Triangle Strategy: un gdr tattico con grafica stile Octopath Traveler

Tutto quello che sappiamo su Triangle Strategy, nuovo gioco di ruolo e strategia in arrivo il 4 marzo solo sulla console ibrida di Nintendo.

Triangle Strategy: un gdr tattico con grafica stile Octopath Traveler
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Annunciato a sorpresa nel corso del Nintendo Direct tenuto nel mese di febbraio 2021, Triangle Strategy esordirà in esclusiva su Switch il prossimo 4 marzo per trascinare gli appassionati di giochi di ruolo tattici nella sofferente terra di Nortelia e raccontare loro il sanguinoso conflitto scoppiato fra le sue tre nazioni. A poche settimane dall'avvento del prodotto, abbiamo quindi raccolto le informazioni finora divulgate da Square Enix e Nintendo per farvi conoscere meglio l'ultima creatura del geniale Tomoya Asano, già creatore - tra gli altri - di Final Fantasy: The 4 Heroes of Light, Octopath Traveler e Bravely Default II (a proposito, qui trovate la nostra recensione di Bravely Default II).

    Vent'anni di scommesse vinte

    Tomoya Asano è entrato a far parte di Enix nel 2001, ma ha acquisito un ruolo di spicco all'interno dell'azienda solo due anni più tardi, quando questa si è fusa con la storica rivale Square. In seguito, lo sviluppatore ha prodotto dei tie-in di Fullmetal Alchemist e gli apprezzati remake per Nintendo DS di Final Fantasy III e Final Fantasy IV, i quali lo ispirarono nella creazione del Crown System e dell'intreccio di Final Fantasy: The 4 Heroes of Light.

    Fu proprio lo spin-off a spingere definitivamente sotto i riflettori l'estro creativo del suo brillante creatore, che anziché realizzarne un ipotetico sequel finì invece per plasmare una nuova proprietà intellettuale che ereditasse la mitologia di Final Fantasy, ma che al tempo stesso potesse offrire una componente strategica mai vista prima. Intitolato Bravely Default, il prodotto introdusse le meccaniche del Brave e del Default, che come desiderato da Asano offrirono ai giocatori una profondità strategica impareggiabile e capace di piegare letteralmente il combat system alla loro volontà.

    A distanza di dieci anni esatti da quella scommessa vinta, il Team Asano si è imbarcato in una nuova avventura nata dal radicato desiderio del producer di forgiare un gioco ben più maturo dal punto di vista narrativo e quindi indirizzato principalmente ad un target adulto. Qualcosa che lo stesso Asano sentiva di poter esprimere soltanto attraverso un gioco di ruolo à la Final Fantasy Tactics, ossia un campo in cui il game designer non si era mai cimentato prima. Un titolo, appunto, come Triangle Strategy.

    Scelte che determinano le sorti di un continente

    Come accennato nell'introduzione, la terra in cui è ambientato Triangle Strategy è divisa in tre diverse nazioni costantemente in lotta per il controllo di due preziosissime risorse che nel continente di Nortelia scarseggiano, ossia il ferro e il sale. Avendo questa reclamato innumerevoli vite, la "Guerra del Sale e del Ferro" ha messo a dura prova i popoli dell'intero continente, ragion per cui i sovrani del Regno di Glenbrook, del Granducato di Aesglast e del Sacro Impero di Sabulos si sono visti costretti a stabilire una flebile tregua.

    Sfortunatamente la pace mantenuta a fatica fra i suddetti è stata infranta quando il potente Granducato di Aesglast ha portato a segno un violentissimo attacco ai danni del Regno di Glenbrook. Non ne conosciamo ancora i dettagli, ma le ragioni dietro l'attacco a tradimento andrebbero attribuito al desiderio del sovrano di Aesglast di annientare con ogni mezzo possibile l'intera stirpe reale della nazione vicina Glenbrook, che ci è stata presentata come la patria del commercio. Indossati i panni del protagonista Serenoa Wolfhort (rampollo della nobile Casa Wolfhort, nonché storica protettrice di Glenbrook) e avvalendoci del prezioso supporto della sua promessa sposa, la principessa Frederica Aesglast, e del fedele amico di infanzia, il principe ereditario Roland Glenbrook, noi giocatori avremo il compito di guidare un manipolo di guerrieri e determinare con le nostre azioni il fato dell'intero continente.

    Una serie di intrighi politici e di violenti spargimenti di sangue à la Game of Thrones metteranno costantemente Serenoa (e quindi l'utente) nella posizione di dover prendere delle delicate decisioni in grado di alterare pesantemente il corso degli eventi futuri e valutate in base a tre parametri: pragmatismo, libertà e moralità, ovvero le "convinzioni" che guideranno le sue azioni.

    La demo pubblicata lo scorso anno su eShop ha inoltre rivelato che durante l'avventura dovremo spesso fare i conti con un vero e proprio sistema di votazione, una sorta di democrazia che rispetterà in ogni occasione il volere della maggioranza e che di conseguenza ci costringerà a escogitare dei modi per assicurarci il continuo supporto degli alleati, persuadere le parti ostili ad appoggiare le nostre scelte e quindi pilotare l'esito del voto.

    L'arte della pugna

    Se per conoscere tutti i dettagli circa il gameplay vi invitiamo a rileggere le nostre impressioni sulla demo di Triangle Strategy, in questa sede ci limiteremo invece a raccontarvi quelli che a nostro avviso potrebbero rivelarsi i punti di forza del sistema di combattimento. Come in Fire Emblem o in qualsiasi altro tattico che si rispetti, nella nuova proposta del Team Asano sarà di vitale importanza prestare la massima attenzione al posizionamento delle unità in campo, giacché azioni quali aggredire un nemico alle spalle o da un luogo sopraelevato arrecheranno danni puntualmente maggiori rispetto ai comuni attacchi frontali e privi di alcuna strategia.

    Anche perché, in base al lato preso di mira, gli avversari potrebbero schivare l'assalto e reagire con violenti contrattacchi. Piazzare delle trappole, sfruttare la conformazione del terreno o addirittura modificare a nostra vantaggio le condizioni climatiche sono solo alcuni degli espedienti cui potremo ricorrere per decimare con astuzia e lungimiranza le armate che il nemico ci spedirà contro.

    Una giusta dose di pianificazione sarà insomma essenziale per massimizzare le probabilità di vincere uno scontro e ridurre al minimo le perdite. Sebbene non sia ancora chiaro se Triangle Strategy presenterà o meno un Job System sulla falsariga di Final Fantasy Tactics o Bravely Default, abbiamo comunque appreso che ciascun combattente disporrà di abilità individuali. Se ad esempio Ezana sarà in grado di scatenare una tempesta, al fine di rendere fangoso il terreno di gioco e rallentare notevolmente i movimenti delle unità in campo, l'agile ladra Anna sarà libera di muoversi più di una volta nel corso di un singolo turno e coprire in poco tempo ampie distanze. Conoscere a puntino le proprie risorse e sfruttarle a dovere rappresenterà dunque la chiave per spalancare di volta in volta le porte a strategie sempre nuove e fantasiose.

    Triangle Strategy Triangle Strategy è in definitiva un titolo davvero promettente. Senza nulla togliere all'estetica in "HD-2D" che solo qualche anno fa abbiamo scoperto con Octopath Traveler, il prodotto presenterà un canovaccio narrativo intrigante e complesso, che si evolverà in base alle decisioni intraprese lungo il percorso dal giocatore. Se a questo aggiungiamo la straordinaria componente strategica che caratterizzerà i combattimenti, non fatichiamo affatto a ipotizzare che Asano intenda lasciarci ancora una volta a bocca aperta e che la creatura nata dal suo inesauribile estro possa persino ridefinire i canoni del gioco di ruolo tattico.

    Che voto dai a: Triangle Strategy

    Media Voto Utenti
    Voti: 21
    7.5
    nd