The Mandalorian: tutti i videogiochi di Star Wars citati nella serie Disney

The Mandalorian è una delle serie del momento: uno dei suoi meriti è aver connesso diversi elementi narrativi dei videogiochi di Star Wars.

speciale The Mandalorian: tutti i videogiochi di Star Wars citati nella serie Disney
Articolo a cura di

È confortante pensare che, in un 2020 difficile e demoralizzante, Disney ci abbia regalato una cosa magnifica come The Mandalorian 2. Una serie, come abbiamo già affermato nella nostra recensione di The Mandalorian Stagione 2, che ha colto perfettamente l'essenza di Star Wars: un fanservice tanto intenso quanto galvanizzante, eppure mai fine a se stesso, razionale e funzionale al racconto.

Le citazioni, i riferimenti e i ritorni appartenenti alle varie ramificazioni mediatiche della Galassia lontana di Lucasfilm si sprecano, e dimostrano quanto la penna di Jon Favreau e le intuizioni creative di Dave Filoni rappresentino l'Epifania e la rinascita di cui il franchise necessitava da anni.

Sembra incredibile a pensarci, ma le avventure del Mando hanno persino ridato dignità ad alcuni elementi narrativi inclusi nella produzione videoludica di Guerre Stellari, e non soltanto quella emersa negli ultimi anni. Lo scopo di questo speciale è dunque il seguente: riepilogare tutti i videogiochi di Star Wars che, in qualche modo, sono stati citati all'interno di The Mandalorian. Mettetevi comodi e non fate come Grogu, ma allacciate le cinture e reggetevi forte: la Razor Crest sta per lanciarsi in un Iperspazio fatto di piacevoli ricordi, sia vicini che lontani.

Il drago Krayt e le sue perle

La volontà di affondare le radici nei meandri più profondi della "Lore" starwarsiana emerge sin dalla prima puntata della seconda stagione dello show Disney. Nel suo fare ritorno su Tatooine per cercare informazioni su sopravvissuti del popolo mandaloriano e sull'ubicazione di Jedi superstiti, il protagonista deve misurarsi con un Drago Krayt, una possente creatura che striscia sotto le dune dei cocenti deserti del pianeta natale degli Skywalker. Questo terrificante mostro delle sabbie, per chi non lo sapesse è apparso per la prima volta in Star Wars: Knights of the Old Republic, la popolare serie di ruolo sviluppata da BioWare, che ancora oggi rientra tra i migliori videogiochi di Guerre Stellari.

Il rettile sabbipode compare in una sequenza di missioni ambientate proprio su Tatooine, svelando peraltro di possedere una preziosissima perla all'interno del proprio stomaco. L'utilizzo di queste perle è a molti ignoto, ma il database di KOTOR svela che il loro impiego potrebbe consentirgli - se adeguatamente lavorate - di trasformarsi in un cristallo kyber per alimentare una spada laser. I draghi Krayt hanno popolato l'immaginario di Star Wars in svariate altre incarnazioni del brand (vengono citati anche nel romanzo ufficiale di "Una nuova speranza"), ma è interessante notare che la loro origine fa capo proprio ad uno dei videogiochi più celebri di sempre.

I Soldati Oscuri

In The Mandalorian 2 ha debuttato una "nuova" categoria di nemici per alcuni fan di Guerre Stellari. Virgolettare è d'obbligo, perché i "Dark Troopers" guidati dal Moff Gideon di Giancarlo Esposito affondano le loro radici proprio nel passato videoludico di Star Wars. Una primissima versione di questi micidiali assaltatori, infatti, fece il suo debutto in Star Wars Battlefront del 2004.

Il gioco si componeva di una campagna singleplayer ambientata tra gli eventi di "Una nuova speranza" e "L'Impero colpisce ancora", e i Soldati Oscuri rappresentavano ovviamente una delle minacce principali per la Ribellione dopo la devastazione della prima Morte Nera. L'evoluzione recente dei Dark Troopers è però molto diversa dalle origini di questi letali militari: inizialmente essi erano, un po' come già visto in The Mandalorian, droidi da combattimento programmati dall'Impero Galattico.

L'impiego fallimentare di questi soldati portò gli scenziati di Palpatine a trasformarli in una corazza pilotata da umani, che li utilizzarono durante la Guerra Civile Galattica e nella Battaglia di Tatooine. La terza generazione è appunto quella sperimentata da Gideon nella serie Disney, con un ritorno all'utilzzo di droidi, ritenuti ben superiori alle risorse umane. Il risultato, questa volta, è stato quasi eccellente: rispetto alle loro fasi iniziali, i Soldati Oscuri sono molto più micidiali di prima... a meno che un Jedi non compaia nei paraggi.

Il Tempio Jedi e i bambini sopravvissuti

È opportuno pensare che, nella sua fase centrale, la seconda stagione di The Mandalorian abbia voluto collegarsi ad alcuni elementi narrativi di Jedi: Fallen Order, una delle più recenti incarnazioni videoludiche di Guerre Stellari. Nell'avventura di Cal Kestis, infatti, vediamo il protagonista visitare alcuni particolari templi Jedi, ruderi perduti in grado di rinforzare il legame tra il padawan e la Forza, al fine di svelare i misteri legati ad un Holocron contenente antichi segreti e informazioni preziose.

Templi che ci sono parsi molto simili a quello di Tython, il pianeta sul quale Din (su consiglio di Ahsoka) ha portato Grogu per dar vita al rituale che lo avrebbe connesso ad un Maestro Jedi. Non solo, la natura stessa del Bambino sembra a sua volta collegata al destino del protagonista di Fallen Order: entrambi, d'altronde, sono ex padawan sfuggiti per miracolo all'Ordine 66, e la missione di Cal non a caso consiste nel proteggere un file contenente l'ubicazione dei bimbi jedi sopravvissuti alla furia genocida di Darth Vader. I legami concettuali tra questi due personaggi sono talmente palesi che il fandom ha teorizzato a lungo, nelle settimane di trasmissione dello show, che il Jedi destinato ad addestrare "Baby Yoda" alle vie della Forza potesse essere proprio Kestis. Il finale della Stagione 2 ha smentito questa ipotesi, ma chissà che il guerriero interpretato da Cameron Monaghan non possa entrare a far parte dell'universo seriale di Star Wars. Non ci resta che attendere un eventuale Fallen Order 2 per saperne di più...

Il Jedi

Veniamo infine alla grande rivelazione di The Mandalorian 2: il cameo finale di Luke Skywalker, che nella serie ha preso vita grazie ad una ricostruzione in digitale delle fattezze giovanili di Mark Hamill. Il salvataggio dell'eroe sull'incrociatore leggero di Moff Gideon ci ha dato prova delle incredibili abilità Jedi di Luke, ma in realtà non è la prima volta che lo vediamo in quelle vesti. I fan dei videogiochi di Guerre Stellari lo hanno già vissuto di recente, in Star Wars Battlefront 2, in cui è possibile vestire i panni di un giovane Luke Skywalker nel suo periodo di vita successivo agli eventi de Il Ritorno dello Jedi.

Una versione pressoché identica a quella comparsa nell'epilogo di The Mandalorian 2, che ha addirittura un ruolo di peso nella campagna single player di Battlefront 2. Sempre dall'opera DICE, inoltre, proviene la famosa "Operazione Cenere" condotta dall'Impero ai danni della fazione Ribelle: un'offensiva spietata che costò la vita ad innumerevoli innocenti, e che nella "lore" di The Mandalorian assume un'importanza specifica per la psicologia di alcuni comprimari.

Andando ancora più a ritroso, un Luke pienamente formato e a capo del nuovo Ordine Jedi è coinvolto nella saga videoludica legata al personaggio di Kyle Katarn: un Maestro dalla saggezza e dall'abilità straordinarie, con un preciso arco narrativo, legato similarmente all'addestramento di una nuova accademia di Cavalieri Jedi per preservare la pace nella Galassia. Purtroppo, per quest'ultimo, si tratta di materiale non più canonico.

Star Wars: The Mandalorian - Stagione 2 Con pochi ma preziosi elementi gli autori di The Mandalorian hanno saputo connettere lo show Disney anche alla frangia "interattiva" del franchise Lucasfilm. La speranza è che una simile attenzione possa ripetersi anche in futuro, e che la Galassia lontana lontana arricchisca ulteriormente la sua continuity anche con le produzioni videoludiche. Sotto questo aspetto ci auspichiamo che il futuro sia roseo come sembri. D'altronde già con Jedi: Fallen Order il franchise pare aver capito, proprio come il popolo mandaloriano, qual è la "Via" da seguire.

Quanto attendi: Star Wars: The Mandalorian - Stagione 2

Hype
Hype totali: 4
78%
nd