Speciale Wipeout Pulse

Wipeout fa pulsare a mille il cuore di Playstation Portable

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • Psp
  • Ancora una volta a bordo di una Freisar!

    Wipeout Pure è stato il titolo di punta del lancio di Playstation Portable, un gioco mirato a dimostrare le peculiarità del nuovo hardware e le molte possibilità a cui si prestava: il comparto audiovisivo superiore a qualsiasi cosa vista in precedenza su un handheld ed i download di skin, musiche, navicelle e tracciati aggiuntivi, mixati al classico, frenetico, gameplay del racing game creato da Psygnosis/Studio Liverpool, hanno dato vita ad un titolo imperdibile per qualsiasi possessore del discusso handheld Sony. Da allora sono passati ormai quasi due anni e, dopo l'annuncio a sorpresa dell'avanzato stadio di sviluppo di un nuovo episodio della serie, abbiamo avuto modo di testare una “build” piuttosto avanzata di Wipeout Pulse, il prossimo episodio di questa rinomata stirpe di racing game futuristici, un titolo nuovamente diretto in esclusiva a Playstation Portable. Ad accompagnarci in questo fugace “tour” tra le novità introdotte in “Pulse” c'era proprio Tony Buckley di Studio Liverpool.

    Upgrades everywhere....

    La prima sensazione che si prova impugnando una Playstation Portable in cui sta “girando” Wipeout Pulse è di non trovarsi più di fronte ad una piattaforma da gioco portatile: la cura riposta in ogni minimo dettaglio dell'interfaccia, delle modalità di gioco e delle impostazioni del gameplay è maniacale sia nella quantità di proposte che nella qualità della loro presentazione. Tony ci spiega che una delle maggiori critiche mossa a “Pure” è stata quella che riguardava la “flessibilità” del gameplay: l'aumento di livello di sfida del gioco era direttamente legato ad una maggiore velocità dei velivoli, un elemento che ha scoraggiato parte dei giocatori e che in Wipeout Pulse è stato affrontato introducendo, tra gli elementi di regolazione della difficoltà, l'intelligenza artificiale degli avversari. Così facendo il “salto” tra una classe e la successiva viene notevolmente mitigato e la possibilità di affrontare singoli tracciati con avversari che si comportano in modo decisamente differente rende l'esperienza di gioco ancor più varia.
    Conseguentemente a questa articolazione della gara sono nate una serie di modalità di gioco, alcune ovviamente ereditate dai precedenti lavori, altre molto particolari ed inedite. Innanzi tutto alle calssiche “gare singole”, “Campionati” ed al Time Attack si affianca un temuto ritorno: la modalità “Zona”, una folle sfida in cui il giocatore deve compiere il maggior numero di giri di pista possibili controllando un velivolo sperimentale che ogni passaggio sul traguardo aumenta la propria velocità massima.
    Ma è nella nuova modalità “Carriera” si incentra il Single Player Mode: questo enorme campionato è suddiviso in più step, ciascuno dei quali contiene un numero predefinito di eventi da affrontare. Dovremo, per esempio, superare in sequenza prove tra cui una gara classica, una zona, un time attack ed un match ad eliminazione (in cui l'unico scopo è quello di distruggere il maggior numero di avversari). Una volta terminato questo girone verremo introdotti al successivo o ci sarà data la possibilità di scegliere tra più differenti percorsi da affrontare, con conseguenti risultati finali ed extra sbloccati. Ancor più interessante è l'editor della modalità Carriera, che consente di creare una struttura delle sfide completamente personalizzata (tipo sfida, partecipanti, classe velivoli ecc...) con tanto di ramificazioni del percorso. Il nostro lavoro può essere infine salvato su memory stick e riutilizzato sia da noi che dai nostri amici.. ma non solo..
    Colonna portante del rinnovamento di Wipeout è la modalità multiplayer, che offre una varietà di approcci assolutamente completa: Pulse consentirà il game sharing (sfida tra due Playstation Portable che sfruttano un solo UMD), la classica connessione in rete locale Ad Hoc e, finalmente, la modalità infrastruttura che consente il gioco online per sedici partecipamenti.
    Tony afferma che il forte legame tra la grande rete e Wipeout Pulse passa attraverso il sito ufficiale del gioco, un luogo in cui i giocatori possono registrarsi per organizzare una lista di amici, creare tornei, unirsi a dei clan e verificare la propria posizione nella graduatoria mondiale. Accedendo a www.wipeout.com da una Playstation Portable potremo inoltre inviare il nostro intero profilo di giocatore al server ed anche condividere con gli altri giocatori i “Percorsi Carriera” da noi creati.
    Ma c'è di più...

    Integrazione Online

    Una delle applicazioni disponibili nel sito ufficiale di Pulse (non è ancora chiaro se sarà utilizzabile solo online o se potremo scaricarla nel personal computer) è un potentissimo editor delle skin per le nostre navicelle. La schermata principale mostra una fedele riproduzione del velivolo che si vuole customizzare e, tramite semplici icone, ci permette di andare ad applicare direttamente al modello tridimensionale texture, pattern e quant'altro sia necessario a creare un velivolo assolutamente unico. Ovviamente queste skin diventano patrimonio da utilizzarsi sia durante il single player mode che nel multiplayer oltre ad avere uno spazio nella comunity di Wipeout.
    I pregi delle competizioni sono numerosi quanto quelli delle modalità di gioco: ventiquattro nuovi tracciati, otto squadre in cui sono annoverati più velivoli differenziati nelle prestazioni e quattro armi inedite, di cui due dedicate alla modalità Eliminazione, sono solo alcuni degli elementi di rinnovamento del gameplay. Il track design è evidentemente più complesso sia nella conformazione del tracciato che nella sua ambientazione, incredibilmente più ricca di elementi ed effetti luminosi rispetto al già fastoso Wipeout Pure. L'introduzione della Mag-Strip, una zona del tracciato in cui il velivolo viene calamitato e condotto a percorsi alternativi, crea un numero praticamente infinito di biforcazioni all'interno di un singolo percorso. Nel tracciato testato, ad un certo punto, la Mag Strip conduceva la nostra navicella prima in una vertiginosa discesa (in puro stile “Il Quinto Elemento”, con tanto di automobili fluttuanti ed incolonnate attraverso cui volare come nella famosa scena del film di Luc Besson) poi a volare a testa in giù ed in verso contrario a quello degli altri concorrenti! Come fatto notare dallo stesso Mr. Buckley in questo percorso la Mag Strip non fa altro che creare una biforcazione ma in alcuni tracciati la Strip sarà sospesa nel vuoto e raggiungibile solo con un salto ben calibrato... stà tutto alla fantasia del Level Designer lo sfruttamento di questa particolare feature che, promette Tony, ce ne farà vedere delle belle.
    “Questo significa che anche Pulse godrà degli aggiornamenti da scaricare?”
    “Of Course!” è la risposta di Tony al nostro quesito. Sono già in fase di realizzazione nuovi tracciati che verranno presto ospitati su wipeout.com, alcuni gratuiti ed altri a pagamento (“Sai, per il “Nike Pack” gratuito di Wipeout Pure abbiamo lavorato ben due mesi...” N.d. Tony...). E se non bastasse è in fase di completamento un editor di tracciati che permetterà di rielaborare qualsiasi pista e personalizzarla secondo i nostri gusti.
    Come già annunciato anche l'IA degli avversari è stata ampiamente rivista: l'interazione tra i corridori non è più demandata al solo spararsi contro non appena possibile, potremo infatti vederli tentare il sorpasso, sbagliare la traiettoria o serbarsi un attacco/difesa per il momento migliore della gara. Purtroppo non abbiamo avuto tempo di saggiare questa feature ma l'impressione derivata dai tre rapidi giri di pista è ottima: Wipeout Pure è impegnativo ed adrenalinico più che mai.

    Anche l'occhio e l'orecchio avranno la loro parte

    E come non concludere parlando di uno degli aspetti peculiari di Wipeout su Playstation Portable, ovvero la componente tecnica?. Ancora una volta Pulse stupisce offrendo corposi miglioramenti in ogni aspetto sia del comparto video che del sonoro. Splendidi menu “tridimensionali” accompagnano fino alla gara che viene anticipata da evocative panoramiche sugli splendidi tracciati e si conclude con la consueta zoomata sulla griglia di partenza. Sessanta frames al secondo praticamente costanti per un engine poligonale che muove molti più oggetti a loro volta molto più ricchi di dettagli rispetto a “Pure” e, soprattutto, abbelliti da effetti luminosi e particellari in abbondanza. Accompagna l'eccellente comparto video una colonna sonora di tutto rispetto, composta da venti brani di autori come Mason, Stanton Warriors e Loco Dice. E se non bastasse sarà possibile creare una track list personale selezionando i brani in MP3 custoditi nella Memory Stick di Playstation Portable.
    Dulcis in fundo il Photo Mode, con cui scattare delle istantanee durante i replay delle nostre più spettacolari prestazioni..

    Wipeout Pulse Il prossimo futuro di Wipeout Pulse sembra davvero radioso: tanta sostanza, molte novità, un gran numero di “refinement” rendono questo titolo molto di più di un semplice seguito e l'integrazione con Internet, con cui giocare, aggiornarsi, condividere e competere, potrebbe far raggiungere a questo titolo livelli di longevità e coinvolgimento mai vista prima su un racing game portatile. Attendiamo fiduciosi il prossimo autunno.

    Che voto dai a: Wipeout Pulse

    Media Voto Utenti
    Voti: 25
    7.5
    nd