The Outer Worlds: un tour organizzato da Obsidian nel Sistema di Alcione

Partiamo per un viaggio tra i pianeti del Sistema Alcione di The Outer Worlds, alla scoperta delle loro caratteristiche principali.

speciale The Outer Worlds: un tour organizzato da Obsidian nel Sistema di Alcione
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Ne avete abbastanza del pianeta Terra? Con tutti i suoi problemi, il suo surriscaldamento globale, la fine delle mezze stagioni e le polemiche sulla recensione di Death Stranding? Abbiamo quello che fa per voi. Come sempre, l'agenzia turistica Everyeye Travel&Games è in prima linea per proporvi nuove soluzioni di viaggio che vi permettano di staccare finalmente la spina e godervi un po' di meritata vacanza. E quale luogo migliore dello Spazio per svagarsi un po', lontano dai soliti panorami terrestri e dalla monotonia della vita quotidiana? Entrate pure e mettetevi comodi: nella brochure del periodo autunno-inverno spicca un tour galattico organizzato nientemeno che da Obsidian, un gruppo di animatori veterani del settore, che saprà allietare con ironia, spasso e imprevedibilità le vostre traversate nelle stelle. La meta prediletta dai nostri clienti in questi ultimi mesi dell'anno è il Sistema Alcione in cui si ambienta l'ultima space comedy a marchio Obsidian che, se avete letto la nostra recensione di The Outer Worlds, sapete già di non potervi perdere per nessuna ragione nell'universo. Allacciate le cinture e preparatevi ad un lungo sonno criogenico: la strada da percorrere è molto ampia, ma le tappe che vi stiamo per elencare valgono ogni secondo di attesa.

    Un mezzo di trasporto...inaffidabile

    Prima di decollare, è meglio fare un giretto sulla navicella che vi accompagnerà nelle vostre peregrinazioni interstellari. L'astronave L'Inaffidabile, a scapito del nome, è un piccolo gioiello di ingegneria aerospaziale, dotata di tutti i comfort che un astronauta possa desiderare, sebbene contenga un solo bagno, a fronte di un equipaggio abbastanza numeroso.

    Se si esclude questo piccolo intoppo che potrebbe ridurre la vostra intimità nei momenti di maggiore impellenza fisiologica, ogni membro della crew avrà a disposizione il proprio spazio per riposare in attesa della prossima tappa. Inoltre, a supervisionare il viaggio ci sarà A.D.A, il simpaticissimo computer di bordo con manie megalomani ed enormi facoltà intellettive, a confronto della quale HAL 9000 di 2001 Odissea nello Spazio sembra un primate. Non dimenticate di scambiare quattro chiacchiere con lei tra una sosta e l'altra: questa intelligenza artificiale particolarmente evoluta sa essere infatti una piacevolissima compagnia.

    Terrarium 2

    Possiamo forse considerarlo il pianeta principale del Sistema Alcione, quello che - non a caso - è stato nominato Terrarium 2, ossia una "seconda Terra", una nuova casa per tutti quegli esseri umani partiti in direzione delle colonie spaziali. La prima tappa di questa crociera cosmica prevede un atterraggio qui, su un luogo che - nonostante la denominazione - poco assomiglia al nostro pianeta natio.

    Mentre il colore predominante della Terra è l'azzurro degli oceani e del cielo, su Terrarium 2 a prevalere è il rosso: ci troviamo d'altronde su un territorio sormontato da un enorme vulcano, che ha generato lunghi sentieri di lava che percorrono gran parte della superfice. Questo significa che dovrete fare molta attenzione a dove mettete i piedi: occhio a non scottarvi tra i suoi fiumi di fuoco. Sarà meglio pertanto se vi muoverete nell'entroterra, tra i campi di candidi fiori, soffici come soffioni, e prati di funghi che hanno tutta l'aria di essere piuttosto succulenti. Ma evitate di mangiarli.

    Se proprio avete fame, potete sempre fare un giretto nei resort allestiti dai coloni: magari non sono lussuosissimi (e non si può pretendere certo chissà cosa, viste le condizioni del pianeta), tuttavia è sempre più sicuro che restare troppo tempo senza protezione nelle lande selvagge popolate da bestioni primitivi, dall'aspetto di gorilla molto aggressivi, pronti a sbranarvi alla minima distrazione.

    Terrarium 2 in tal senso sembra quasi una versione primordiale della nostra Terra: quando la natura dominava sovrana, il fuoco era l'elemento primario e gli esseri umani erano ancora in uno stato..."scimmiesco". Se l'avventura non vi spaventa, fate un salto al di fuori degli insediamenti quando cala la notte, e poi alzate gli occhi al cielo: potrete ammirare una volta celeste immaginifica, nonché quella che sembra a tutti gli effetti un'aurora boreale talmente bella da farvi cadere gli occhi fuori dalle orbite. Esattamente come potrebbero fare anche quei pelosi bestioni che si aggirano su Terrarium 2!

    Monarca

    Finito il giretto sul primo pianeta, torniamo sull'Inaffidabile e involiamoci verso Monarca. Un luogo che di primo acchito rimarca la sua distanza da Terrarium 2 in termini di gamma cromatica e conformazione paesaggistica. Monarca è un territorio di stampo prettamente roccioso, dove alle pozze di lava si sostituiscono laghetti di...veleno.

    E anzi, a dirla tutta, queste pozzanghere maleodoranti e corrosive sono persino più diffuse dei fiumiciattoli di fuoco. Anche durante questo allegro tour, insomma, guardatevi bene intorno, state lontani dalle caverne, e cercate il più possibile un riparo all'interno di qualche saloon. Se vi ostinerete a giocare coraggiosamente all'aria aperta, vi imbatterete di frequente in creature poco raccomandabili, che sembrano uscite da un inquietante B-movie: tra insetti troppo cresciuti, come il Brucomantide e la gargantuesca Mantiregina, qualora soffriste di entomofobia, evitate di colpo questa sosta e restate a chiacchierare con A.D.A sull'Inaffidabile.

    Nel caso vogliate scendere a terra, vi troverete dinanzi ad un panorama in cui si respira aria di western spaziale e dove pare delinearsi il profilo di una frontiera galattica, con una commistione di colori che vanno dal giallo al marrone, con sfumature di arancione. Peccato soltanto non poter fare qualche bella cavalcata.

    Scilla

    La penultima tappa del nostro tour si ferma su Scilla, un delizioso satellite tanto piccolo quanto...ehm...accogliente. Quello che prende forma dinanzi ai nostri occhi è un paesaggio simile a quello lunare che affaccia sull'orizzonte cosmico e non presenta molte tracce di insediamenti umani.

    Qua e là possiamo trovare qualche bestione primitivo, ma si tratta di presenze saltuarie e poco minacciose. Il pericolo più grande è invece rappresentato da odiosi robot volanti posti a difesa di quello che un tempo era un avamposto minerario, come si evince dalle grosse strutture artificiali che si ergono sul satellite. Facendo qualche passo potrete raggiungere un piccolo villaggio composto da alcune casupole e da un general store, evidentemente costruito per dare ristoro ai lavoratori di Monarca. Non potrete comprare molti souvenir, ma vi sembrerà di stare su un set cinematografico abbandonato, in totale solitudine. Piacevole, sereno e rilassante, a patto di disinfestare preventivamente l'area dagli ammassi di ferraglia che svolazzano lì intorno.

    Sosta alla Pioniera

    Avete bisogno di comprare qualche gadget da portare sulla Terra ai vostri amici invidiosi, o semplicemente non ne potete più della cucina locale? Fermatevi sulla Pioniera, una stazione orbitale in cui spendere i vostri risparmi in svariati beni di prima o seconda necessità.

    È forse il luogo più sicuro che troverete in tutto il sistema di Alcione, fatta eccezione ovviamente - come vedremo - per Bisanzio. Ma a differenza di quest'ultima città, qui la merce è a buon mercato e avrete l'opportunità di trovare davvero di tutto: all'interno di questa colonia dai toni futuristici, piena di insegne al neon di matrice quasi cyberpunk, non mancherà persino la possibilità di assaggiare la celeberrima Cucina della Zia. Bon appetit!

    Bisanzio

    Ed eccoci giunti alla fine del nostro viaggio. L'ultima meta è Bisanzio, la "capitale economica" di Alcione, una città dove si avverte più che in ogni altro posto la lunga mano del Consiglio, della sua burocrazia e del suo potere. Domina il lusso, a Bisanzio: altissimi palazzi sembrano quasi coprire la vista dei panorami galattici, seguendo un'architettura che si contrappone smaccatamente al naturalismo degli altri pianeti.

    Tra le strade della metropoli si muovono nobili e borghesi, con un pizzico di quella "puzza sotto al naso" tipica di chi sa di essere snob e non fa nulla per nasconderlo. Il benessere e la protezione del popolo vengono prima di ogni altra cosa: per questo, mentre su Terrarium 2 o Monarca sarà facile imbattersi in banditi o mostruosità assortite, a Bisanzio vige un forte regime di polizia pronto a salvaguardare gli interessi di burocrati e politici. Anche se siete abbagliati dalla ricchezza di Bisanzio, non scordatevi di alzare per un secondo gli occhi verso l'alto: in caso contrario, rischiereste di perdervi la bellezza indescrivibile di un'enorme luna cremisi. Per chiunque abbia un quantitativo sufficiente di crediti da spendere, questa città resta ovviamente un posto ideale in cui trascorrere gli ultimi giorni di vacanza, facendo magari una capatina anche agli studi cinematografici della zona. Chissà che non abbiano bisogno di una nuova aspirante stella dello show business.

    Nota bene: la Everyeye Travel&Games declina ogni responsabilità in caso di morte per ustioni, avvelenamento, omicidio e smembramenti.

    Che voto dai a: The Outer Worlds

    Media Voto Utenti
    Voti: 54
    7.8
    nd