5 boss che abbiamo tanto odiato: tosti, noiosi e insopportabili

di

Molto spesso le boss fight possono rendere ancora più memorabile un grande videogioco, vuoi per la loro epicità, per il senso di sfida che trasmettono o per la bellezza della battaglia in generale. Ma ci sono anche boss che restano impressi per quanto odiosi possono rivelarsi.

Vuoi perché difficili per i motivi sbagliati (mancanza di bilanciamento o mal programmazione), vuoi perché proprio noiose da affrontare, o forse più semplicemente perché sono davvero fin troppo tosti, di seguito vi citiamo 5 boss che abbiamo tanto odiato:

Dark Souls - Il Demone Capra

Poco ma sicuro, il Demone Capra non rientra di certo tra i boss più difficili dei Souls di FromSoftware e, anzi, il nemico in sé non è neanche così arduo da combattere una volta studiati i suoi pattern d'attacco. Tuttavia la prima volta che si incontra questa creatura in Dark Souls è stata per molti giocatori uno scoglio fastidioso per un motivo ben specifico: lo scenario fortemente ristretto nel quale si svolge il combattimento. Non solo c'è poco spazio per muoversi, ma il Demone Capra è un nemico dalle dimensioni piuttosto grosse e, come se non bastasse, è affiancato pure da due cani demoniaci pronti ad aggredirci. Il risultato finale è una boss fight caotica e snervante a causa anche di una telecamera non proprio precisa in questo contesto. Che odio, è proprio il caso di dirlo.

Diddy Kong Racing - Wizpig

La prima gara con Wizpig, cattivo principale di Diddy Kong Racing, è ancora oggi un trauma per molti: l'imponente stregone non solo è velocissimo, ma con le sue dimensioni ci schiaccia ripetutamente facendoci perdere prezioso terreno. In pratica per vincere la corsa è necessario essere letteralmente impeccabili durante tutti e tre i giri, sfruttando al massimo i boost alla velocità e soprattutto evitando qualunque contatto fisico con il rivale. Una sfida tediosa che ci ha fatto detestare Wizpig in un attimo.

Kingdom Hearts - Sephiroth

Pur trattandosi di un boss opzionale, Sephiroth sa come rivelarsi un brutale avversario in Kingdom Hearts. L'iconico villain di Final Fantasy VII da serio filo da torcere a Sora, complice non solo la sua potenza e la notevole velocità, ma anche l'ampissimo range della sua Masamune che rende molto più complicato del normale mettere in pratica un'efficace strategia offensiva e difensiva. Non va troppo meglio in Kingdom Hearts II, dove il formidabile nemico continua ad essere una seria minaccia. Probabilmente i fan della serie hanno ancora gli incubi delle innumerevoli sconfitte subite per sua mano, con annesse sfuriate di rabbia all'ennesimo tentativo fallito.

Mortal Kombat II - Shao Kahn

Boss finale del leggendario Mortal Kombat II, Shao Kahn rientra tra i boss più infami mai visti in un Picchiaduro: oltre agli attacchi devastanti di cui dispone, il temibile avversario non ci lascia tregua e sembra praticamente anticipare ogni nostra mossa senza lasciarci il tempo per rifiatare. Shao Kahn ha sicuramente costretto intere schiere di fan a sprecare gettoni su gettoni nei cabinati di Mortal Kombat II anche solo nel tentativo di sconfiggerlo per un solo round, facendoli infuriare con la sua risata di scherno.

Tekken 6 - Azazel

Tekken ha sempre avuto un rapporto complicato con i suoi boss. Se già Jinpachi Mishima in Tekken 5 era un avversario molto fastidioso, con Azazel in Tekken 6 si va ancora oltre: il gigantesco demone è infatti capace di attaccare e parare contemporaneamente rendendo decisamente complicato capire i momenti migliori per passare all'offensiva. La randomicità che caratterizza la battaglia rende Azazel uno dei boss più noiosi mai proposti in un Picchiaduro, di quelli che i giocatori non hanno alcun piacere di ricordare non essendo piacevoli o coinvolgenti da affrontare.

Concludiamo almeno in bellezza: ecco 5 boss dei videogiochi con entrate in scena indimenticabili.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi