Speciale Viewtiful Joe DS

Leggi il nostro articolo speciale su Viewtiful Joe DS - 2240

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di

Attenzione!

Quello che state per leggere è il quarto articolo scritto da un redattore di www.project-ring.com, sito con la quale collaboriamo.
Il questo ennesimo appuntamento si discute riguardo a Viewtiful Joe DS, titolo che non esiste, ma che è frutto dell'immaginazione dello scrittore.
Detto questo, non mi resta che augurarvi buona lettura!

Intro

L'E3 è lo scrigno dei desideri di ogni videogiocatore che si rispetti. L'appena conclusasi edizione 2004 ha stuzzicato a ripetizione l'inguine dei maschi videogiocatori. Sicuri blockbuster quali Killzone, Metal Gear Solid 3, Resident Evil 4 e il nuovo Zelda GC hanno indotto alla salivazione sconsiderata migliaia di visitatori. I nuovi portatili di Sony e Nintendo - PSP e Nintendo DS - hanno costretto a contrazioni sfinteriche chiunque abbia avuto la grazia di toccarli con mano. E potevamo noi, perpetratori dell'edge killing e indefessi cacciatori di scoop, starcene con le mani in mano? Pleonasticamente no. Ring si è fiondata allo stand Capcom e ne ha penetrato i meandri. Dotandosi di cipiglio anglofono e targhetta puzzonasista (sottratta a certi scribacchini inglesi, provvidenzialmente addormentati e imbavagliati in un angolo dello stand Microsoft), il dito in culo dell'editoria italiana ha affondato gli artigli su di un succulento boccone: Viewtiful Joe DS. La prima dimostrazione concreta delle potenzialità del nuovo parto Nintendo...


Viewtiful Joe DS

Ufficialmente Viewtiful Joe DS nasce da una costola di Viewtiful Joe 2, in sviluppo su GC e PS2. A ciò si deve l'estrema somiglianza estetica dei due giochi. Tuttavia, la versione DS è strutturalmente anomala. Afferrato il portatile (leggero, compatto e offensivamente brutto) sono due le cose che saltano subito all'occhio:

· Joe è reso ancora più ebete dalla sua figura intera in bella mostra nello schermo inferiore della console

· Lo schermo superiore lampeggia la scritta "Demo 0.1 VJ-ds push Joe's ass to start"

Con un'espressione da "ma ass non è una parolaccia?" in fronte, notiamo che nello schermo inferiore Joe si è voltato per sculettare al nostro indirizzo. Touch screen: la reazione è impulsivo-fulminea. Plomp. Joe si massaggia per un attimo le chiappe, dopodiché il gioco comincia.

Dopo un breve filmato introduttivo, Viewtiful Joe DS è pronto a mostrarsi in tutta la sua magnificenza. I comandi somigliano a quelli del primo episodio: L rallenta l'azione, R la velocizza, A scatena la combo pugno-pugno-calcio, B è il salto, C lo zoom e D... D è un "Matrix": quando lo premiamo, dopo aver indotto Joe ad un agile balzo, l'azione viene rallentata fin quasi al congelamento. Dopo pochi istanti il rallentamento svanisce da sé. Con in mente possibili/futili utilizzi (tipo salvare le scene più viewtiful e vedersele nel secondo schermo ruotando la telecamera), ci dimentichiamo del Matrix e rivolgiamo l'attenzione allo schermo inferiore.

Il touch screen ostenta un Joe tamarro-ballerino che si dimena incurante di ciò che avviene pochi centimetri sopra di lui. Lo osserviamo per qualche istante prodursi in pose comico-possenti: nell'angolo in basso a destra, un punto dello schermo facile da raggiungere col pollice, c'è l'icona di una telecamera. Premendola la visuale ruota intorno a Joe, inquadrandone le terga, per poi tornare alla posizione di partenza. A che serve? Memori del pizzicotto sul sedere di poco prima affondiamo l'indice sul corpo inerme di Joe. Joe accusa il colpo: il dito nello stomaco lo fa piegare in due tra mugugni di dolore. Un istante dopo si risolleva e ci indirizza un gesto eloquente col medio guantato di bianco. Risate sghignazzanti e una domanda: a cosa serve? Proviamo allora ad afferrargli un braccio con la punta dell'indice. Joe reagisce in maniera scompisciante-realistica. Trasciniamo il dito e... voilà, il braccio di Joe diventa quello di Popeye. Un jingle segnala l'evento. Del movimento proviene dallo schermo superiore...

Vietiful Joe DS è un gioco prodigioso. Stuzzicando il corpo dell'eroe con le dita, è possibile modificarne l'aspetto per ottenere effetti particolari, tutti in tempo reale. Queste le situazioni che ci siamo così trovati ad affrontare:

1) Un boss panzone, che faceva rimbalzare Joe col suo ventre, è stato sconfitto grazie al pugno di Popeye: ingigantendo il braccio destro di Joe abbiamo eseguito un charge punch, che scatenando un tornado ha ribaltato il panzone consentendoci di infierire sul suo punto debole...

2) Una serie di salti (apparentemente) impossibili è stata superata agendo sulle gambe di Joe, trasformabili in trampoli o in potenti pistoni.

3) La caduta dopo un volo gigantesco è stata attutita dal sedere di Joe trasformato in una specie di mongolfiera.

4) Una pericolosa orgia di nemici è stata risolta grazie al Viewtiful Twister: abbiamo ingigantito il braccio destro e la gamba sinistra di Joe, riducendolo a un vero e proprio freak. Sullo schermo superiore, spostandolo a destra o a sinistra, Joe ruotava come un mulinello. Troppo ROTFL. Poi abbiamo premuto ripetutamente A e abbiamo scoperto che, mentre mulinava, Joe poteva distribuire cazzotti a destra e a manca.

5) Una situazione che sembrava impossibile, con Joe rinchiuso in un pozzo senza uscite, è stata risolta grazie alla sacra tecnica del capoccione. Abbiamo aumentato le dimensioni della crapa di Joe, con pollice e indice, e immediatamente una lampadina è apparsa sulla sua testa. "Strecht my legs!" ci ha ordinato Joe dallo schermo inferiore. Allungandogli le gambe gli abbiamo permesso di arrampicarsi come un ragno su per il pozzo. Pazzesco.

Viewtiful Joe DS si annuncia rivoluzionario. Le sue caratteristiche sono ben congegnate e assolutamente vincenti. Bastano pochi tocchi, di indice o pollice, per innescare un cambiamento nel corpo di Joe. Agire sull'icona della telecamera fa sì che la visuale mostri il punto del corpo di Joe che di volta in volta è utile modificare, mentre un'altra icona rossa, che appare dopo un cambiamento, può essere usata per ripristinare immediatamente le sembianze originarie di Joe. Il Matrix, tutt'altro che una trovata coreografica, si è rivelato particolarmente utile per modificare Joe in tempi telecinetici (come durante i furiosi scontri coi boss). Completano il quadro un indicatore della "resistenza al modellamento" (quando scende a zero Joe non sopporta più i cambiamenti e va in mille pezzi) e tutte le altre funzioni già apprezzate nel primo episodio per GameCube. In definitiva, un gioco bagnosamente nuovo. Just viewtiful!