Xbox Game Pass: la gigantesca mole di giochi del 2023, da Starfield a Forza

Redfall, Forza Motorsport e Starfield sono solamente alcuni dei grandi nomi in arrivo nel 2023 in Game Pass: curiosi di scoprire cos'altro vi aspetta?

Xbox Game Pass: un 2023 di fuoco
Speciale: Xbox Series X
Articolo a cura di

È quasi impossibile parlare del futuro di Xbox senza tirare in ballo anche Game Pass. Il servizio in abbonamento è ormai parte integrante dell'ecosistema gaming di casa Microsoft, un ruolo che si è meritatamente conquistato con prezzi concorrenziali, una filosofia multipiattaforma e un catalogo in continua espansione nel quale trovano posto, fin dal day one, anche le opere degli Xbox Game Studios. L'anno appena trascorso non ha affatto lesinato sui giochi, tuttavia si è rivelato indubitabilmente avaro di first party di alto richiamo. Se messo a confronto con il 2021, ne esce un po' ammaccato, dal momento che quel piccolo gioiellino di Pentiment non può certamente competere con l'eco mediatica di giochi come Halo Infinite, Forza Horizon 5 e Microsoft Flight Simulator per Xbox Series X|S. Il debutto dell'eccellente Deathloop di Arkane Studios è invece stato leggermente ridimensionato dal ritardo di un anno che ha accumulato rispetto alla pubblicazione su PS5, figlio di accordi con Sony stipulati precedentemente all'acquisizione di Bethesda da parte di Microsoft.

Le aspettative per il 2023 sono dunque legittimamente molto alte, in special modo se facciamo correre il pensiero alla faraonica campagna acquisti che Microsoft ha condotto negli anni scorsi. C'è un gran fermento negli Xbox Game Studios, vecchi e nuovi, e alcuni dei loro frutti più prelibati sono attesi proprio quest'anno. Cosa possiamo aspettarci dal 2023 di Xbox e PC Game Pass?

Il valore aggiunto di Game Pass: i first party al day one

Dopo un dicembre sottotono, che ha visto arrivare nel catalogo di Game Pass un'unica ondata di giochi, e la partenza lenta di gennaio, Microsoft ha riacceso immediatamente gli entusiasmi annunciando il primo Xbox Developer Direct, appuntamento d'apertura di un nuovo format ideato per informare i giocatori sui titoli in sviluppo presso le fucine digitali degli Xbox Game Studios, tutti destinati ad arrivare in Xbox Game Pass immediatamente al day-one.

La game list dell'Xbox Developer Direct, rivelata con buon anticipo rispetto alla messa in onda prevista per le 21:00 di mercoledì 25 gennaio, oltre ad entusiasmare per la caratura dei giochi coinvolti ha anche offerto dei preziosi indizi su ciò che possiamo aspettarci dall'immediato futuro di Game Pass, con Redfall, Forza Motorsport e Minecraft Legends tutti confermati per la prima metà del 2023.

Sviluppato da Arkane Austin, distaccamento della software house francese che ha già collaborato a Dishonored e plasmato interamente Prey, Redfall (Xbox Series X|S e PC) è descritto come uno sparatutto in prima persona cooperativo a mondo aperto. La visuale in soggettiva, la natura collaborativa dell'esperienza, i quattro personaggi giocabili e i vampiri da sconfiggere hanno indotto molti ad affiancare Redfall a un gioco come Left 4 Dead, ma in realtà non sarà così. Harvey Smith e soci hanno messo la loro esperienza nella creazione di immersive sim al servizio di una struttura ludica che, a detta loro, sarà più vicina a quella di giochi come Far Cry 2 e S.T.A.L.K.E.R., dunque all'insegna della libertà di approccio in un modo aperto ben più esteso della stazione Talos-I di Prey. Per la gestione della cooperativa, invece, le fonti d'ispirazione sono state rappresentate da Borderlands, Dungeons & Dragons e Diablo.

Molteplici rumor vogliono Redfall in dirittura d'arrivo a maggio 2023, ma per la conferma della data dovremo probabilmente attendere la messa in onda dell'Xbox Developer Direct.

Attesissimo al varco anche Forza Motorsport (Xbox Series X|S e PC), che si pone come un nuovo inizio per una saga automobilistica che dopo il settimo episodio lanciato nel 2017 aveva ormai esaurito tutto ciò che aveva da dire. Non s'è ancora visto molto del gioco, sul cui sviluppo Turn 10 Studios ha investito gran parte degli ultimi sei anni lasciando campo libero ai cugini di Playground con Horizon, ma sappiamo già che approfondirà i weekend di gara, offrirà maggior controllo sulla strategia e sfrutterà appieno la potenza di Xbox Series X per garantire una fisica più accurata, l'orario del giorno dinamico, un avanzato sistema di danneggiamento delle autovetture e il supporto al ray tracing in pista.

Forza Horizon 5 è stato uno dei più importanti valori aggiunti di Xbox Game Pass nell'ultimo anno e mezzo, e siamo sicuri che la nuova fatica di Turn 10 non sarà da meno. Stando a quanto rivelato da Xbox Germania, anche Forza Motorsport, come Redfall, dovrebbe ricevere una data di lancio all'Xbox Developer Direct, assieme ad un corposo approfondimento sul gameplay. Mojang Studios, dal canto suo, si presenterà all'evento per mostrare Minecraft Legends (Xbox One, Series X|S e PC), un nuovo gioco d'azione e strategia ambientato nella "blocchettosa" dimensione del sandbox più amato e giocato del pianeta. Contrariamente agli altri due first party, Minecraft Legends uscirà anche su console non Microsoft, tuttavia l'utenza Xbox avrà l'opportunità di giocarlo immediatamente al day one nell'ambito di Game Pass entro il prossimo mese di giugno.

Non sarà all'Xbox Developer Direct della prossima settimana, ma anche Starfield è previsto ufficialmente su Xbox Series X|S e PC nella prima metà del 2023, un periodo che a questo punto si candida ad essere ricordato come uno dei più scoppiettanti della storia di Xbox e Game Pass.

Redfall e Forza Motorsport non scherzano affatto, ma Starfield è sicuramente il gioco più atteso del 2023 in Xbox e PC Game Pass.

L'ambizioso gioco di ruolo spaziale di Bethesda era inizialmente atteso per la fine del 2022, ma Todd Howard & co. hanno preferito rimandarne l'uscita per rifinire al meglio l'esperienza e non disattendere le aspettative dei fan, che lo bramano da una decade buona. Il nome di Starfield ha infatti cominciato a circolare nel 2013, quando Bethesda ha registrato il marchio alimentando aspettative e teorie d'ogni sorta. Lo sviluppo è partito dopo l'uscita di Fallout 4 a fine 2015, mentre l'annuncio ufficiale è avvenuto all'E3 2018 accanto a quello di The Elder Scrolls 6 (quest'ultimo letteralmente sparito dai riflettori e atteso in Game Pass nei prossimi anni). Quasi non ci sembra vero di essere arrivati all'anno di Starfield!

Gli elevati valori in campo e il carico di aspettative che si porta sulle spalle hanno fatto guadagnare a Starfield un evento tutto suo, la cui messa in onda è prevista in un futuro non meglio definito, ma sicuramente non troppo distante nel tempo. Dal Deep Dive confermato da Aaron Greenberg in persona ci aspettiamo, oltre a tanto gameplay, anche l'annuncio della data d'uscita: i più romantici puntano al 12 aprile, la Giornata Internazionale del Viaggio dell'Uomo nello Spazio, ma la verità è che ci starebbe ben qualsiasi data compresa nella finestra di lancio annunciata, purché non si verifichino altri rinvii.

La prima parte dell'anno farà anche da sfondo al lancio di Diablo 4. Calmate gli entusiasmi, non è (ancora) un first party e non è stato confermato per Game Pass, ma qualcosa ci dice che a Microsoft avrebbe fatto piacere includerlo tra i giochi in arrivo nel catalogo nel 2023 (figurava persino in bella mostra nella roadmap delle uscite presentata all'Xbox & Bethesda Showcase di giugno 2022), tuttavia la finalizzazione dell'acquisizione di Activision-Blizzard sta riscontrando la strenua opposizione dalla concorrenza e di alcune autorità regolatorie. Allo stato attuale non c'è alcuna certezza in merito all'aggiunta di Diablo 4 al catalogo di Game Pass, dunque non possiamo far altro che continuare ad attendere speranzosi.

Non c'è ancora stato un annuncio (solo convincenti indizi), ma intorno al mese di marzo ci aspettiamo l'aggiunta al catalogo delle versioni Xbox Series X|S e PC di Ghostwire Tokyo, un gioco che, come Deathloop, è stato vincolato per un anno in esclusiva console su PS5 per via di accordi pregressi con Sony. Per chi non lo sapesse, si tratta di un gioco d'azione e avventura in prima persona sviluppato da Tango Gameworks. L'esperienza è ambientata in una Tokyo stravolta da una presenza sovrannaturale, dove è possibile scatenare una combinazione di poteri elementali potenziabili e abilità di caccia-fantasmi.

Il grande affollamento di inizio anno lascerà abbastanza spazio per l'arrivo di altri first party di rilievo a fine 2023. Tra i giochi degli Xbox Game Studios già confermati figura la versione console di Age of Empires 4, ma non neghiamo che ci piacerebbe sapere qualcosa di più concreto sui tanti giochi in sviluppo spariti dai riflettori da fin troppo tempo.

Qualche nome? Fable, Everwild, Avowed, The Outer Worlds 2, Perfect Dark e, soprattutto, Senua's Saga: Hellblade II, che tra tutti questi sembra essere quello più vicino all'uscita: un recente rumor lo vuole in arrivo su Xbox Series X|S, PC e Game Pass a settembre 2023, una finestra di lancio che s'incastrerebbe alla perfezione con tutte le altre. Ci aspettiamo buone nuove nel periodo dell'E3 o quantomeno durante gli immancabili eventi estivi.

Dove vai se i third party non ce li hai

Xbox Game Pass non vive solamente di giochi fatti in casa, anzi! Il 2022 ha visto l'arrivo di molti prodotti third party al day one, come A Plague Tale Requiem, Trek to Yomi e Immortality, ai quali si aggiungono second party pubblicati da Xbox Game Studios come As Dusk Falls e produzioni esterne distribuite esclusivamente su Xbox, quali Scorn e il fenomeno High on Life, che ha fatto registrare il miglior lancio di sempre per un prodotto terze parti in Game Pass. A questi vanno ad aggiungersi anche giochi di catalogo di alto profilo, come Mass Effect Legendary Edition, svariati Far Cry, Assassin's Creed e Yakuza, Immortals Fenyx Rising, Life is Strange: True Colors, Persona 5: Royal, Return to Monkey Island, Battlefield 2042 e Death Stranding (PC)

Il 2023 non sarà da meno: entro la fine di gennaio arriveranno giochi del calibro Monster Hunter Rise, Persona 3 Portable e Persona 4 Golden, tutti al loro debutto assoluto su piattaforme Xbox (ne abbiamo parlato qui).

Il 21 febbraio 2023 toccherà all'attesissimo Atomic Heart (Xbox One, Series X|S e PC) di Mundfish, software house russa con sede a Cipro. Ambientato in una versione parallela dell'Unione Sovietica degli anni '50, è un GDR d'azione che ha per protagonista l'Agente P-3, il cui compito è quello di scoprire cosa si cela dietro il sogno utopistico di una società alternativa nella quale i robot progettati per aiutare gli esseri umani si sono ribellati ai loro creatori. Dopo pochissimi giorni, il 3 marzo per la precisione, arriverà al day one anche Wo Long: Fallen Dynasty (Xbox Series X|S e PC) di Koei Tecmo e Team Ninja, un action RPG ambientato in una versione dark fantasy del periodo storico dei Tre Regni. Gli elementi soprannaturali combinati con l'arte della scherma cinese sono solo alcune delle caratteristiche distintive di un gioco creato da Fumihiko Yasuda, il produttore di Nioh, e Masaaki Yamagiwa, il produttore di Bloodborne. Ancora privo di una data d'uscita precisa ma ugualmente previsto entro la fine del 2023 è S.T.A.L.K.E.R. 2: Heart of Chornobyl (Xbox Series X|S e PC): precedentemente annunciato per dicembre 2022, ha accumulato un bel po' di ritardo a causa della trasferimento della sede di GSC Game World da Kyiv a Praga, imposto dallo scoppio della guerra in Ucraina. A seguito dei tragici eventi, che hanno persino portato alla morte in azione di uno dei membri del team di sviluppo, è anche stato cambiato il sottotitolo da Heart of "Chernobyl" ad Heart of "Chornobyl", quest'ultima la pronuncia utilizzata dal popolo ucraino per riferirsi al luogo del disastro nucleare, dove è ambientata questa combinazione unica di sparatutto in prima persona, simulazione immersiva e horror.

Come non citare inoltre Hollow Knight: Silksong (Xbox One, Series X|S e PC), il cui lancio, nonostante il silenzio prolungato dei creatori, è ancora ufficialmente collocato nei primi sei mesi del 2023. Il nuovo lavoro di Team Cherry si fa carico delle elevatissime aspettative generate dal monumentale Hollow Knight, un metroidvania di rara bellezza artistica dotato di un'esperienza di gameplay ostica, punitiva e appagante come poche altre.

Quest'anno sono attesi al day one in Game Pass anche Age of Mythology: Retold (PC), Amnesia: The Bunker (Xbox One, Series X|S e PC), Ara: History Untold (PC), ARK 2 (Xbox Series X|S e PC), Eiyuden Chronicle: Hundred Heroes (Xbox One, Series X|S e PC) e il promettente soulslike che reinterpreta la storia di Pinocchio, Lies of P (Xbox One, Series X|S e PC). Sono più di 40 i giochi già confermati per Game Pass nel 2023, molti li avete scoperti leggendoci fin qui, per tutti gli altri date un'occhiata alla lista completa.

Che ne sarà di Xbox Keystone?

La natura multipiattaforma di Xbox Game Pass, chiaramente limitata alla sfera d'influenza di Microsoft, rappresenta senza dubbio una delle chiavi del successo del servizio. La possibilità di accedere a uno stesso gioco su console, PC e dispositivi mobile rende l'esperienza ludica continua, versatile e priva di interruzioni.

Lo scorso anno, in circa nove mesi di sviluppo, Microsoft ha messo a punto Project Keystone, un dispositivo progettato attorno a Xbox Cloud Gaming da piazzare sotto al televisore in salotto. Avvistato dietro le spalle di Phil Spencer durante una delle sue trasmissioni da casa, il prototipo ha colpito tutti per la sua forma contenuta ispirata a quella di Xbox Series S, dalla quale ha anche ereditato il colore bianco.

Nonostante funzionasse alla grande, il dispositivo è stato messo da parte a causa degli elevati costi di produzione. Microsoft avrebbe dovuto piazzarlo sul mercato a circa 129,99 dollari/euro (con un controller incluso), un prezzo giudicato troppo alto per un dispositivo per il gaming in streaming, specialmente quando in giro c'è una console tradizionale come Xbox Series S che non è difficile avvistare a prezzi ben al di sotto di quello, già contenuto, di listino (299,99 euro). Nonostante ciò, il progetto Keystone non è morto, è solo stato riavviato: lo scorso novembre Spencer si è detto fiducioso in merito alla possibilità di conciliare costi di produzione e prezzo di vendita in un futuro prossimo, dunque non escludiamo la presentazione di un nuovo dispositivo per lo streaming di Xbox nel corso del 2023.

Dal possibile aumento dei prezzi all'avvento del Piano Famiglia

Il successo di Game Pass è merito anche e soprattutto dei costi di abbonamenti piuttosto bassi, se messi in relazione con la strabordante offerta contenutistica. Bastano 12,99 euro al mese (senza contare le offerte periodiche per i nuovi iscritti e la possibilità di convertire il Gold) per iscriversi al piano più ricco del pacchetto, Game Pass Ultimate, che offre l'accesso completo ai cataloghi per Xbox, PC e Cloud, ai giochi retrocompatibili delle ere Xbox e Xbox 360, bonus esclusivi per gli abbonati, l'intera selezione di EA Play e tutti i vantaggi di Xbox Live Gold, inclusi titoli gratis mensili, Free Play Days e multiplayer. Qualcosa potrebbe tuttavia cambiare in futuro, poiché lo scorso ottobre Spencer ha ventilato l'ipotesi di un aumento dei prezzi di Xbox e PC Game Pass in un futuro non meglio specificato

Il boss di Microsoft Gaming ha preferito mantenere il listino invariato durante il periodo festivo, da sempre uno dei più remunerativi dell'anno, ma ha affermato chiaramente di non poterlo fare per sempre, dunque non ci stupiremmo affatto se il tanto temuto aumento di prezzi avvenisse già nel 2023, che come abbiamo visto risulta essere affollato di grandi giochi la cui lavorazione sta impattando da tanti anni sulle casse della compagnia.

Non abbiate troppa paura in ogni caso, perché ci penserà la stessa Microsoft a mitigare l'impatto del possibile aumento dei prezzi con il nuovo Piano Game Pass Friends & Family, che permetterà a più persone di dividere i costi di uno stesso abbonamento. Il piano è già realtà in paesi come Irlanda e Colombia, dove la casa di Redmond sta conducendo i primi test. Allo stato attuale, permette a cinque persone di condividere tutti i vantaggi di Game Pass Ultimate al costo di 21,99 dollari mese, in altre parole a poco più di 4 dollari a testa. La data di lancio europea non è ancora stata comunicata e i prezzi potrebbero cambiare leggermente con l'approdo dalle nostre parti, ma il potenziale risparmio per i gruppi di giocatori sarà indubbiamente molto elevato nei prossimi mesi.