato oggetto alla sconfitta di nemici esclusivi e molto potenti. Come se non bastasse, il completamento dei suddetti incarichi premia la buona volontà degli utenti migliorando non poco il legame d'affezione fra l'avatar ed il committente; di conseguenza, l'introduzione di questa meccanica offre invero una valida (e ben più rapida) alternativa al precedente sistema di affezione, che costringeva i giocatori a resuscitare per centinaia di volte i compagni caduti in battaglia. Considerando poi che l'ottenimento del vero finale del gioco richiede appunto che i legami con tutti i personaggi del cast raggiungano il massimo livello, è probabile che Dimps abbia voluto semplificarne il processo, invogliando i giocatori ad esplorare ogni anfratto di Fatal Bullet.
    Sfortunatamente le attività svolte all'interno della "nuova" stanze del giocatore non influenzano in alcun modo la trama, né sbloccano ulteriori CG nella già ricca galleria di immagini; tuttavia, durante la nostra prova non abbiamo potuto fare a meno di sospetta che questa giocherà un ruolo più ampio dopo l'uscita del terzo ed ultimo DLC, che molto probabilmente arricchirà il pacchetto con tante nuove missioni secondarie, taglie e almeno due personaggi aggiuntivi (provenienti dalla saga di Alicization).

    Sword Art Online: Fatal Bullet Dopo la cocente delusione ricevuta da Ambush of The Imposters non ci aspettavamo affatto che Dimps riuscisse a correggere il tiro già col secondo DLC del pacchetto. Betrayal of Comrades, assieme alle altre molteplici novità aggiunte con l’avvento della versione 1.06 di Sword Art Online: Fatal Bullet, ha invece cercato di porre rimedio ad alcune delle più gravi pecche del prodotto: la difficoltà complessiva, l’assenza di un villain intrigante e le eccessive ore di gioco extra richieste dal tedioso sistema di affezione. A ragion veduta, ci auguriamo che lo sviluppatore continui su questo percorso, sfruttando magari il terzo ed ultimo DLC del pacchetto per ampliare ulteriormente anche il già ricco comparto online del titolo e proporci questa volta una versione multiplayer del torneo Bullet of Bullets (al momento disponibile solo in modalità offline).

    Che voto dai a: Sword Art Online: Fatal Bullet

    Media Voto Utenti
    Voti: 18
    6
    nd