Far Cry 6, le meraviglie di Yara: in viaggio sull'isola di El Presidente

Dalle strade della capitale Esperanza alle natura rigogliosa di El Este, senza dimenticare la paradisiaca Isola Santuario: benvenuti a Yara!

Far Cry 6, le meraviglie di Yara: in viaggio sull'isola di El Presidente
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • Bienvenidos! L'Ente Turistico di Yara è lieto di accogliervi a El Paraiso. Immagino sarete stanchi dopo il lungo viaggio, ma non preoccupatevi: i nostri funzionari saranno lieti di accompagnarvi immediatamente presso i lussuosi alberghi del Paese. Abbiamo provveduto a riservarvi le stanze migliori presso le strutture più stimate dal Ministero del Turismo, siamo certi che saranno di vostro gradimento. Per qualunque necessità, ad ogni modo, non esitate a rivolgervi alle nostre guide: saranno a costante disposizione a ogni ingresso del vostro hotel.

    Per rendere indimenticabile la vostra vacanza ed essere certi che non vi perdiate nessuna delle splendide attrazioni di Yara, abbiamo provveduto a stilare un ricco itinerario. Posate i bagagli, rifocillatevi e raggiungete i funzionari dell'Ente Turismo non appena siete pronti. Un suggerimento: non portate con voi smartphone o macchine fotografiche: El Paraiso deve essere vissuto a pieno, abbandonandosi alle meraviglie che solo Yara sa offrire. E la tecnologia contamina lo spirito, è risaputo. E ricordatevi che sul profilo Instagram di Everyeye.it potete votare le location più belle di Far Cry 6.

    Esperanza: la capitale del Paradiso

    Tutto nasce a Esperanza. Sotto la guida di El Presidente, la capitale di Yara irradia l'isola di ottimismo. A proteggere il fulcro del Paraiso, potete ammirare il maestoso Guardian di Esperanza. Da decenni, il protettore della città vigila sul benessere degli abitanti. All'alba, il suo scudo riflette il sole nascente, ma lo spettacolo è ancora più sensazionale al calar della notte, quando la spada del Guardiano svetta sulle acque della baia, illuminate dalla luna piena.

    Ma avviciniamoci al centro della città. Esperanza è un simbolo. Prova dell'impegno e della devozione dei nostri cittadini, negli ultimi anni la capitale si è trasformata in un importante centro culturale ed economico. Modernità e tradizione si fondono alla perfezione, mentre le attività commerciali prosperano tra i grattacieli e i tradizionali edifici dalle tinte pastello.

    Ma ammirate ora il palazzo presidenziale, luogo dove il nostro Presidente eletto, Anton Castillo, lavora senza sosta per la costruzione del Paradiso. Solitamente la sede del Governo può essere visitata dai turisti, sapete, ma purtroppo in questi giorni i molteplici impegni impediscono a El Presidente di accogliere i visitatori. La produzione del Viviro, potrete immaginarlo, richiede uno sforzo collettivo straordinario. Per poter offrire il farmaco yarano a quante più persone possibili, il Presidente sta persino istruendo Diego, il figlio tredicenne, nell'arte del governo.

    Ma basta parlare di politica, fermiamoci un attimo a sorseggiare i deliziosi estratti di frutta tipici di Esperanza. No, non disturbatevi, i nostri funzionari saranno lieti di occuparsi dell'ordine al bancone. Degustate il lime, l'ananas e la papaya locali, la nostra prossima destinazione sarà la zona orientale di Yara.

    El Este: avventura all'aria aperta

    Benvenuti a El Este! Ci troviamo in una delle aree più suggestive dell'isola. Qui, i nostri archeologi, formatisi all'università di Esperanza, hanno rinvenuto resti fossili di inestimabile valore. Per dare una adeguata visibilità alle scoperte fatte a Valle Preistorico, gli studiosi hanno suggerito di dare vita ad un museo all'aria aperta, dove i giovani Yarani possono studiare la storia, la scienza e la geografia sul campo.

    Il Parco Giurassico che stiamo visitando è un punto di riferimento per tutte le scuole dell'isola. Credo che ogni alunno di Yara sia stato qui in gita almeno una volta nella vita!

    El Este, forse ne avrete letto negli opuscoli che abbiamo lasciato nelle vostre stanze d'albergo, è anche una località rinomata tra gli amanti del trekking. Una delle destinazioni più frequentate si trova a Sierra Perdida. Si tratta del Picco Patriotas, dovreste poterlo ammirare già dopo la prossima curva. La raffinata tradizione dei murales yarani ha raggiunto persino le vette più alte dell'isola, dando forma a suggestive unioni tra arte e natura.

    Certo, il percorso non è accessibile a tutti, è necessario un certo allenamento del resto, ma il panorama all'alba è impagabile. Per essere certi che nessuno si faccia male nell'ascesa, comunque, le forze dell'ordine controllano l'ingresso al sentiero. Per questa volta però vi dovrete accontentare di acquistare una cartolina al negozio di souvenir: il nostro itinerario deve proseguire e il nostro volo parte tra sole due ore!

    Isla Santuario: l'orgoglio del Paradiso

    Prego, preparatevi all'atterraggio gentili ospiti, stiamo sorvolando la rinomata Isla Santuario, l'orgoglio di Yara! Questa perla tropicale è una località particolarmente amata dai nostri cittadini, che sognano di potervisi recare almeno una volta nella vita. Non si tratta però di un desiderio di facile realizzazione. Dovete sapere che la tutela ambientale è una delle priorità del governo Castillo, che ha insistito per mesi per trasformare l'intero atollo in un'immensa area protetta. Normalmente dunque non è consentito l'accesso all'area, ma per voi l'Ente del Turismo ha deciso di fare un'eccezione. Ritenetevi fortunati, in genere si tratta di un privilegio riservato a coloro che si sono distinti nelle attività correlate all'edificazione di El Paraiso!

    Come potete notare, le operazioni di tutela ambientale sono condotte qui con il massimo rigore. I nostri migliori militari pattugliano con costanza l'Isla Santuario, per accertarsi che non insorgano minacce per la flora o la fauna. Non sorprendetevi dunque dei posti di blocco: la protezione dell'isola è una priorità ormai da diversi anni.

    Giunti ormai oltre la metà del nostro viaggio, è tempo di un po' di riposo. Per questo vi abbiamo condotti a Cala Casas, uno degli scorci più belli di tutta Isola Santuario. Per l'intero pomeriggio potrete godervi la sabbia di spiagge incontaminate e le acque cristalline della baia. Le nostre guide resteranno con voi per la vostra sicurezza: trattandosi di una riserva naturale, non vorremmo che la fauna locale vi spaventasse.

    Ci rivedremo a cena, ovviamente troverete del pesce fresco ad attendervi!

    Valle de Oro: la natura selvaggia

    È tempo di lasciare l'estremo Sud di Yara, per riavvicinarci alla capitale, dove vi attende l'aereo del rientro. Ma prima, abbiamo in serbo una serie di tappe particolarmente avventurose. Ci auguriamo che amiate la natura selvaggia, perché per questa mattina abbiamo in programma una particolare sessione ravvicinata di birdwatching: le nostre guide saranno liete di spiegarvi come indossare la tuta alare.

    Bene stiamo, finalmente sorvolando l'Arcipelago Zamok, dove risiedono grandi colonie di fenicotteri rosa. Se siamo fortunati, durante la discesa potremo osservarne alcuni. Non temete, l'Ente del Turismo non permetterebbe mai che vi accada qualcosa: la procedura è assolutamente collaudata e sicura!

    Ora che siamo nuovamente a terra, siamo certi che la scarica di adrenalina non si sia del tutto esaurita, non è vero? In tal caso, potete affidarvi nuovamente ai nostri funzionari, che saranno lieti di accompagnarvi a Cala Calida. Che cosa vi attende, chiedete? Avreste dovuto leggere il programma con maggiore attenzione allora: l'area è una rinomata località per dedicarsi all'avvistamento degli squali!

    Se non vi basta dare la caccia alle pinne all'orizzonte dalla spiaggia, sappiate che l'area è perfetta per le immersioni. Il fondale delle acque di Yara è un caleidoscopio di colori, e il tramonto è il momento migliore per cercare di avvicinare gli squali più piccoli e mansueti.

    Madrugada: il polmone di Yara

    Siamo giunti alla nostra ultima tappa, la regione di Madrugada. L'area occidentale di Yara è particolarmente selvaggia, se nella notte doveste sentire qualche strano rumore fuori dai vostri bungalow, non vi allarmate. Probabilmente si tratta solo di coccodrilli, ma le nostre guide vi terranno al sicuro: è l'unica ragione per la quale portano armi da fuoco. Ricordatevi soltanto di non allontanarvi troppo.

    Mentre ci riavviciniamo al Nord dell'isola, noterete sicuramente le grandi piantagioni di tabacco che si stagliano all'orizzonte. Questa regione è infatti prettamente agricola. Con la produzione del Viviro, lo immaginerete, il settore sta vivendo un incredibile boom economico: molti giovani volenterosi, supportati dal governo Castillo, stanno persino lasciando le città per offrire il proprio contributo nei campi. Un comportamento da veri Yarani.

    Questa notte, siamo lieti di ospitarvi a Mogote Escarchado, dove trascorrerete la vostra ultima serata a Yara. Come potete ammirare con i vostri occhi, qui la montagna sposa il mare, creando contrasti carichi di suggestioni. Ormai è buio, ma domattina, prima di rientrare a Esperanza, avrete modo di osservare le luci dell'alba illuminare le vette che custodiscono le acque cristalline.

    Ora andate a riposare, il rientro in aeroporto richiederà diverse ore di viaggio. Ci auguriamo che il soggiorno a Yara sia stato di vostro gradimento e che vorrete consigliare ad amici e parenti di visitare di persona il nuovo Paradiso edificato da El Presidente.

    Che voto dai a: Far Cry 6

    Media Voto Utenti
    Voti: 67
    7.1
    nd