Valorant

VALORANT Episodio 5 Atto 1: nuova mappa e un Battle Pass tutto da scoprire

Nuovo atto, nuovi contenuti per il tactical shooter targato Riot Games: uno sguardo a corposo aggiornamento che inaugura il terzo anno di vita di VALORANT.

VALORANT Episodio 5 Atto 1: nuova mappa e un Battle Pass tutto da scoprire
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Nei giorni scorsi abbiamo potuto approfondire e testare i contenuti relativi all'Episodio 5 Atto 1 del tactical shooter targato Riot Games. L'update segna l'inizio del terzo anno di vita di Valorant. Dopo aver visto la luce in piena pandemia, il titolo del colosso ha continuato a espandere la propria offerta ludica conquistando schiere di appassionati con nuovi agenti, inedite location, oltre che - ovviamente - con una quantità incalcolabile di bundle, contenuti a tempo limitato ed eventi esport (per saperne di più sulla scena competitiva vi invitiamo a leggere il nostro speciale dedicato al competitivo di Valorant).

    Nonostante sia un titolo piuttosto ostico, Valorant ha comunque saputo far breccia nel cuore dei giocatori attraverso uno storytelling avvolgente, coerente e soprattutto intrigante. Insomma, tra un nuovo Atto e un Episodio inedito, il titolo ha spento ufficialmente due candeline e ha tutta l'intenzione di non fermarsi. Anzi, con i contenuti del nuovo update, ovvero, quello che introduce formalmente l'Atto 5, ai giocatori verrà di sicuro l'acquolina in bocca. Tra la mappa inedita, un battle pass nuovo di zecca e ricolmo di elementi estetici e una miriade di aggiustamenti, ecco tutte le novità che reca con sé.

    Benvenuti a Pearl, la città sommersa

    Giocatori e appassionati stavano attendendo da troppo tempo di visitare un luogo mai visto prima in cui scontrarsi a colpi di piombo e radianite instabile. Addirittura, da quasi un anno. L'ultima mappa ad essere aggiunta al titolo è stata infatti Fracture (recuperatevi il nostro speciale dedicato alla mappa di Valorant), giunta nell'autunno del 2021.

    Ora finalmente sarà possibile tuffarsi - letteralmente - in una mappa inedita e affascinante, che forse è la più caratteristica tra quelle disponibili ad oggi. Pearl, per chi non avesse ancora visto il reveal trailer, è una città situata al largo delle coste portoghesi. Si trova sott'acqua, per la precisione. Una cupola composta di policarbonato e radianite la ricopre e la protegge dalle impetuose correnti oceaniche dopo che gli stravolgimenti climatici l'hanno praticamente portata a essere inghiottita dall'innalzamento dei mari. La location - al pari di Ascent - presenta delle caratteristiche uniche e dissonanti tra loro.

    Da un lato la già citata radianite e le tracce della modernità ultra tecnologica; dall'altro, la tradizione portoghese di una metropoli in particolare: Lisbona. Il tram giallo, simbolo assoluto della città lusitana, è trasformato in un baracchino da street food; le case e i balconi strabordanti di fiori multicolore sono un altro segno distintivo dei "barrio" della città placidamente adagiata sul Rio Tejo.

    Non solo: i più attenti di voi, magari, avranno intravisto nella planimetria della mappa anche una cattedrale in rovina ma ancora con tutti gli archi al loro posto: si tratta della rivisitazione del Convento do Carmo, imponente basilica nel centro di Lisbona distrutta dal sisma che rase al suolo l'intera città nel 1755. La mappa è tappezzata, inoltre, di murali di veri artisti portoghesi, altra tradizione della nazione che si affaccia sull'Atlantico e in sottofondo è possibile ascoltare un componimento chiamato fado, prodotto da artisti portoghesi.

    Come mai una scelta così particolare? Ce lo spiegano gli stessi sviluppatori: "l'ispirazione per Pearl è partita da una vecchia tematica sottomarina, unita a un'altra idea che riguardava una grande città rimasta sommersa a causa dei cambiamenti climatici. Abbiamo fatto dei bozzetti esplorando i due concept e quando abbiamo scelto come paese il Portogallo tutti sono rimasti entusiasti dal suo potenziale storico e architettonico.

    Dal momento che Pearl è ambientata su "Terra Omega", volevamo esplorare la gestione dei cambiamenti climatici da parte della versione Omega della Kingdom, e come tradurre visivamente questa idea. Il concetto di mostrare il mantenimento delle città sottomarine ci è sembrata la giusta direzione visiva e ci ha soddisfatto sin da subito. È una bella contrapposizione visiva tra le strutture delle Industrie Kingdom e quelle più antiche del Portogallo".

    Pronti a scendere in profondità?

    Una volta sul campo di battaglia, Pearl ci ha stupiti non solo per la spettacolare realizzazione artistica ma anche per come è stata strutturata. In questo senso la sua planimetria appare molto semplice rispetto all'eclettismo a cui ci avevano abituati gli sviluppatori in precedenza. La location presenta una tradizionale suddivisione in tre corsie, senza teletrasporti, né zipline: lato attaccante "A", punto centrale e lato "B". Il lato A e la porzione centrale della mappa sono ricchi di angoli e colli di bottiglia, mentre il secondo lato presenta una corsia ampia e aperta dalla Rampa B. L'assenza di aiutini meccanici significa che non ci sono scorciatoie per le rotation all'interno della mappa, né altri modi per sorprendere la squadra avversaria o tenerla sotto scacco.

    In questo senso, sembra che con Pearl si sia quasi tornati alla vera essenza del genere tactical shooter; un'essenza retta dalla conoscenza pressoché perfetta della planimetria della mappa, dalla capacità di muoversi attraverso ogni suo anfratto con la sicurezza di un predatore, dal dominio di ogni singolo pixel.

    Come di consueto, lo spot centrale sarà assolutamente decisivo per il controllo del campo di battaglia e del team avversario. Non essendoci alcun trucchetto per spostarsi velocemente tra una zona e l'altra, il possesso dello snodo centrale sarà fondamentale per portare a casa il round. Questo perché vi insistono diverse passerelle e vie che conducono ai site e allo spawn dei difensori.

    Inoltre, la mappa sembra esser stata pensata per adattarsi al meglio alle abilità di Fade e il fatto che per la maggior parte della sua estensione essa si sviluppi in un budello tentacolare che fornisce un certo vantaggio agli agenti dotati di abilità come scatti, dash e cut off come quelle di , Skye, Viper e Jett. Di sicuro la planimetria dello stage permetterà ai giocatori di trovare la composizione migliore per il loro playstyle. Da quanto abbiamo potuto vedere, il meta sulla mappa è ancora fluido, malleabile e tutt'altro che formato.

    Split, il nuovo grado e gli altri aggiustamenti

    L'arrivo di Pearl ha portato alla rimozione - solo temporanea - di Split dal pool di mappe disponibili (sia competitive che non competitive). Split è da sempre criticata in quanto favorirebbe sin troppo il team in difesa. Per questo motivo il team ha ben pensato di rimuoverla per mandarla in ristrutturazione. Secondo gli addetti ai lavori, avere sette mappe è il giusto compromesso per offrire varietà senza intaccare l'esperienza maturabile, oltre che permettere ai neofiti di non perdersi nella comprensione di una miriade di angoli, strategie, composizioni e così via.

    Infine gli sviluppatori hanno deciso di aggiungere un nuovo grado superiore a Diamante e inferiore a Immortale, chiamato "Ascendente". Questo per meglio distribuire la nutrita moltitudine di giocatori, solitamente raggruppati verso il basso. In questo modo i gradi saranno distribuiti in modo più omogeneo e senza intaccare il prestigio dei ranghi più elevati.

    Battle pass, ricompense e bundle

    Ovviamente, con l'arrivo dell'Episodio 5 Atto I non poteva mancare un battle pass pieno di ricompense, come accessori, carte giocatore, titoli e spray, tutte a quanto pare studiate per rappresentare linee e tematiche potenti e dinamiche. Come ricordano gli sviluppatori "Glitter è una linea di modelli scintillante con abbastanza varianti da adattarsi benissimo a ogni collezione. Sputafuoco è la nostra interpretazione artistica di quei giocatori che si tuffano a testa bassa nell'azione e vogliono che le loro armi riflettano questo aspetto. Infine, Task Force 809 è una linea di modelli tattica ed elegante con un coltello da assassino che renderà davvero gratificanti quei fendenti alla schiena."

    Il nuovo bundle (in vendita a 8700VP) "Preludio al Caos" invece si rifà a sparatutto old school come Quake III, Half-Life e Unreal Tournament 99. Stando agli sviluppatori "molti giocatori adoravano i modelli Predatore, ma non avevamo un modello fantascientifico con gli stessi toni scuri. Ci siamo chiesti: cosa vorrebbero in un aspetto i veri patiti di sci-fi? Come ci si sentirebbe a uccidere un demone? I suoni e le animazioni di Predatore erano quello che rispecchiava al meglio questa idea, quindi abbiamo lavorato molto a movenze e sonorità personalizzati per ricarica, equipaggiamento, inattività e ispezione."

    Che voto dai a: Valorant

    Media Voto Utenti
    Voti: 43
    6.5
    nd