Warframe Whispers in the Walls: Qorvex e finalmente cross-save, era l'ora

Il gioco online di Digital Extremes continua ad espandersi a dieci anni da lancio, con nuovi contenuti e funzionalità molto attesa dai giocatori.

Warframe Whispers in the Walls: Qorvex e finalmente cross-save, era l'ora
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • SteamDeck
  • Ci sono giochi che, pur avendo sulle spalle un bel po' di anni, sembra che non abbiano la benché minima intenzione di andare in pensione. Uno di questi è sicuramente Warframe, che a distanza di dieci anni dal suo debutto sembra essere ancora in gran forma e si prepara probabilmente ad entrare in una delle sue fasi più interessanti di sempre. In attesa di poterne sapere di più su Warframe 1999, che ha inevitabilmente attirato l'attenzione di tutti gli appassionati per via del trailer mostrato all'ultimo TennoCon (il resoconto delle novità a tema Warframe e Soulframe dal TennoCon 2023 è a portata di click), gli sviluppatori ci hanno mostrato in anteprima alcune delle novità in arrivo col prossimo grande aggiornamento del free to play, ossia Whispers in the Wall.

    Whispers in the Wall

    Vi mentiremmo se dicessimo che gli sviluppatori di Warframe siano stati particolarmente generosi nel fornire dettagli in merito alla prossima espansione del free to play. A conti fatti, la presentazione alla quale abbiamo assistito ha coinvolto solo in piccola parte Whispers in the Wall.

    Il motivo per cui c'è tanto riserbo nei confronti del prossimo content update è per via della centralità della componente narrativa: mostrare anche solo qualche dettaglio aggiuntivo sulla main quest potrebbe, a detta degli sviluppatori, rovinare l'esperienza di chi vuole godersi nel migliore dei modi questa nuova avventura. Ciononostante, Digital Extremes ha mostrato svariati elementi di quella che nella versione italiana verrà intitolata Sussurri nelle Mura.

    Nel corso della presentazione ci è stato mostrato nuovamente il Grimorio, un'arma secondaria alquanto atipica per quello che è il setting di Warframe, visto che si tratta a tutti gli effetti di un libro grazie al quale il protagonista può lanciare incantesimi offensivi, ovviamente restando in movimento come con tutti gli altri strumenti di morte presenti nel gioco.

    Per chi se lo stesse chiedendo, non si tratterà dell'unica arma di questa tipologia, che prende il nome di Tomo e in futuro vanterà sicuramente altri esponenti tra le sue fila. Questo speciale oggetto farà parte delle ricompense della quest di Sussurri nelle Mura, proprio come il peculiare Tennokai Attack, una meccanica che migliora un aspetto spesso criticato del combat system, ossia l'attacco pesante. Utilizzando le mod relative al Tennokai, infatti, sarà possibile premere con il giusto tempismo il tasto per il colpo più potente per far sì che vada perfettamente a segno senza influire negativamente sul contatore delle combo. Abbiamo potuto anche vedere alcuni dei nemici che incontreremo nelle profondità del laboratorio sotterraneo nascosto di Albrecht Entrati. Whispers in the Wall sembrerebbe introdurre due nuove fazioni di nemici, tante quanti dovrebbero essere i biomi dell'espansione.

    All'interno del laboratorio incontreremo creature robotiche, alcune delle quali ricordano animali a quattro zampe. A popolare gli abissi della nuova mappa, in cui lo scenario è più luminoso ed è composto da rocce e sabbia, vi sono invece i Murmur, creature mostruose dalle forme insolite, i cui corpi presentano arti con unghie affilate. Queste nuove minacce saranno al centro delle tre modalità dell'aggiornamento. Si inizia con Assassinio, che è una modalità già nota ai giocatori di Warframe, che ritorna in una versione rivisitata in cui l'obiettivo è quello di far fuori il Fragmented One mentre si protegge un occhio onniveggente.

    Del tutto inedita è Alchimia, la quale prevede che i combattenti facciano confluire nell'ordine esatto l'energia elementale nei Crogioli, il tutto mentre si affrontano orde di nemici. A chiudere il trittico di modalità troviamo Netracell, all'interno della quale i giocatori dovranno equipaggiare i pesanti Keyglyph, oggetti che fungono da chiave e permettono di accedere alle stanze che danno il nome alla modalità.

    Se tutte queste novità hanno attirato la vostra attenzione e vorreste cimentarvi in Whispers in the Wall pur non avendo mai avviato nemmeno una volta Warframe, sappiate che il team di sviluppo ha pensato anche a voi. Consapevoli che il gioco ha ormai 10 anni sul groppone con una quantità innumerevole di quest legate alla storia principale, i ragazzi di Digital Extremes hanno voluto implementare una nuova feature per rendere la storia più accessibile ai nuovi arrivati o ai vecchi giocatori che non hanno voglia di giocare ogni singola espansione uscita sino ad oggi.

    Con l'avvento del grosso aggiornamento di fine anno, il Mastery Rank verrà slegato dalle main quest e non rappresenterà più un requisito essenziale per poter avviare le varie campagne. Questo significa che i giocatori non dovranno più attendere giorni e giorni per poter esplorare i contenuti che più gli interessano e in breve tempo potranno, partendo da zero, iniziare la quest di Sussurri nelle Mura.

    Sebbene sia ancora troppo presto per dare giudizi sull'espansione, non possiamo evitare di sottolineare l'incredibile cura che gli sviluppatori hanno riposto nella realizzazione del mondo di gioco dal punto di vista prettamente artistico. Le ambientazioni sono davvero suggestive ed il nuovo hub centrale, il Sanctum, con il grosso Vessel inanimato al centro della stanza, è uno spettacolo per gli occhi. Parte del merito è anche delle migliorie al sistema di illuminazione, che riescono ad esaltare ancora di più le splendide stanze del laboratorio e le sue superfici metalliche.

    Qorvex, il Warframe n°55

    Il debutto di Sussurri nelle Mura segnerà anche l'arrivo del 55° Warframe, il cui design è stato curato proprio da Albrecht Entrati.

    Ci stiamo riferendo al possente Qorvex, un'armatura che ci ha ricordato il celebre Siegmeyer of Catarina in Dark Souls, di cui sembra una versione robotica. L'intero corpo di Qorvex presenta grosse placche di colore bianco adornate da piccoli cristalli rossi: la possanza di questo Warframe lascia intuire subito che non scherza e, non a caso, le sue abilità sembrano devastanti. La prima abilità di Qorvex prende il nome di Chyrinka Pillar e consiste in un vigoroso colpo diretto al terreno che gli permette di posizionare una colonna (se ne possono posizionare due contemporaneamente) in grado di emettere radiazioni in grado di danneggiare e rallentare i bersagli. Altra skill di questa corazza è Containment Wall, attraverso la quale si evocano due superfici verticali parallele che vanno a scontrarsi e a schiacciare chiunque si trovi fra di loro, con un effetto ancor più devastante se viene coinvolta anche una delle colonne. Non meno interessante è Crucible Blast, un raggio radioattivo che Qorvex può sparare sui nemici o sulle colonne, così da potenziarne gli effetti. A chiudere in bellezza ci pensa il Mandonel, la gargantuesca arma che si vede anche nelle immagini promozionali del Warframe: si tratta di un potente fucile a pompa da impugnare con due mani, i cui colpi possono essere caricati per massimizzarne il potere offensivo.

    Digital Extremes ha anche annunciato l'arrivo del bellissimo Gauss Prime, ma per poter mettere le mani su questa versione speciale del Warframe bisognerà attendere il prossimo gennaio 2024.

    Cross-save e Warframe Mobile

    Parliamo ora della feature che qualsiasi giocatore di Warframe attende da tempo immemore, il cross-platform save. Dopo l'annuncio fatto allo scorso TennoCon, che si limitava a confermare l'imminente uscita di questa funzionalità, il team di sviluppo del free to play a base di ninja spaziali è entrato finalmente nel dettaglio e ha spiegato come funzionerà il cross-progression, che si potrà attivare in modi diversi e si adatterà in base alle esigenze dei videogiocatori.

    Innanzitutto, Digital Extremes ha specificato che non è stato semplice implementare un simile sistema in un gioco che ha da poco spento le dieci candeline e, pertanto, non sarà immediatamente possibile per tutti usufruire di questo servizio. Il prossimo dicembre 2023, quando Sussurri nelle Mura verrà pubblicato sotto forma di aggiornamento gratuito, potranno iniziare ad abilitare il cross-save gli account dei Fondatori e, successivamente, la feature attraverserà un processo di roll-out che permetterà ad un numero crescente di giocatori di salire a bordo.

    Ma come funzionerà il cross-save di Warframe? La risposta a questa domanda non è unica, poiché gli utenti potranno liberamente scegliere se limitarsi ad abilitare la funzionalità e fare in modo che uno dei loro account possa essere utilizzato sulle altre piattaforme, oppure procedere con l'interessante sistema di unificazione.

    Questa seconda opzione, che ricorda quanto visto di recente col cross-progression di Apex Legends, fa sempre in modo che ci sia un account principale, che però verrà fuso con tutti quelli delle altre piattaforme: seppur con qualche limitazione, verranno fuse in un unico profilo le valute, le armature, le armi e gli elementi cosmetici. Se quindi avete giocato su PlayStation, Xbox, PC e Switch, potrete far confluire tutto in un unico account e non perdere nulla. Sappiate però che potranno fondere i profili solo ed esclusivamente coloro che hanno un account creato prima del 24 novembre: si tratta di una decisione che il team ha preso onde evitare che qualcuno possa approfittarne per vendere il proprio account e permetterne la fusione con quello di altri giocatori.

    Approfittando dell'arrivo del cross-save, gli sviluppatori hanno annunciato che a breve sarà anche possibile mettere alla prova la versione mobile di Warframe, i cui test a porte chiuse dovrebbero avere il via entro la fine dell'anno. A tal proposito, sono state ufficialmente aperte le pre-registrazioni su Android.

    È tempo di provare Soulframe

    In maniera del tutto inaspettata, la diretta dedicata a Whispers in the Wall ha incluso anche un piccolo segmento dedicato a Soulframe, di cui gli sviluppatori hanno annunciato alcuni piccoli aggiornamenti. Innanzitutto, è stato confermato che a dicembre si terrà quella che simpaticamente è stata chiamata Soulframe Preludes Pre-Pre-Pre-Pre-Alpha, una versione assai preliminare del free to play che includerà un quantitativo limitato di feature e sarà giocabile su PC solo da pochi fortunati.

    Il motivo per cui una build così lontana dalla perfezione verrà messa tra le mani degli appassionati è molto semplice: l'intenzione della software house è quella di procedere nello sviluppo con la partecipazione attiva della community, seguendo lo stesso iter di Warframe. Ad accompagnare questo annuncio, è stato confermato che i grossi lupi che faranno da cavalcature potranno essere accarezzati e personalizzati esteticamente. In aggiunta, il CEO dello studio ha affermato che l'arsenale includerà svariati tipi di spade, asce, mazze e persino balestre, che sembrano essere il tipo di arma preferito da Steve Sinclair.

    Insomma, Digital Extremes è uno studio in fermento e sembra essere al lavoro su tanti progetti interessanti. In attesa di saperne di più su Soulframe, l'appuntamento è fissato al prossimo 7 dicembre 2023: DE ha confermato in via ufficiale la sua presenza ai The Game Awards 2023, evento durante il quale non solo verrà svelata la data d'uscita definitiva di Whispers in the Wall, ma verrà anche data ai giocatori la possibilità di riscattare gratuitamente l'armatura Sevagoth attraverso i Twitch Drops.

    Che voto dai a: Warframe

    Media Voto Utenti
    Voti: 119
    7.5
    nd