Ubisoft Forward: riassunto e tutti i giochi da Assassin's Creed a R6 Mobile

Da Assassin's Creed Mirage a The Division Heartland, andiamo alla scoperta di tutti gli annunci dell'ultimo Ubisoft Forward andato in onda il 10 settembre.

Ubisoft Forward: riassunto e tutti i giochi da Assassin's Creed a R6 Mobile
Articolo a cura di

Grande assente della Summer of Games prima e della Gamescom 2022, Ubisoft ha deciso di farsi perdonare dai fan dei suoi brand più popolari grazie al nuovo appuntamento con l'Ubisoft Forward, evento trasmesso in tutto il mondo in diretta streaming che si è fatto desiderare per un po'. Dopo un lungo periodo dall'ultima presentazione della software house, abbiamo potuto finalmente assistere ad una corposa serie di annunci riguardanti la futura lineup dell'azienda francese. Facciamo quindi il punto su tutti i protagonisti dell'evento e scopriamo le novità appena annunciate.

Tra Rabbids e pirati

Ad aprire la conferenza è statio Mario + Rabbids Sparks of Hope, che dopo una breve introduzione di Davide Soliani si è mostrato in un lungo filmato di gameplay che ne sviscera alcune dinamiche come l'esplorazione, la risoluzione degli enigmi e il combat system.

A questo proposito, gli sviluppatori di Ubisoft Milan hanno colto l'occasione per svelare alcuni dei poteri dei protagonisti e mostrare una frenetica sequenza a bordo di un treno in cui Mario e Bowser combattono dalla stessa parte. Il buon Soliani ha anche confermato che il supporto post-lancio di Mario + Rabbids Sparks of Hope sarà particolarmente ricco e il Season Pass sarà composto da tre espansioni, l'ultima delle quali aggiungerà Rayman come eroe giocabile in Mario + Rabbids Sparks of Hope.

È poi giunto il turno di Skull & Bones, il titolo a base di pirati che è tornato a mostrarsi con un filmato in computer grafica seguito da un video gameplay ricco di sequenze che hanno mostrato combattimenti a bordo dei velieri e fasi a terra, durante le quali i nostri pirati giungono fino al luogo del tesoro da reclamare. Non è mancata nemmeno una scena incentrata sulla personalizzazione della nave sia dal punto di vista estetico che funzionale, dal momento che si potranno installare cannoni più potenti e altri orpelli che andranno a rendere il nostro mezzo sempre più efficace in battaglia e negli spostamenti.

In chiusura di questa prima parte dell'evento troviamo Riders Republic, che è poi tornato a mostrarsi con un trailer dedicato alla prossima stagione, la quale introdurrà le BMX e una corposa serie di elementi cosmetici con i quali andare a personalizzare il proprio atleta.

The Division Hearthland e Resurgence

Anche The Division si è ritagliato un piccolo spazio nel corso della conferenza, visto che Ubisoft sta sviluppando ben due titoli legati alla serie, ovvero Heartland e Resurgence.

Del primo è stato svelato che la finestra di lancio sarà a cavallo tra la fine dell'anno in corso e il 2023 e che il gioco sarà ambientato nella città di Silver Creek, nella quale l'epidemia ha generato il caos e tra le strade si aggirano non solo fazioni nemiche ma anche Agenti della Divisione che sono passati al lato ‘oscuro'. Per quello che riguarda Resurgence, il free to play per dispositivi mobile, Ubisoft si è limitata a confermare che i prossimi test a porte chiuse apriranno ad un maggior numero di utenti e non includeranno le sole modalità PvE, poiché nella Closed Beta sarà possibile toccare con mano la Zona Nera (PvPvE) e Conflitto (PvP). In entrambi i casi, è possibile ora recarsi sul sito ufficiale della serie per registrarsi e provare ad ottenere l'accesso alle prossime versioni Beta dei looter shooter.

The Division 2, inoltre, non verrà abbandonato e riceverà altre due espansioni di rilievo entro la fine dell'anno, grazie alle quali i giocatori potranno affrontare nuove attività PvE e sbloccare elementi cosmetici in eventi a tempo limitato. Anche la trama andrà avanti con le Stagioni 10 e 11, che permetteranno agli utenti di scoprire ulteriori dettagli sulla componente narrativa.

Il ritorno di R6 Mobile e Trackmania

All'Ubisoft Forward anche Tom Clancy's Rainbow Six Mobile è stato tra i protagonisti, dal momento che il gioco si è fatto vedere in un video gameplay che preannuncia l'arrivo di una Closed Beta nel corso dell'autunno 2022 in svariati paesi (l'Italia non sembra essere tra queste). Gli sviluppatori hanno anche colto l'occasione per svelare la presenza di un sistema attraverso il quale sbloccare gratuitamente gli operatori, di Battle Pass, supporto alla chat vocale e tre mappe al lancio: Banca, Confine e Clubhouse.

A seguire, Ubisoft ha mostrato uno spettacolare trailer di Trackmania, l'ultimo capitolo della serie di racing game arcade - già disponibile su PC - che arriverà all'inizio del 2023 anche su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S, Google Stadia e Amazon Luna e sarà distribuito come free to play.

Una piccola parte dell'evento è stata dedicata al peculiare Rocksmith+, rhythm game che prova a rivoluzionare quanto fatto dai suoi predecessori grazie all'abbandono del ‘pay to play': il gioco non va acquistato, ma è ora un servizio ad abbonamento con tantissime canzoni e la promessa di un catalogo in continuo aggiornamento. Altro titolo per un pubblico più vasto è l'immancabile Just Dance 2023 Edition, che torna a divertire i giocatori con nuove canzoni, personaggi inediti e caratteristiche da titolo a supporto continuo.

Nell'evento si è parlato anche di una delle serie TV targate Ubisoft, dal momento che sta per arrivare su Apple TV+ la terza stagione della serie intitolata Mythic Quest.

Il futuro di Assassin's Creed

La parentesi più grossa dell'evento è sicuramente quella dedicata ad Assassin's Creed, di cui Ubisoft non ha svelato solo il prossimo capitolo, ma ha parlato più in generale del futuro della serie.

Il primo annuncio riguarda ovviamente Mirage (avete già letto la nostra anteprima di Assassin's Creed Mirage?), in arrivo su tutte le piattaforme nel corso del 2023 e con una struttura ludica più simile a quella dei primi episodi della serie: a differenza di Valhalla, il gioco con protagonista il giovane ladro Basim Ibn Is'haq - personaggio noto ai giocatori dell'ultimo capitolo - e ambientato a Baghdad ci permetterà di vivere un'esperienza più incentrata sulla narrazione e sulla componente stealth e meno sull'esplorazione dell'open world e sulla crescita del personaggio attraverso meccaniche tipiche dei giochi di ruolo. Come vi abbiamo accennato, però, Ubisoft non si è limitata a parlare di Mirage e ci ha permesso anche di sbirciare più in là con il reveal di nuove informazioni su Assassin's Creed Infinity (per approfondire ecco il nostro speciale che spiega cos'è Assassin's Creed Infinity), una sorta di piattaforma dalla quale sarà possibile accedere a tutti i futuri titoli premium della serie.

A questo proposito, a dare il via ad Infinity sarà proprio Assassin's Creed Codename Red, il tanto atteso capitolo della serie ambientato nel Giappone feudale e nel quale il protagonista dovrebbe essere uno shinobi. A differenza di Mirage, Red riproporrà le caratteristiche da RPG di Valhalla e offrirà quindi un tipo di esperienza più simile a quella degli ultimi capitoli.

Dopo Red arriverà poi Hexe, altro episodio della serie principale di cui non sappiamo molto, se non che verrà sviluppato dai creatori del primo capitolo, Ubisoft Montreal, e che sarà ambientato durante il periodo della caccia alle streghe, con un setting più oscuro rispetto a quanto siamo abituati a vedere negli Assassin's Creed.

A chiudere il cerchio troviamo Assassin's Creed Jade, che non farà parte dei capitolo di Infinity ma sarà un free to play per mobile con caratteristiche da action RPG e con un personaggio completamente personalizzabile che ci consentirà di esplorare le origini degli assassini in territorio cinese.

Ubisoft x Netflix

Ad essere pignoli, Ubisoft non si è fermata con gli annunci a tema Assassin's Creed e la sua IP di punta è al centro della partnership stretta con Netflix. L'azienda francese e il colosso dell'intrattenimento hanno infatti annunciato una collaborazione che andrà ad arricchire il catalogo di Netflix Games, il quale include una serie di videogiochi per Android e iOS riservati agli abbonati al servizio di streaming più famoso del mondo.

Al centro dell'accordo troviamo ben tre giochi: il primo è un nuovo capitolo di Valiant Hearts in arrivo a gennaio 2023 e sviluppato dai creatori dell'originale, il secondo è un nuovo The Mighty Quest For Epic Loot con elementi roguelike e il terzo un tie-in della serie live action di Assassin's Creed in uscita su Netflix.

Sempre a proposito di abbonamenti, si è parlato anche di Ubisoft+, che non arriverà in Xbox Game Pass come suggerivano gli ultimi rumor ma accoglierà nel catalogo nuove produzioni indipendenti sviluppate da team esterni a quelli della casa francese. Si partirà con Astrologaster (Nyamyam), Evan's Remains (Maitan69), Fell Seal: Arbiter's Mark (6 Eyes Studio) e Lake (Gamious), i quali sono disponibili da oggi e resteranno nel catalogo per almeno sei mesi come tutti gli altri indie che arriveranno in futuro.

Per celebrare l'ampliamento del catalogo, Ubisoft ha anche dato il via ad un'interessante promozione che resterà valida fino al 10 ottobre 2022 e permetterà ai giocatori di attivare un mese d'abbonamento gratis che sarà multipiattaforma e permetterà di usufruire del servizio su PC, Google Stadia e Amazon Luna.