Videogiochi e film: gli eroi degli anni '80 che meritano di tornare

Ghostbusters, Ritorno al Futuro, Indiana Jones, Freddy Krueger... serie e personaggi anni '80 che ben si adattano alla produzione di un moderno videogioco.

Articolo a cura di

L'ultimo State of Play di Sony ha catturato l'attenzione della community Sony grazie ad alcuni giochi decisamente interessanti, legati a un passato videoludico intrecciato nelle memorie di tanti appassionati, che hanno potuto di nuovo osservare il comico e sdentato sorriso di Sir Daniel Fortesque, o lo sguardo innocente di Aerith.
Per i nostalgici degli anni '80, invece, è arrivato un annuncio sicuramente inaspettato, quello di Predator: Hunting Grounds, opera dei ragazzi di Illfonic, studio ormai specializzato nel riproporre vecchie icone cinematografiche in produzioni moderne. Sono stati proprio loro a riesumare il funereo Jason in Friday the 13th, e questa volta hanno deciso di omaggiare la pellicola del 1987 con Arnold Schwarzenegger, attraverso uno shooter asimmetrico sulla falsariga di Evolve di cui ancora non si conoscono i dettagli. Il reveal di Predator Hunting Grounds ci ha quindi dato un bel grattacapo su cui riflettere: esistono altri personaggi della gloriosa decade del Walkman che meriterebbero di approdare sulle nostre console? La risposta non è così scontata, e come vedremo, qualcuno è riuscito a tornare alla ribalta, mentre altri sono spariti dalla circolazione.

Freddy Krueger

La prima icona che vogliamo riportarvi alla mente è Freddy Krueger, lo spaventoso infestatore onirico di Nightmare On Elm Street. Apparso nella pellicola del 1984, questo cacciatore spellato tormenta gli incubi di chiunque, e nel mondo dei sogni è capace di assumere qualsiasi forma.

Cadere tra le braccia di Morfeo significa perdere la vita nel modo più atroce possibile e, sebbene sia apparso in Mortal Kombat e Dead by Daylight come contenuto aggiuntivo, un'avventura incentrata sulla carismatica figura di Krueger potrebbe perseguitare facilmente anche i giocatori più navigati.

La Casa

Restando in tema horror, un altro grande classico meritevole di un rispolvero sarebbe Evil Dead, da noi conosciuto come La Casa. Il personaggio di Ash, d'altronde, è sempre stato molto affascinante in virtù della sua comicità splatter.

Sul fronte videoludico, non vediamo un'avventura ispirata alla serie dal lontano 2005, eccezion fatta per qualche cameo in Poker Night o nel mondo mobile. Affettare non morti con la propria motosega, o caricare il boomstick con un ghigno beffardo sul volto, d'altronde, non è cosa da tutti, ma il mondo ha ancora bisogno di un eroe così sopra le righe.

Ghostbusters

Continuiamo la nostra lista con un gruppo che, per professione, va alla caccia di uno specifico tipo di creature. Stiamo ovviamente parlando dei Ghostbusters, che nel 2009 hanno anche conosciuto un tie-in collegato al secondo lungometraggio.

Da quel momento, però, le apparizioni dell'iconico team acchiappa-fantasmi sono finite in un vortice di oblio, reboot e tentativi mal riusciti, come il twin stick shooter del 2016, che non godeva neanche della presenza degli eroi originali. Che la terza pellicola, incentrata sull'universo originale, sia l'occasione giusta per riaccendere l'affetto dei fan di tutte le generazioni? Lo scopriremo presto.

Robocop

Per mettere ordine nella nostra lista serve sicuramente un uomo di legge, anche se di umano nel suo corpo non è rimasto molto. Il prossimo personaggio è infatti Robocop, il robot poliziotto nato dai resti di un agente ucciso da una gang criminale. Un'icona degli anni '80 che, con la sua trilogia di pellicole, ha fatto man bassa di presenze sulle console Nintendo a otto e sedici bit.

L'ultima avventura dedicata ad Alex Murphy risale ai primi anni del nuovo millennio, mentre il reboot cinematografico del 2014 ha portato a un progetto minore su mobile. Tutte produzioni poco memorabili, ma chi conserva tutt'oggi nel cuore quella Detroit distopica, ultra violenta e in mano alla criminalità, brama ancora di vestire i panni del cyborg.

Ritorno al Futuro

Il cinema degli anni '80 non sarebbe stato lo stesso senza la trilogia di Ritorno al Futuro, in grado di segnare l'infanzia e l'adolescenza di milioni di persone. Se oggi guardiamo Avengers: Endgame con un occhio analitico pari a quello di uno scienziato, è perché siamo un po' tutti cresciuti a pane, viaggi a ritroso nelle epoche e paradossi temporali.

L'ultima apparizione del duo composto da Marty McFly e Doc corrisponde alla serie a episodi realizzata da Telltale Games intorno al 2010 e, nonostante la ricetta dello studio fosse ancora da affinare, i risultati erano indubbiamente degni di nota. Prima o poi ci piacerebbe davvero poter lanciare la nostra DeLorean a 88 miglia orarie, cosa attualmente possibile solo grazie al DLC di Rocket League, ma senza scombussolamenti temporali.

Alien

A dispetto dei suoi illustri colleghi, la saga di Alien ha goduto di una grande trasposizione su console in tempi recenti. Isolation, sviluppato dai ragazzi di Creative Assembly, ha regalato gioia e terrore agli appassionati della serie. E poter vestire i panni di Amanda Ripley, figlia della Ellen interpretata da Sigourney Weaver, ha portato a una tensione mai sentita prima nei tie-in dedicati agli Xenomorfi.

Ultimamente, dalla rete era emerso il desiderio di un degno sequel dell'avventura horror sci-fi, ma l'annuncio del progetto mobile Blackout, ispirato a opere come Five Nights at Freddy's, ha spento sul nascere gran parte degli entusiasmi. Sulla base di questi sogni in frantumi, quindi, Alien entra di diritto nella nostra lista.

Indiana Jones

Concludiamo la nostra carrellata di icone degli anni '80 con il celebre archeologo Indiana Jones. Il nostro amato professore ha un curriculum videoludico di tutto rispetto, grazie alle indimenticabili produzioni create da LucasArts. Purtroppo, l'avvento del 3D non è stato clemente con il Dr. Jones, e l'ultimo titolo "il Bastone dei Re" si è rivelato appena discreto. Escludendo i tributi della serie LEGO, non vediamo una produzione ispirata all'archeologo da ben dieci anni.

A complicare ulteriormente le cose, dobbiamo considerare che un personaggio come quello interpretato da Harrison Ford ha influenzato serie più moderne e carismatiche, come quella di Uncharted. Un ritorno in grande stile, quindi, dovrebbe reggere un confronto difficile da sostenere, ma come sempre, il buon Indy potrebbe riuscire a cavarsela.